Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Il modello kantiano di Giudizio, Renata Viti Cavaliere « Filosofia Teore... http://www.federica.unina.it/lettere-e-filosofia/filosofia-teoretica-lm/m...

Home

«

1/8

»

Renata Viti Cavaliere » 12) Il modello kantiano di

Giudizio

La nascita filosofica del Giudizio

Nel 1790 appare la Critica del Giudizio di Kant, fondamento teoretico di ogni successiva "filosofia del giudiz

L'espressione riferita alla facoltà del giudicare è Urteilskraft

(Urteil = giudizio + Kraft = capacità).

La plurivocità di iudicium si trova riprodotta nella nozione kantiana che indica, insieme, la capacità di giud

Temi e struttura della Critica del Giudizio

Nella prima Critica Kant aveva tenuto il Giudizio fuori della logica

Definizioni di Giudizio nella Critica della ragion pura (1781

Nella terza Critica il Giudizio è analizzato nei principali ambiti cui

La CdG è così articolata in due parti:

estetica: si analizzano il bello, il sublime e i temi relativi alla loro fo

Immanuel Kant (1724-1804) teleologia: si discute di finalità in vista del superamento della conce

Il Giudizio, termine medio

Il Giudizio fa parte della "famiglia delle facoltà conoscitive superiori" e si pone come "termine medio" tra inte

Non fonda una speciale partizione della filosofia, accanto alla teoretica e alla pratica, né crea un "ponte" stabi

In quanto "mezzo di collegamento" apre invece un "passaggio" per far sì che gli effetti della libertà del volere

La finalità come principio a priori del Giudizio

1 di 3 26/10/2011 12:57


PAGINE

3

PESO

162.33 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Questo materiale didattico si riferisce al corso di Filosofia teoretica tenuto dalla professoressa Renata Viti Cavaliere. Nel 1790 appare la Critica del Giudizio di Kant, fondamento teoretico di ogni successiva "filosofia del giudizio". L'espressione riferita alla facoltà del giudicare è Urteilskraft (Urteil = giudizio + Kraft = capacità).
La plurivocità di iudicium si trova riprodotta nella nozione kantiana che indica, insieme, la capacità di giudicare, l'esercizio giudicativo e il risultato dell'attività giudicante.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in filosofia
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Filosofia teoretica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Napoli Federico II - Unina o del prof Viti Cavaliere Renata.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Filosofia teoretica

Fedro di Platone I
Dispensa
Ipotesi ontologica I
Dispensa
Giudizio in Hannah Arendt
Dispensa
Filosofia teoretica I: definizione
Dispensa