Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Macroeconomia

I principali argomenti di cui si occupa sono:

1. Reddito nazionale

Come si determina il Pil di un paese, il consumo nazionale, il risparmio,

l’investimento, ecc9

2. Occupazione

Cause, tipologie (strutturale, congiunturale), conseguenze

3. Politica economica

Politiche fiscali (tasse, trasferimenti, investimenti pubblici) e politiche

monetarie (Banca Centrale)

ECONOMIA POLITICA (P-Z) PROF. PASCA DI MAGLIANO

Principali scuole di pensiero (1)

Scuola classica

(1600/1700, fino alla seconda metà Ottocento)

Principali rappresentanti: Galiani, Smith, Malthus, Ricardo, Mill,

Marx

L’Economia è una scienza sociale che studia questioni quali la

distribuzione del reddito o il ritmo di accumulazione del capitale

Scuola marginalista o neoclassica

(dal 1870 circa)

Principali rappresentanti: Jevons, Walras, Marshall, von Hajek,

Friedman, Say, Philips

L’Economia studia come ottenere il massimo risultato in presenza

di un dato ammontare di risorse disponibili

ECONOMIA POLITICA (P-Z) PROF. PASCA DI MAGLIANO

Principali scuole di pensiero (2)

Scuola keynesiana

(dal 1930 circa)

Principali rappresentanti: Keynes, Galbraith, Stiglitz, Dornbusch,

Phelps

La crescita non è più trainata dall’offerta ma sostenuta dalla

domanda, anche pubblica

Sviluppo diverso dalla crescita

(dal 1950 circa)

principali rappresentanti dello sviluppo: Lewis, Kuznets, Bauer,

Myint, Streeten, Sen, Yunus

I problemi delle economie in via di sviluppo interessano aspetti,

non solo economici, ma anche istituzionali e sociali; diversamente

la crescita interessa l’economia e si concentra nei paesi avanzati

ECONOMIA POLITICA (P-Z) PROF. PASCA DI MAGLIANO

Stato e mercato

Periodicamente, in concomitanza con avvenimenti

economici di rilievo che sollevano l’attenzione della pubblica

opinione, la comunità scientifica e politica si interroga sul

ruolo del libero mercato

Il dibattito è rivolto a comprendere e la

l’ampiezza modalità

dell’intervento dello Stato all’interno dei meccanismi del

mercato

Agli estremi di questo dibattito vi sono da un parte i difensori

dell’intervento pubblico e dall’altra gli economisti di

orientamento liberista

ECONOMIA POLITICA (P-Z) PROF. PASCA DI MAGLIANO

Le due posizioni

Difensori dell’intervento dello Stato

1) I risultati prodotti dalle allocazioni di mercato possono

essere socialmente non accettabili

2) Il mercato, lasciato a sé stesso e libero di seguire solo le

sue proprie regole, funziona male

Difensori del mercato

1) Efficienza nel funzionamento

2) Capacità di aumentare il benessere

3) Qualità morali (es. meritocrazia)

ECONOMIA POLITICA (P-Z) PROF. PASCA DI MAGLIANO

Origine del liberismo: Adam Smith

Il padre storico è Adam Smith che, nel 1776, pubblicò un

testo al quale viene fatta risalire la nascita stessa della

scienza economica: “La ricchezza delle nazioni”

Il libro nasce all’interno del clima illuminista e rappresenta la

versione economica delle idee liberali che vanno

affermandosi nel pensiero politico

Fra le molte idee proposte da Smith, una ha avuto

particolare successo: si tratta della celebre metafora della

“mano invisibile”

ECONOMIA POLITICA (P-Z) PROF. PASCA DI MAGLIANO

La “mano invisibile”

La metafora della mano invisibile è alla base della visione

liberista del mercato

Il mercato (proprio come se fosse guidato da una mano

invisibile) se viene lasciato libero di operare secondo le sue

logiche, realizza un risultato inatteso e al tempo stesso

auspicabile: massimizza la ricchezza della società

Tale risultato è raggiunto senza che nessuno persegua

esplicitamente un obiettivo collettivo. Anzi, l’obiettivo

collettivo viene raggiunto grazie all’egoismo del singolo

ECONOMIA POLITICA (P-Z) PROF. PASCA DI MAGLIANO

Conseguenze pratiche

La conseguenza di tale presupposto è fin troppo evidente:

il mercato funziona bene se viene lasciato libero di fare

(da qui la famosa espressione “laissez faire”)

Perciò il mercato, non solo non ha bisogno di alcun aiuto ma,

semmai, ha solo bisogno di essere liberato di ostacoli e

che ne impediscono l’azione

regolamenti

A ben vedere bene è interessante notare come in questa

ultima considerazione possiamo trovare un argomento

spesso portato a sostegno del mercato ancora oggi: il

mercato va lasciato libero, non deve essere ingabbiato

ECONOMIA POLITICA (P-Z) PROF. PASCA DI MAGLIANO

Origine dell’intervento pubblico

Il fondatore teorico del ruolo dello Stato all’interno del

mercato è John Maynard Keynes, il quale pubblica nel 1936

“General Theory of Employment, Interest and Money”

L’idea innovativa è che il ruolo dello Stato sia fondamentale.

Infatti il mercato può, secondo Keynes, produrre risultati

e lo Stato ha il ruolo di aiutare il mercato

non ottimali

Compito dello Stato è da un lato attenuare e controllare i

dall’altro

cicli economici, portare il mercato in una

(soprattutto dal punto di vista della

situazione migliore

disoccupazione) di quella che il mercato stesso sarebbe in

grado di realizzare operando da solo

ECONOMIA POLITICA (P-Z) PROF. PASCA DI MAGLIANO

Successori

• Liberismo

– monetaristi

– scuola neoclassica

• Intervento pubblico

– scuole keynesiane

– neo-keynesiani

ECONOMIA POLITICA (P-Z) PROF. PASCA DI MAGLIANO

Posizioni intermedie (1)

In realtà la contrapposizione fra mercato e Stato si gioca all’intero

delle due posizioni estreme, più che ai poli. Possiamo fare qualche

esempio:

• liberista puro e idealmente vicino alla Scuola di

Antonio Martino

Chicago e al suo massimo ispiratore Milton Friedman, si affida al

libero mercato come fonte del progresso economico e sociale

considera positiva l’integrazione economica,

• Jagdish Bagwati

purché si correggano le distorsioni senza introdurre dazi

ritiene che la crescente liberalizzazione crei

• Anthony Giddens

problemi che la globalizzazione può, invece, contribuire a risolvere

• ritiene che nel mercato lo Stato si deve

Lawerence Summers

prodigare per la riduzione della disuguaglianza attraverso

l’armonizzazione fiscale

ECONOMIA POLITICA (P-Z) PROF. PASCA DI MAGLIANO

Posizioni intermedie (2)

• vedono rischi ma anche occasioni

Amartya Sen e Peter Singer

positive nelle dinamiche del mercato, sottolineando la necessità di

regolamentazioni che spingano imprese e individui verso un percorso

virtuoso

• Joseph sostiene l’importanze del ruolo, non solo dello Stato,

Stiglitz

nazionale, ma anche delle Istituzioni internazionali per regolare i

mercati sottolineano i rischi che il

• Edward Luttwak e Giulio Tremonti

mercato globale, se non adeguatamente regolato, impone ai lavoratori

dei paesi avanzati (bassi salari, disoccupazione) e all’ambiente

• non ritiene applicabile a sistemi diversi da quelli

John Gray

occidentali dal punto di vista storico il modello anglosassone di

liberismo economico e apre a soluzioni nazionali

• Paul Krugman (Nobel 2008) sottolinea la necessità di governance

globale per far funzionare i mercati, da affidare a FMI

ECONOMIA POLITICA (P-Z) PROF. PASCA DI MAGLIANO

Recenti crisi finanziarie

A partire dagli anni ’80 le spinte liberiste e la diffusione di nuove e

rivoluzionarie tecnologie di comunicazione hanno prodotto

un’enorme espansione delle attività finanziarie a livello

internazionale.

Ciò, da un lato è stata una delle pietre angolari della

globalizzazione, ma dall’altro ha prodotto l’enorme espansione di

un mercato meno stabile e prevedibile rispetto ai mercati reali.

Dagli ’70 agli anni ’90 il volume degli scambi è cresciuto in modo

esponenziale: basti pensare che dagli inizi degli anni ’80 alla metà

degli anni ’90 il volume di scambi prodotto da fondi comuni di

investimento, fondi pensione e investitori istituzionali si è

decuplicato.

ECONOMIA POLITICA (P-Z) PROF. PASCA DI MAGLIANO


PAGINE

29

PESO

120.66 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Materiale didattico per il corso di Economia Politica del prof. Roberto Pasca di Magliano all'interno del quale sono affrontati i seguenti argomenti: definizione e concetti elementari della materia; l'articolazione in microeconomia e macroeconomia; le scuole di pensiero classica, neo-classica, keynesiana e dello sviluppo; il rapporto fra Stato e mercato; Adam Smith, il libero mercato e la "mano invisibile"; l'origine dell'intervento pubblico; i mercati finanziari; origine e cause delle crisi economiche.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze politiche e relazioni internazionali (POMEZIA, ROMA)
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia politica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Pasca di Magliano Roberto.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Economia politica

Determinazione del reddito nazionale
Dispensa
Modello IS - LM
Dispensa
Mercati, domanda e offerta
Dispensa
Scelte di produzione
Dispensa