Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

La macchina umana

Le leggi fisiche condizionano l’evoluzione dei sistemi viventi.

Il corpo umano è una macchina: trasforma energia e compie lavoro.

L’analisi delle funzioni e delle condizioni di esercizio sono i presupposti

per lo studio di qualsiasi macchina; pertanto lo studio del corpo umano

visto come insieme di organi resistenti si attua attraverso:

• Determinazione delle sollecitazioni agenti su di esso;

• Valutazione tecnologica dei materiali;

• Analisi dello stato di sollecitazione dei componenti;

• Verifica

Interazione fra corpi

Î Î

Movimento meccanica effetti esterni

Î Î

Deformazione scienza dei materiali effetti interni

Scienza dei materiali

Lo studio del rapporto fra struttura del materiale a

livello atomico o molecolare e le sue proprietà

Tecnologia dei materiali

Studio delle possibili applicazioni dei

materiali in rapporto alle loro proprietà

Materiale

Aggregato di atomi o molecole che grazie alla

presenza di opportuni legami chimici o fisici è in

grado di opporre resistenza a stimoli esterni

Proprietà dei materiali

meccaniche

fisiche

chimiche

Struttura dei materiali

macrostruttura

microstruttura

struttura atomica o molecolare

Macrostruttura

•Il materiale è supposto continuo ed omogeneo

•si considerano le sue proprietà medie valide in tutto il

volume

•il materiale è isotropo se le sue proprietà sono le medesime

in tutte le direzioni

•le proprietà vengono studiate su campioni rappresentativi

dell’insieme del materiale

Meccanica

equilibrio

•Statica movimento

•Cinematica forze/movimento

•Dinamica

Il “corpo”

Un corpo è un sistema materiale che può essere modellato

come: punto

Se il suo volume è piccolo rispetto allo spazio in cui si muove e si è

interessati solo a conoscere le leggi del moto

corpo rigido

Se si vuole studiare il suo stato di quiete o di moto

corpo deformabile

Se si vuole determinare lo stato di sollecitazione

La quantità di materia associata ad un corpo è la sua massa

Corpo rigido

Sia per corpi continui che discreti l’ipotesi della rigidità

equivale a pensare che, sotto l’azione di qualsiasi forza, le

distanze di due punti qualsiasi rimangano invariate

Principio di inerzia di Galileo

prima legge di Newton

Un punto materiale isolato persiste nel suo stato di quiete

o di moto rettilineo uniforme

Quando sul punto vi è l’influenza di altri corpi il suo moto è

perturbato ed il principio di inerzia non è più applicabile

Forza

Si indica con “forza” la grandezza che identifica l’interazione

fra due corpi

Caratteristiche della forza sono:

punto di applicazione, intensità, retta d’azione, verso

D E

A

B C

F

Vettore

Il vettore è una grandezza fisica definita da quattro parametri:

•modulo

•direzione

•verso

•punto di applicazione

Composizione di vettori

y Fx

F Fy

o x

Composizione di vettori

F

1

F

+ 2

F

= 1

F R

1 R

F

2 F

2 F F

i n

II legge di Newton

Il moto di un punto materiale P è tale che il prodotto

della massa m del punto per la sua accellerazione a è

uguale alla forza risultante F di tutte le azioni che

agiscono sul punto

La forza è una grandezza vettoriale in grado di modificare lo stato di

quiete o di moto di un punto:

F = ma

Tipi di forze

•statiche

•dinamiche

•ripartite

•concentrate

Momento di una Forza

Il momento di una forza è una grandezza vettoriale il cui

modulo, calcolato rispetto ad un punto (polo), è dato dal

prodotto del modulo della forza per la distanza (braccio) fra la

sua retta di azione ed il punto rispetto a cui il momento viene

calcolato. = d

M F

(Chiave inglese) F d P


PAGINE

20

PESO

1.89 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

La dispensa fa riferimento alle lezioni di Traumatologia e Ortopedia, tenute dal Prof. Quagliarella nell'anno accademico 2012.
Il documento è dedicato alla meccanica.
Tra gli argomenti affrontati: macchina umana, interazione fra corpi, scienza e tecnologia dei materiali, prima legge di Newton, forza, inerzia, trasporto, gravità.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (ordinamento U.E.)
SSD:
Università: Bari - Uniba
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Traumatologia e Ortopedia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bari - Uniba o del prof Quagliarella Livio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Traumatologia e ortopedia

Protesi dell'anca
Dispensa
Meccanica applicata alle protesi - Parte terza
Dispensa
Incontinenza urinaria
Dispensa
Traumi uro-genitali
Dispensa