Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

1. - La Corte di assise di Bolzano, essendo investita di un giudizio contro un membro del Consiglio Provinciale

imputato del reato di vilipendio alla bandiera (art. 292 c.p.) ed essendo chiamata ad applicare alla fattispecie dedotta in

giudizio l'art. 49 del d.P.R. 31 agosto 1972, n. 670 (Statuto speciale del Trentino-Alto Adige), che, richiamando l'art. 28

dello stesso decreto, estende ai membri dei Consigli delle Province autonome di Trento e di Bolzano la prerogativa della

irresponsabilitа per le opinioni espresse e i voti dati nell'esercizio delle loro funzioni, ha sollevato questione di

legittimitа costituzionale degli artt. 28 e 49 dello Statuto per violazione del principio supremo dell'ordinamento

costituzionale sancito dall'art. 3 della Costituzione (principio di eguaglianza).

In particolare il giudice a quo ritiene che quest'ultimo principio risulti violato tanto ove si dia un'interpretazione

restrittiva delle disposizioni impugnate, nel senso che l'anzidetta prerogativa sia applicabile soltanto in relazione alle

funzioni svolte dai consiglieri provinciali nell'esercizio delle competenze legislative affidate alle Province autonome,

quanto ove se ne dia un'interpretazione estensiva, sostanzialmente diretta ad applicare la ricordata prerogativa a

qualsiasi funzione svolta in qualitа di consiglieri provinciali, analogamente a quanto avviene per i membri del

Parlamento nazionale. Nel primo caso, infatti, il giudice a quo ravvisa una disparitа di trattamento tra i membri del

Parlamento e quelli dei Consigli delle Province autonome, nel secondo, invece, la diseguaglianza sussisterebbe tra i

predetti consiglieri provinciali e la generalitа dei cittadini privi della medesima prerogativa.

2. - In relazione alla questione proposta, l'Avvocatura Generale dello Stato, in rappresentanza del Presidente del

Consiglio dei Ministri, ha presentato tre distinte eccezioni di inammissibilitа: una attinente all'idoneita dell'atto

impugnato ad essere oggetto del giudizio di legittimitа costituzionale previsto dall'art. 134 Cost. e due relative alla

sussistenza dei requisiti processuali necessari per la corretta instaurazione del predetto giudizio.

Poichй la verifica di questi ultimi-che, nel caso consistono nella valutazione della rilevanza compiuta da parte del

giudice a quo e nella possibilitа di porre questioni basate su interpretazioni alternative della disposizione impugnata- и

logicamente successiva alla verifica dell'idoneitа dell'atto in cui и contenuta la norma contestata a fungere da oggetto

del giudizio di legittimitа costituzionale, occorre innanzitutto esaminare se le disposizioni previste dagli artt. 28 e 49 St.

T.A.A. rivestano il valore di legge necessario perchй possano validamente costituire oggetto del sindacato della Corte

costituzionale in sede di legittimitа.

2.1. - L'Avvocatura generale dello Stato eccepisce, innanzitutto, l'insindacabilitа da parte di questa Corte di

disposizioni aventi valore di legge costituzionale, quantomeno quando queste siano impugnate per vizi

sostanziali.

L'eccezione non puт essere accolta.

La Costituzione italiana contiene alcuni principi supremi che non possono essere sovvertiti o modificati nel loro

contenuto essenziale neppure da leggi di revisione costituzionale o da altre leggi costituzionali. Tali sono tanto i

principi che la stessa Costituzione esplicitamente prevede come limiti assoluti al potere di revisione

costituzionale, quale la forma repubblicana (art. 139 Cost.), quanto i principi che, pur non essendo

espressamente menzionati fra quelli non assoggettabili al procedimento di revisione costituzionale, appartengono

all'essenza dei valori supremi sui quali si fonda la Costituzione italiana.

Questa Corte, del resto, ha giа riconosciuto in numerose decisioni come i principi supremi dell'ordinamento

costituzionale abbiano una valenza superiore rispetto alle altre norme o leggi di rango costituzionale, sia quando

ha ritenuto che anche le disposizioni del Concordato, le quali godono della particolare <copertura

costituzionale> fornita dall'art. 7, comma secondo, Cost., non si sottraggono all'accertamento della loro

conformità ai <principi supremi dell'ordinamento costituzionale> (v. sentt. nn. 30 del 1971, 12 del 1972, 175 del

1973, 1 del 1977, 18 del 1982), sia quando ha affermato che la legge di esecuzione del Trattato della CEE puт

essere assoggettata al sindacato di questa Corte <in riferimento ai principi fondamentali del nostro ordinamento

costituzionale e ai diritti inalienabili della persona umana> (v. sentt. nn. 183 del 1973, 170 del 1984).

Non si puт, pertanto, negare che questa Corte sia competente a giudicare sulla conformitа delle leggi di revisione

costituzionale e delle altre leggi costituzionali anche nei con fronti dei principi supremi dell'ordinamento

costituzionale. Se così non fosse, del resto, si perverrebbe all'assurdo di considerare il sistema di garanzie

giurisdizionali della Costituzione come difettoso o non effettivo proprio in relazione alle sue norme di più elevato

valore.


PAGINE

4

PESO

50.12 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

La dispensa fa riferimento alle lezioni di Diritto Costituzionale tenute dalla Prof. ssa Luisa Cassetti nell'anno accademico 2011.
Il documento riporta il testo integrale della sentenza n. 1146 emessa dalla Corte Costituzionale nel 1988. La Corte ha stabilito l'irrilevanza della questione di legittimità costituzionale relative alle prerogative dei consiglieri del Trentino che sono immuni da responsabilità per le opinioni espresse.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
Università: Perugia - Unipg
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto Costituzionale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Perugia - Unipg o del prof Cassetti Luisa.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto costituzionale

Giustizia costituzionale spagnola
Dispensa
Giustizia costituzionale in Argentina
Dispensa
Abolizione pena di morte
Dispensa
Ammissione Referendum abrogativo- C. Cost. n. 16/78
Dispensa