Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Lab. Botanica Sistematica applicata 2009/2010 - Dott.ssa L. Cancellieri

Classe Hepaticae – Epatiche

Gametofito laminare, variamente lobato e più o meno aderente al substrato a cui aderisce per mezzo di

rizoidi unicellulari. Sulla superficie superiore sono spesso presenti i propaguli (a forma di scodella)

attraverso cui la specie si riproduce vegetativamente.

In tarda primavera si formano gli anteridiofori (con anteridi) e gli archegoniofori (con archegoni)

caratterizzati da un peduncolo e da un disco terminale a forma di ombrello.

Sporofito possiede una seta molto breve e lo sporotecio non presenta la cuffia, oltre ad essere privo della

columella. Le spore sono spesso frammiste a cellule sterili, allungate con ispessimenti spiralati (elateri) che

hanno la funzione di facilitare la dispersione delle spore al momento dell’apertura dello sporotecio.

Osservazione di Lunularia sp. 3 Stereomicroscopio:

osservare la struttura

generale del campione

analizzando i diversi aspetti

2 2 dell’organizzazione del

tallo.

Microscopio:

Effettuare una sezione

trasversale del tallo (1) in

modo da osservare

l’organizzazione cellulare.

Effettuare una sezione

trasversale dell’anteri-

1 dioforo o dell’archegonio-

foro (2) in modo da

evidenziare rispettivamente

anteridi o archegoni (3).

Lab. Botanica Sistematica applicata 2009/2010 - Dott.ssa L. Cancellieri

Esercitazione Cormofite - Pteridofite

Nelle pteridofite lo sporofito è la generazione dominante. La pianta quindi che vediamo, suddivisa

in radici, fusto e foglie è lo sporofito, mentre il gametofito ha dimensioni assai modeste (mm).

Sporofito è costituito da tessuti differenziati: all’esterno presenta epidermide, al di sotto un cilindro

corticale costituito da parenchima e, talora, da tessuti di sostegno come il collenchima e lo

sclerenchima. Il cilindro centrale presenta, oltre a parenchima, i tessuti conduttori (floema e

xilema). Per quanto riguarda la struttura delle foglie, nelle pteridofite si possono avere foglie

piccole (microfille) o, come nelle felci, foglie più grandi, dette macrofille o fronde.

Gametofito ha la forma di piccolo tubero, spesso incolore e ipogeo, oppure ha la forma laminare,

verde e fotosintetico, che nelle felci viene detto protallo. Il gametofito è la generazione che forma

anteridi e archegoni: questi sono i più semplici e con un collo ridotto rispetto alle briofite.

Sphenopsida

Sporofito è formato da un rizoma sotterraneo che in primavera produce due tipi di fusti aerei:

- fusti sterili: verdi e con verticilli di ramificazioni,

- fusti fertili: privi di clorofilla, non ramificati. Alla sommità portano un cono formato da numerosi

verticilli di sporofilli in cui sono inseriti gli sporangi isosporei.

Osservazione di Equisetum ramosissimus ed E. telmateja

Stereomicroscopio

Osservare nei fusti sterili Di E. ramosissimus le strutture fogliari inserite a

verticillo in corrispondenza dei nodi.

Osservare l’organizzazione dei fusti sterili di E. telmateja con lo strobilo

costituito da sporofilli peltati.

Microscopio

Effettuare una sezione trasversale del fusto di E.

ramosissimus osservando dal punto di vista

anatomico l’organizzazione del caule:

- epidermide esterna, le cui cellule hanno

pareti silicizzate

- cilindro corticale in cui si osservano uno

sclerenchima (tessuto di sostegno) e un

parenchima prevalentemente clorofilliano

- cilindro centrale con l’organizzazione dei tessuti

conduttori (floema e xilema) (sifonostele).

Prelevare da uno dei fusti fertili di E. telmateja una piccola

quantità di spore. Osservare il preparato in condizioni secche e

dopo aver aggiunto acqua (Comportamento e funzione degli

elateri)


PAGINE

5

PESO

792.89 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: BOTANICA
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze biologiche
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di BOTANICA e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Roma Tre - Uniroma3 o del prof Caneva Giulia.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Botanica

Tessuti vegetali
Dispensa
Tassonomia e nomenclatura vegetale
Dispensa
Struttura del fiore e del frutto
Dispensa
Funghi e licheni
Dispensa