Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

I dati rilevati venivano trascritti, generalmente arrotondato al °C intero, su

un foglio di rilevazione. Le letture eseguite ai termometri venivano

assegnate al giorno stesso dell’osservazione. Conseguentemente, a meno di

situazioni meteorologiche particolari con improvvise avvezione diaria fredda

o calda, si può ritenere che la temperatura minima si sia verificata nel giorno

di lettura mentre la massima si sia verificata nel giorno precedente la lettura.

La temperatura media giornaliera del giorno i è data dalla relazione

(Tmax+Tmin)/2

L’escursione termica giornaliera è data dalla relazione (Tmax-Tmin)

ed ha sempre segno positivo

La climatologia storica è una disciplina che ha lo scopo di ottenere informazioni sulle

modificazioni del clima in epoca preindustriale, come base di riferimento sulla quale

viene a sovrapporsi l'impatto antropico.

La finestra temporale indagata copre pressapoco gli ultimi 2000 anni, con particolare

riguardo agli ultimi 150 anni

Tipi di dati impiegati:

• misure strumentali (serie ultracentenarie di rilevazione strumentale degli elementi

climatici)

un'analisi critica dei valori delle serie strumentali ha mostrato che l'incertezza

delle osservazioni è superiore al segnale del riscaldamento attualmente accettato

di 0.6°C/100 anni

• testimonianze dirette contenute in fonti scritte (serie fenologiche)

Metodologie di indagine:

I dati strumentali, assieme ai metadati (informazioni sui dati: strumentazioni usate,

esposizione, calibrazioni, metodiche operative) devono essere preliminarmente

esaminati per stabilire il loro grado di affidabilità e di rappresentatività. Le fasi

successive sono l’ archiviazione, correzione, omogeneizzazione ed analisi statistica

La nascita della meteorologia all’osservatorio si

deve a Giovanni Inghirami, celebre astronomo

e cartografo, direttore dal 1814 al 1848; le

prime osservazioni meteo, riportate

nei”regiastri” risalgono al 1813

F. Rapetti, M. Ruschi (2009) Osservazioni botaniche

-meteorologiche condotte da Giovanni Lorenzo Tilli

presso il Giardino dei Semplici di Pisa (1775-1780).

Atti della Società Toscana di Scienze Naturali,

Memorie, Serie A, volume CXIV.

Variazioni della temperatura dell’aria

è determinata essenzialmente dalla temperatura del suolo

Variazioni regolari: legate all'altezza del sole sull’orizzonte

a carattere diurno

Aumentando l'altezza del sole sull'orizzonte si ha un aumento dell'intensità della

radiazione incidente e quindi calore emesso dalla superficie terrestre.

Quando il calore ricevuto supera quello emesso la temperatura dell'aria è in continuo

aumenta e viceversa.

Valore massimo un paio d'ore dopo il passaggio del sole al suo culmine,

valore minimo mezz’ora prima dell’alba.

a carattere stagionale

la temperatura massima assoluta si verifica alle medie latitudini intorno a luglio o

agosto, quella minima assoluta in gennaio o febbraio.

La massima altezza del sole sull'orizzonte e quindi la massima insolazione si ha al

solstizio d'estate del 21 giugno e viceversa la minima (solsztizio invernale).

Variazioni accidentali: legate alle perturbazioni atmosferiche

Gradiente termico altimetrico

La porzione inferiore dell’atmosfera (troposfera) si riscalda a partire dal basso

Per questo la temperatura decresce con l'altitudine

Il gradiente termico

altimetrico differisce da

luogo a luogo

Presenta anche una

variabilità durante il

corso della giornata ed

una variabilità

interannuale

alle nostre latitudini si

considera un gradiente

medio di circa 6° ogni

1000 metri

Inversione termica

Inversione per

irraggiamento (Pianura

Padana)

Inversione per

trasporto o avvezione

(lungo le coste)

Inversione per

subsidenza

(in quota, formazioni

nuvolose stratiformi ) Il progetto Annali prevede la

informatizzazione di tutti i dati

pubblicati sugli Annali Idrologici dal

1921 al fine di realizzare una base

dati nazionale.

Ciascun Annale Idrologico contiene i dati relativi ad un anno ed al

territorio di competenza dell’Ufficio Compartimentale del Servizio

Idrografico Nazionale che ne ha curato la predisposizione e la

stampa.

Gli Annali Idrologici dal 1950 e per la maggior parte degli anni

precedenti, sono suddivisi in due parti: Parte I: termometria e

pluviometria; Parte II: afflussi meteorici, idrometria, portate e

bilanci idrologici, freatimetria, trasporto torbido, indagini studi

ideologici ed eventi di carattere eccezionale, mareografia.

Caratteristiche tecniche dei sensori usati nelle stazioni

del Servizio Idrografico Nazionale

Temperatura dell’aria

Termometro a massima e minima (Tm)

Campo di misura -40C +50C

Precisione +/- 1 °C sull’intero campo di misura

Termometro registratore (Tr)

Carta Diagrammale: -15C +45C

Precisione +/- 1% su tutta la scala

Passo Settimanale (180h): 1,6 mm/h

Termometro elettronico (Te)

Principio di funzionamento Il sensore è costituito da un trasduttore PT100, cl. A secondo

DIN 43760. La termoresistenza, in equilibrio termico con l’aria circostante, viene percorsa da

una corrente costante di valore modesto (circa 1mA), per cui la variazione di temperatura

viene ricondotta ad una variazione di tensione ai suoi capi.

La protezione dalla radiazione ambientale è affidata al contenitore autoventilante.

Campo di misura -30C +50C

Sensibilità 0,05 °C

Precisione complessiva +/- 0,1 °C sull’intero campo di misura

L'elemento sensibile che trasforma il

valore della variabile temperatura in

una grandezza elettrica è una

resistenza al platino (trasduttore), la

cui resistività viene modificata da una

variazione di temperatura in modo

lineare.

Il sensore è montato sull'estremità superiore di un supporto cilindrico in

plastica in modo da rendere minima la conduzione di calore dalla base di

appoggio verso l' elemento sensibile.

Il corpo del sensore è inserito all'interno di una schermatura a ventilazione

naturale, in cui la circolazione dell'aria è garantita dalle caratteristiche

termodinamiche e dalla costituzione stessa della struttura.

Per evitare influenze causate dall’assorbimento del calore dovuto

all’irraggiamento solare diretto, tutte le parti che compongono il sensore sono

realizzate in materiali plastici bianchi o metallici verniciati a polvere di colore

bianco. Alimentazione da rete

220Vac con batterie

Tampone

Sistema alimentazione

solare, completo di pannello

fotovoltaico

Trasmissione dati tramite modulo GSM o

Ethernet

-Acquisizione / scarico dati in loco via

porta RS232 o USB

All'estremità inferiore del corpo è fissato il

connettore per il collegamento al cavo di

segnale/alimentazione.

un opportuno sostegno viene fissato

attraverso una anella di supporto a pali

meteo

Umidità relativa atmosferica

Temperatura (°C); (%);

Pioggia (mm.); Radiazione solare (W/m²);

Velocità del vento (m/s); Direzione del vento (°);

Evaporazione (mm.); Pressione atmosferica (mbar);

Monte Cimone, 2.165 m s.l.m.,

Data loggers

meteorologia climatologia


PAGINE

52

PESO

5.67 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Materiale didattico per il corso di Complementi di geomorfologia della Prof.ssa Marta Pappalardo, all'interno del quale sono affrontati i seguenti argomenti: la misura della temperatura dell'aria; gli strumenti di misurazione e le metodologie d'indagine; le variazioni di temperatura dell'aria, il gradiente termico altimetrico e l'inversione termica; le caratteristiche tecniche dei sensori usati nelle stazioni del Servizio Idrografico Nazionale.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze naturali ed ambientali
SSD:
Università: Pisa - Unipi
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Complementi di geomorfologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Pisa - Unipi o del prof Pappalardo Marta.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Complementi di geomorfologia

Coste rocciose - Morfologie caratteristiche
Dispensa
Ghiacciai come indicatori di cambiamenti climatici
Dispensa
Introduzione alle georisorse
Dispensa
Geografia - Atmosfera
Dispensa