Che materia stai cercando?

Narrazione storica Appunti scolastici Premium

Questo materiale didattico si riferisce al corso di Archeologia e storia dell'arte greca e romana, mod. B, tenuto dalla professoressa Sara Santoro.
Il racconto: commentarium, elogium, panegyricum.
Il programma architettonico del forum di Traiano.
La colonna traiana:
- funzioni dimostrativa dell’imponenza del progetto architettonico, celebrativa... Vedi di più

Esame di Archeologia e storia dell'arte greca e romana mod.B docente Prof. S. Santoro

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Il racconto:

commentarium,

elogium,

panegyricum

Il PROGRAMMA ARCHITETTONICO

Apollodoro o Rabirio? Laterizi con bolli di Domiziano, appropriazione di un programma del

predecessore/antagonista?

Un percorso glorificante? ATTENZIONE, IL TEMPIO DEL DIVO TRAIANO NON ESISTE (scavi 2000)

ma al loro posto propilei o fondale chiuso: se sono propilei il percorso va da questi alle biblioteche (

studiorum honos) alla colonna ( la vittoria militare) alla basilica ( la vita publica giuridica) al trionfo

(piazza e doppio arco finale della vittoria Parthica)

Funzioni della colonna:

1. dimostrativo dell’imponenza del progetto architettonico (tantis operibus)

2.celebrativo (sostegno della statua)

3. funerario

4. arredo del complesso forense In cima nelle rappresentazioni

Monetali: la statua dell’imperatore o

Un uccello ( aquila? Civetta?)

Studiorum honos I precedenti:

il rapporto con le Biblioteche di

Augusto sotto

biblioteche Il tempio di

Apollo al Palatino

La biblioteca

Romana è

Deposito di

Libri e sala di

lettura

Testi illustrati:

Dal III a.C. rotuli con vignette

I bibliotecari della UlpiaTraiana: Dal III d.C. volumina con vignette

Svetonio, Bonifazio Nessun documento di rotuli interamente

Conteneva: libri lintei, 30.000 volumi Figurati prima del X sec. (libro di Giosuè

Di Epafrodito di Cheroneo Biblioteca vaticana – Wietzmann)

Schola Fori Traiani (copisti) Eloquentia e sapientia fra le virtutes dell’imperatore

Dati antiquari

• Riproduzioni complete : Froeher, Cichorius,

Lehmann-Hartleben (calchi), Bobu Florescu :

divisione arbitraria delle scene

• Disegni: Ripanda (1506), Bartoli-Bellori (1672),

Piranesi (1774)

• Fotografie : Settis/La Regina/Agosti/Farinella

• Calchi: francesi di Francesco XIV e Napoleone III

• I PROTAGONISTI

• Traiano, nato a Italica, adottato da Nerva nel 97,

muore nel 117 d.C.

• I Daci, popolo seminomade , foederato sotto

Domiziano,

• Le guerre daciche: 101-102 e 105-106 d.C.

• I motivi della guerra : orgoglio romano ( dopo le

sconfitte e il foedus), necessità economiche (

trovare I mezzi per sostenere il vasto programma

edilizio e sociale di Traiano, attraverso la conquista

delle prede e la vendita delle popolazioni vinte

come schiavi) Dacia

ultima

provincia

conquistata

(106), prima

provincia

abbandonata

(253)

-il fregio a spirale: I precedenti: obelischi

assiri

Il basamento: trophaeum -rappresentazione greca e romana su più

registri ( non spirale)

-PITTURA TRIONFALE

Pittura trionfale

Su stoffe, fercula, plegmata

Vd. Racconto di Flavio Giuseppe del trionfo

di Vespasiano e Tito sui Giudei

Vd. Pl. N.H. XXXV, 23: Tullio Ostilio

Mancino nel 146 a.C. illustrava al pubblico

le pitture della presa di Cartagine, nel Foro:

la parola parlata come ponte indispensabile

fra immagine e pubblico

•Sequenza cronologica degli eventi

•Successione dei luoghi

•Tempo e spazio come dimensioni

dell’evento

La Colonna come Tabula Triumphalis,

finta stoffa srotolata e tesa da corde su

una colonna

come arredo festoso (S. Settis)

IL GIUDIZIO ESTETICO sul MAESTRO DELLE IMPRESE DI TRAIANO:

(R.Bianchi Bandinelli): “tensione del tono poetico, varietà di composizione: equilibrio per

contrasti e interazioni, energia, impeto doloroso fin qui mai entrati nella sfera dell’arte…

espressione dei sentimenti personali dell’artista che come provinciale conosceva direttamente

la miseria della soggezione a Roma”

La documentazione letteraria rimasta sulle Guerre Daciche: Dione

Cassio (epitome Xifilino), Epistulae VIII,4-12 di Plinio il Giovane

la documentazione figurata: monete, fregio delle imprese di Traiano

nell’Arco di Costantino, trophaeum di Adam Klissi, stele di Filippi del

centurione Tiberio Claudio Massimo

Il problema della lettura

diegetica verticale

Il problema della leggibilità

• Il pubblico del 113 d.C. conosceva gli eventi avendo

assistito ai trionfi, letto i commentari ecc.

• Il racconto figurato usa il repertorio iconografico e

gestuale tradizionale greco, collaudato > meccanismi di

memoria che rendono possibile il riconoscimento

dell’immagine e l’assemblaggio in un discorso

complesso

• Sistema di narrazione continua unidirezionale

corrispondente alla sequenza temporale di eventi narrati

• Ogni scena è distinta con il sistema della convergenza

degli elementi sul focus narrativo

• Lo stesso personaggio ripetuto in più scene prevede che

il lector conosca la storia e le regole della narrazione

continua come strip sequenziale di imprese dello stesso

eroe

Processo di lettura di narrazione continua di un rotulus

( per segmenti, non per formato prefissato della

pagina)

• Selezione del campo visivo

• Percezione d’insieme della sequenza

• Scomposizione della sequenza in scene

• Individuazione delle singole scene con riferimento alla

storia nota

• Ricomposizione della storia

• Integrazione (riaggregazione) mentale della storia con le

fasi non rappresentate, o non visibili

• Interpretazione sulla base del contesto spaziale

• Individuazione dei segmenti importanti per significatività

• Apprezzamento della inventio e della akribeia

• Passaggio ad altro campo visivo

Scene corali, dinamismo e azione

(impulso direzionale)

Nessi disgiuntivi e congiuntivi

• Successione delle

scene ma unità del

racconto


PAGINE

36

PESO

20.22 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Questo materiale didattico si riferisce al corso di Archeologia e storia dell'arte greca e romana, mod. B, tenuto dalla professoressa Sara Santoro.
Il racconto: commentarium, elogium, panegyricum.
Il programma architettonico del forum di Traiano.
La colonna traiana:
- funzioni dimostrativa dell’imponenza del progetto architettonico, celebrativa e funeraria;
- precedenti assiri di gregio a spirale e greco-romani di pittura trionfale;
- giudizio estetico sul maestro delle imprese di Traiano.
Studiorum honos e rapporto con le biblioteche.

Si ringrazia la professoressa Sara Santoro per aver gentilmente messo a disposizione il materiale.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lettere
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Archeologia e storia dell'arte greca e romana mod.B e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Gabriele D'Annunzio - Unich o del prof Santoro Sara.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Archeologia e storia dell'arte greca e romana mod.b

Ceramica greca e rappresentazione figurata
Dispensa
Medea, il cratere di Cleveland, Euripide, Pasolini
Dispensa
Mosaici di ciottoli
Dispensa
Immagini del mondo romano
Dispensa