Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Leishmaniosi - Epidemiologia

Ospiti (serbatoi di infezione) naturali: animali domestici

(cane, gatto) e selvatici (roditori, opossum)

La malattia viene trasmessa all’uomo tramite puntura di

insetti ematofagi (Phlebotomus spp, Lutzomyia spp)

2.000.000 nuovi casi/anno: 1.500.000 (cutanea), 500.000

(viscerale).

In Italia, endemismo nelle regioni meridionali ed insulari

(kala-azar infantile): P. perniciosus come vettore; cane,

principale serbatoio. Aumento prevalenza in soggetti HIV+

Raramente la leishmaniosi viene trasmessa dalla madre al

feto. Di contro, può essere più facilmente contratta da

trasfusioni ematiche o mediante aghi contaminati.

Prevalenza (indipendente dall’età) generalmente maggiore

nelle aree rurali (e periferiche) che in quelle urbane.

Sono a rischio, soprattutto per la leishmaniosi cutanea, coloro

che lavorano principalmente durante le ore notturne.

Leishmaniosi: distribuzione geografica

(Davies CR et al., BMJ, 2003)

Registrata in circa 88 Paesi (popolazione a rischio: 350 milioni),

distribuiti nell’area tropicale e sub-tropicale di tutti i continenti

(Messico, America Centrale, America del Sud, sud Europa, Asia,

Africa) eccetto l’Australia, sebbene il 90% dei casi di leishmaniosi

viscerale si registri in India, Bangladesh, Nepal, Sudan, Brasile.

Ciclo vitale

Ciclo vitale: vettore

Leishmania spp. è veicolata da 30

diverse specie di insetti vettori

ematofagi appartenenti al genere

Phlebotomus (Asia, Africa ed Europa) o

Lutzomyia (America). La femmina

(ematofaga) contrae l’infezione durante

il pasto ematico a scapito di un animale

(roditore o cane) o dell’uomo.

Poiché il vettore è di piccole

dimensioni (sandfly), a volo silenzioso e

non provoca fastidio, l’ospite non ne

avverte la presenza.

Attivo principalmente dal crepuscolo

all’alba, meno attivo durante le ore più

calde della giornata. Tuttavia, l’insetto

punge solo se disturbato, soprattutto

nei tronchi degli alberi dove essi

risiedono.

Ciclo vitale: parassita

Ciclo vitale dimorfico:

Promastigote (nell’insetto),

µm):

allungato (14-18 dotato

di un flagello libero che si

libera dal polo anteriore del

corpo protozoario, provvisto

di cinetoplasto disposto

anteriormente rispetto al

nucleo. Rosetta di promastigoti

Ciclo vitale: parassita

Ciclo vitale dimorfico:

Amastigote (intracellulare,

nell’ospite vertebrato): forma Leishmania spp. Amastigote

più semplice (primitiva),

ovalare, con flagello

rudimentale accolto nella

tasca flagellare. L. infantum. Amastigote in

sede intracellulare.

• Complesso “donovani”:

• promastigote migra verso SRE (milza, fegato, midollo

osseo, linfonodi)

• Complessi “tropica” e “braziliensis”:

• fagocitati da macrofagi “locali”

in sede macrofagica:

promastigote amastigote

Leishmaniosi – sindromi cliniche

Tre tipologie di leishmaniosi umana, in base

alla distribuzione geografica, la specie di

Leishmania coinvolta e la immunocompetenza

dell’ospite:

Leishmaniosi viscerale o kala-azar o febbre

dumdum o febbre nera (L. donovani)

Leishmaniosi cutanea o bottone d’oriente o bolla

di Delhi (L. tropica, L. mexicana)

Leishmaniosi mucocutanea o espundia

(L. braziliensis)

Leishmaniosi viscerale

Agente eziologico: complesso L. donovani

In seguito a 2-4 mesi di incubazione, compare

febbre, calo ponderale, epatosplenomegalia,

linfoadenomegalia, iperplasia macrofagica del

midollo osseo (anemia, leucopenia e

trombocitopenia). Stadio terminale: febbre

ondulante, edema, dissenteria e cachessia.

Forma acuta: stadio terminale dopo 3-4 settimane

Forma cronica (più frequente): parecchi mesi; morte

entro 1-2 anni

Possibile esito infausto anche in presenza di

terapia

Infezione opportunistica (riattivazione di forme

latenti) in pazienti HIV-positivi


PAGINE

20

PESO

704.81 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Materiale didattico per il corso di Microbiologia e Microbiologia Clinica tenuto dal prof. Giovanni Di Bonaventura, all’interno del quale sono affrontati i seguenti argomenti: il Leishmania spp; epidemiologia della Leishmaniosi e sua distribuzione geografica; ciclo vitale del parassita; Leishmaniosi viscerale; Leishmaniosi cutanea; diagnosi di laboratorio e terapia.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (ordinamento U.E. - 6 anni)
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di MICROBIOLOGIA E MICROBIOLOGIA GENERALE e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Gabriele D'Annunzio - Unich o del prof Di Bonaventura Giovanni.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Microbiologia e microbiologia generale

Coltivazione batterica - Terreni di coltura
Dispensa
Disinfezione e sterilizzazione - Tecniche
Dispensa
Spora batterica
Dispensa
Miceti - Caratteristiche generali
Dispensa