Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Resine termoindurenti: Impieghi

Le resine epossidiche (EP):

sigillanti, rinzaffi resistenti agli attacchi chimici, impregnanti, manti per

pavimentazioni. Trovano largo impiego, come collanti su calcestruzzi,

metalli, legno, per additivazione di malte e calcestruzzi.

Presentano: ottima adesività; buona resistenza chimica; basso ritiro; buone proprietà

meccaniche.

Le resine poliuretaniche :

sigillanti, rivestimenti e incamiciature, rinzaffi resistenti agli agenti chimici,

impregnanti, collanti. Caricate con additivi assumono la proprietà di

espandersi (poliuretano espanso) determinando elevata coibentazione.

Presentano: buona resistenza chimica; buone proprietà meccaniche; basso ritiro; buona

adesività.

Le resine poliestere

combinate con fibre di vetro o nylon danno luogo a materiali compositi; i

poliesteri rinforzati trovano largo impiego nella produzione di infissi, pannelli,

tubazioni.

Queste resine sono caratterizzate da: indurimento rapido; temperatura d’indurimento

bassa; buona facilità di miscelazione; resistenza agli agenti chimici; buone proprietà

meccaniche e bassa viscosità.

Resine termoplastiche: Impieghi

Polietilene (PE) - Viene impiegato per canalizzazioni, apparecchiature

elettriche,fogli di tenuta al vapore.

Si ottiene polimerizzando l’etilene, può essere: a bassa, media, alta densità. Le

differenze tra le tre formulazioni sono relative alla resistenza a trazione, al modulo di

resistenza a flessione, e al punto di rammollimento.

Polistirene (PS) - viene impiegato per le schiume espanse. E’

commercializzato in blocchi, pannelli, piastrelle, palline. Gli impieghi

principali sono connessi ai sistemi di isolamento termico e acustico.

Polivinilcloruro (PVC)- è il più usato nel settore delle costruzioni; è

impiegato per la produzione di tubi e telai per infissi, lastre piane e

ondulate per coperture o per la realizzazione di divisori. Il PVC

plasticizzato non possiede caratteristiche di rigidità; è utilizzato

prevalentemente per pavimentazioni viniliche.

il PVC rigido presenta buona resistenza agli attacchi chimici, elevata resistenza a

trazione e flessione, buona resistenza all’abrasione.

Polimetilmetacrilato (PMMA) - I campi di applicazione per le ottime

proprietà ottiche e resistenza ai graffi, si riferiscono a lucernari, lastre

trasparenti e colorate, lastre alveolari per l’involucro.

Caratteristiche

Proprietà generali

Bassa resistenza meccanica, flessibili e deformabili;

Isolanti termici ed elettrici;

Dotate di basso peso specifico;

Soggette a rammollimento (termoplastiche, gomme) o decomposizione (termoindurenti)

a temperature relativamente basse;

Struttura amorfa o semicristallina. Fisiche

Meccaniche

Nelle termoindurenti, la resistenza Le caratteristiche fisiche delle materie

meccanica, la rigidezza e la fragilità, plastiche dipendono: dai polimeri di base;

sono tanto maggiori quanto più fitta è la dal peso molecolare medio; dalla

reticolazione. presenza di reticolazione e grado di

cristallinità; dalla presenza di sostanze

Le termoplastiche sono suscettibili di aggiunte o assorbite dall’ambiente.

scorrimento sotto l’azione di sforzi

applicati; la rigidità e le caratteristiche Le plastiche riducono la trasmissione di

meccaniche variano con la temperatura. energia (corrente elettrica, calore,

suono); hanno una bassa conducibilità

termica.

Tipologie di prodotto

Elementi di arredo; vetri inorganici; rivestimenti;

materiali compositi; tessuti spalmati; geotessili;

pitture e vernici; impermeabilizzanti; isolanti; malte,

adesivi e sigillanti; guarnizioni;

La produzione relativamente ai polimeri

trasparenti da copertura (lucernari) offre i

seguenti prodotti: Tipologie di lucernari

Lucernari in elementi ondulati, lucernari in

pannelli tamburati, lucernari in tegole,

lucernari a specchiature tridimensionali, a

lastra autoportante, incorporati in

membrane. Lastre trasparenti in policarbonato

Realizzati in:

policarbonato,

polimetacrilato,

cloruro di polivinile,

materiali compositi. Lucernari autoportanti a guscio

Tipologie di prodotto

Pannelli sandwich

Per quanto riguarda le partizioni interne,

trovano impiego e derivano dalle

combinazioni dei materiali nella formazione

di diversi strati (metallo-plastica-metallo).

Impermeabilizzazione

I prodotti per l’impermeabilizzazione dell’edificio (coperture) sono composti da gomme

naturali e sintetiche (elastomeri) e possono essere rinforzati da fibre.

In particolare, vengono utilizzati i poliesteri o il cloroprene rinforzati con fibre di vetro. I

più utilizzati sono le gomme naturali ed i copolimeri stirenici a blocchi. L’etilene, il

propilene, le gomme butile, il PVC plastificato, vengono utilizzati per manti

impermeabilizzanti in fogli.

Guaina per impermeabilizzazione in Guaina impermeabilizzante e posa in opera

bitume-

- polimero elastomerica SBS

bitume

Oltre all’impermeabilizzazione eseguita in opera sono

disponibili altri prodotti:

- Canapa catramata in fogli, impiegata in strati

sovrapposti sfalsati sulle coperture a tetto e a

terrazza.

- Feltro bitumato prefabbricato.

- Lamina in fogli, ottenuti per calandratura o

estrusione di una mescola di PVC e additivi. E’

utilizzata per coperture e pavimenti industriali.

- Rete di rinforzo, in fibre naturali, sintetiche o

minerali.

- Cartone catramato in fogli, costituiti da un supporto

in carta lana impregnata di catrame. E’ impiegato in

strati sovrapposti sfalsati sulle coperture a tetto e

terrazza.

- Guaina in teli di vario spessore, costituiti da

un’anima a base di bitume con aggiunta di resine

sintetiche; è utilizzata per pareti e coperture sotto

pavimento.

- Membrana in teli multistrato.

Nodi critici

Tipologie di prodotto

Vespaio in elementi di polipropilene Pannelli isolanti in poliuretano

espanso

Tipologie di prodotto

Le materie plastiche, attualmente,

trovano impiego anche nella

realizzazione di pareti perimetrali a

doppio involucro.I prodotti sono : lastre

ondulate e nervate in polimetacrilato

(PMMA) e in policarbonato (PC). Sezioni di alcune lastre ondulate in plastica

trasparente o traslucida per pareti verticali.

Sistemi di fissaggio di lastre nervate con

listelli a pressione e collegamenti a incastro e

a vite

Tipologie di prodotto

Fogli e tessuti di materiali plastici

I fogli e i tessuti composti da materiali sintetici come PVC, poliestere, PTFE

e ETFE (etilentetrafluoroetilene) comunemente usati vengono impiegati in

combinazione tra di loro in modo da riunire i pregi dei singoli materiali .

Attraverso tali materiali si realizzano

Strutture a membrana, involucri esterni

a un solo strato o a più strati.

I tessuti utilizzati per la costruzione delle

membrane, vengono rivestiti

superficialmente da più strati di PVC,

PTFE o silicone , per proteggere

dall’umidità, dalle radiazioni UV.

In tal modo vengono migliorati, la tenuta

all’acqua oltre che il comportamento nei

confronti della sporcizia e la durata. Rivestimento in cuscinetti di ETFE (etilene tetra fluoro etilene)

(arch. Herzog e De Meuron, stadio “Allianz Arena”, Monaco)

Tipologie Strutturali

Le materie plastiche inoltre vengono utilizzate per realizzare strutture ad

involucro globale. Le tipologie strutturali sono:

- Strutture con reti di funi

- Strutture a tenda

- Strutture pneumatiche

Strutture con reti di funi,

sono costituite da una rete in

cui le funi (fili di acciaio

zincato) si pre-tendono

reciprocamente, conferendo

all’orditura una doppia

curvatura. La copertura è

realizzata con poliestere

trasparente. Stadio Olimpico di Monaco, Frei Otto, 1965

Strutture pneumatiche, sono

Strutture a tenda, si può definire caratterizzate dall’essere

tenda una lamina di materiale sostenute da gas; la forma e la

talmente sottile da non presentare stabilità sono determinate dallo

alcuna resistenza a flessione, stato di pressione, superiore

compressione, e taglio, capace di rispetto all’esterno, prodotto dal

reagire solo a trazione. gas immesso al loro interno.

Tale sistema è limitato a strutture I sistemi pneumatici possono

provvisorie di piccole dimensioni. essere: a parete semplice; a parete

doppia.

Struttura pneumatica realizzata con

Struttura a tenda tessuto poliestere e pvc.

Struttura pneumatica a curvature

diversificate.

Degrado

- Le alterazioni fisico-chimiche nelle plastiche si manifestano

attraverso una progressiva perdita di plasticità, elasticità e

resistenza, con conseguente aumento della fragilità.

Le condizioni che favoriscono l’invecchiamento sono:

- Ripetuta alternanza di temperatura, determina variazioni nelle

caratteristiche plasto-elastiche e dimensionali innescando uno stato

di fatica nel materiale;

- Lunga ripetuta permanenza alle basse temperature, al di sotto di

0°C scompaiono totalmente la plasticità e l’elasticità, si accentua la

fragilità; con il ritorno a temperature superiori il recupero è

incompleto;

- Prolungata esposizione ai raggi solari, che provoca alterazioni nei

colori.


PAGINE

35

PESO

4.75 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

In questo materiale didattico vengono trattati i seguenti argomenti. Lapidei: definizione, evoluzione storica e classificazione:
- rocce eruttive;
- rocce sedimentarie;
- rocce metamorfiche;
tipologia delle rocce; estrazione e lavorazione dei materiali lapidei; proprietà e caratteristiche fisco-tecnologiche; utilizzo delle rocce in architettura.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in storia e conservazione dei beni architettonici e ambientali
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Materiali tradizionali dell'architettura e del risparmio energetico e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Mediterranea - Unirc o del prof Modaffari Cherubina.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Materiali tradizionali dell'architettura e del risparmio energetico

Legno
Dispensa
Chiusure
Dispensa
Calcestruzzo
Dispensa
Acciaio
Dispensa