Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

SENTENZA N. 65 ANNO 1970

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE COSTITUZIONALE

composta dai signori Giudici:

Prof. Giuseppe BRANCA, Presidente

Prof. Michele FRAGALI

Prof. Costantino MORTATI

Prof. Giuseppe CHIARELLI

Dott. Giuseppe VERZÌ

Dott. Giovanni BATTISTA BENEDETTI

Prof. Francesco PAOLO BONIFACIO

Dott. Luigi OGGIONI

Dott. Angelo DE MARCO

Avv. Ercole ROCCHETTI

Prof. Enzo CAPALOZZA

Prof. Vincenzo MICHELE TRIMARCHI

Prof. Vezio CRISAFULLI

Dott. Nicola REALE

Prof. Paolo ROSSI

ha pronunciato la seguente SENTENZA

nel giudizio di legittimità costituzionale dell'art. 414, ultimo comma, del codice Penale,

promosso con ordinanza emessa il 23 novembre 1968 dal giudice istruttore del tribunale di Rovigo

nel procedimento penale a carico di Traniello Leobaldo Giovanni e Milan Paolo, iscritta al n. 261

del registro ordinanze 1968 e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica n. 25 del 29

gennaio 1969.

Visto l'atto d'intervento del Presidente del Consiglio dei Ministri;

udito nell'udienza pubblica del 28 gennaio 1970 il Giudice relatore Paolo Rossi;

udito il sostituto avvocato generale dello Stato Franco Casamassima, per il Presidente del

Consiglio dei Ministri. Ritenuto in fatto

Il giudice istruttore presso il tribunale di Rovigo, richiesto dal p .m. di emettere decreto di

archiviazione nei confronti di Leobaldo Giovanni Traniello e di Paolo Milan, imputati di apologia

di delitto per aver giustificato il reato di disobbedienza per cui tale Bellettato era stato denunziato

alla procura militare di Torino (art. 173 c.p.m.p.), respingeva l'istanza, disponendo l'ulteriore corso

del procedimento.

Il giudice procedente osservava che nell'articolo "L'obiettore di coscienza" a firma del

Traniello, erano contenute frasi di apprezzamento della condotta degli obiettori di coscienza, (quale

"... forse, oggi é prematuro abolire l'obbligo del servizio militare; ma per questo é anche preziosa la

presenza di coloro che, a costo di pagare di persona, portano avanti l'idea che un giorno bisognerà

farne a meno se ci si vorrà considerare ancora popoli civili ") che, secondo una certa interpretazione

potevano essere sufficienti ad integrare gli estremi del reato previsto nell'ultimo comma dell'art. 414

del codice penale.


PAGINE

3

PESO

24.81 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

La dispensa fa riferimento alle lezioni di Diritto Penale, tenute dal Prof. David Brunelli nell'anno accademico 2011.
Il documento riporta il testo della sentenza n. 65 emessa dalla Corte Costituzionale nel 1970.
La Corte stabilisce che la libertà di manifestazione del pensiero (art. 21 Cost.) trova limiti non solo nel buon costume, ma anche nella difesa della sicurezza pubblica.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
Università: Perugia - Unipg
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto Penale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Perugia - Unipg o del prof Brunelli David.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto penale

Furto d'uso - C. Cost. n. 1085/88
Dispensa
Armi giocattolo - C. Cost. ord. n. 11/89
Dispensa
Nullum crimen sine lege - C. Cost. n. 27/61
Dispensa
Diritto penale - rapporto di causalità materiale
Appunto