Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Fattori che favoriscono l'alterazione del

bilancio idrico

ALTERAZIONI DELLO STATO DI SALUTE

Malattie croniche che influenzano la capacità di mantenere

l’equilibrio idro-elettrolitico ed acido-base come:

scompenso cardiaco

insufficienza renale

insufficienza epatica

diabete

Farmaci:

Es. assunzione di diuretici (usati per aumentare l’eliminazione

di liquidi e sodio, possono causare perdita eccessiva di acqua

e potassio)

Es. terapia cortisonica (aumentata ritenzione a livello

plasmatico)

BILANCIO IDRICO

Definizione

Determinazione e registrazione delle ENTRATE e

delle USCITE di liquidi nelle 24 ore

Scopi

mantenere l’equilibrio idrico

determinare il fabbisogno idrico

individuare le alterazioni dell’equilibrio idrico

 disidratazione

 iperidratazione

Bilancio idrico: quando effettuarlo?

Alcune condizioni più frequenti:

Nell’assistenza post-operatoria (chirurgia maggiore)

 In presenza di patologie cardiache e renali

 In corso di NET e NPT

In corso di terapia con diuretici

 In corso di terapia con liquidi

E in molti altri casi in cui le condizioni cliniche richiedono un

controllo accurato dell’equilibrio idro-elettrolitico

ENTRATE

QUANTITA’ COMPLESSIVA DI LIQUIDI INTRODOTTA

NELL’ORGANISMO NELL’UNITA’ DI TEMPO

PER VIA ENTERALE

LIQUIDI PER OS

bevande, ghiaccio, acqua assunta con i farmaci

 acqua negli alimenti

ACQUA METABOLICA

NUTRIZIONE ENTERALE TOTALE

PER VIA PARENTERALE

LIQUIDI INFUSI ( es. sol. fisiologica 0,9%, sol. glucosata 5%)

LIQUIDI USATI PER RICOSTITUIRE I FARMACI

EMOTRASFUSIONI

NUTRIZIONE PARENTERALE TOTALE

USCITE

QUANTITA’ COMPLESSIVA DI LIQUIDI ELIMINATA

NELL’ORGANISMO NELL’UNITA’ DI TEMPO

DIURESI

 VOMITO (EMESI)

 RISTAGNO GASTRICO

 FECI - ENTEROSTOMIA

 PERSPIRATIO INSENSIBILIS

 SUDORAZIONE

 ALLATTAMENTO

 FERITE DRENATE

 EMORRAGIA

CONTROLLO DEL PESO

1 Kg corrisponde a circa 1 litro

aumento del peso e diminuzione della diuresi

= ritenzione volume liquidi extracellulari

diminuzione del peso, diminuzione della diuresi

= deficit del volume liquidi extracellulari

rilevazione del peso:

al mattino, prima di colazione, stessa bilancia

stessa biancheria, dopo aver urinato

Bilancio idrico:

registrazione e calcolo

La registrazione:

rappresenta l’annotazione scritta, in una scheda apposita, delle

entrate e delle uscita e che concorrono al calcolo del B.I.

nell’unità di tempo prestabilita

È consigliabile che la registrazione avvenga

nel momento stesso in cui i liquidi vengono introdotti o eliminati

allo scopo di ridurre gli errori

Attenzioni per calcolare le quantità

USCITE

ENTRATE Conservare correttamente le urine

1 bicchiere da acqua circa 150 ml Non gettare feci o altri liquidi

1 tazza da latte circa 250 ml organici prima della registrazione

1 scodella (“ospedaliera”) Segnalare in ogni caso se c’è

circa 500 ml incontinenza e se le urine sono

Es. una porzione di minestra state disperse

circa 300 ml Contare il numero di pannoloni

Segnare l’orario di apertura di cambiati o pesarli

bottiglie, cartoni… e registrare (neonato

persona incontinente)

la quantità assunta prima di gettarli

Bilancio idrico:

registrazione e calcolo

Il calcolo:

rappresenta il calcolo aritmetico, sull’apposita scheda, delle

entrate (+) e delle uscite (-) registrate nell’unità di tempo

stabilita

Il calcolo viene effettuato alla scadenza prestabilita, può

essere parziale o totale

Es: ogni 3 h, 6 h, 12h, 24 h ecc..

Se non c’è equilibrio

B.I POSITIVO B.I. NEGATIVO

Entrate > Uscite Entrate < Uscite

L’iperidratazione (B.I positivo)

Stato patologico che si instaura quando si ha

un’alterazione del B.I.

con prevalenza delle entrate rispetto alle uscite

Frequente nello scompenso cardiaco, nell’insufficienza renale,

nella cirrosi scompensata

Emodiluizione

Ipertensione

Edemi periferici

Ascite e/o versamento pleurico

La disidratazione (B.I. negativo)

Stato patologico che si instaura quando si ha

un’alterazione del B.I.

con prevalenza delle uscite rispetto alle entrate

Cause più frequenti: insufficiente apporto idrico, perdita

eccessiva di liquidi

Definizione

La disidratazione è la dispersione di acqua-elettroliti che si

presenta come perdita di acqua più o meno associata a

deficit di sodio

La disidratazione: fattori di rischio

Lo stato attuale della ricerca non consente di individuare in

maniera univoca i fattori di rischio connessi alla disidratazione.

In letteratura sono descritti:

Modificazioni fisiologiche dovute all’età

 Ridotta mobilità e abilità funzionale

 (Più a rischio anche i soggetti parzialmenti dipendenti ritenuti in

grado di provvedere alla propria idratazione !)

Sesso femminile

 Incontinenza (auto-riduzione dei liquidi per limitare incontinenza)

 Stato mentale (deterioramento cognitivo)

 La disidratazione: fattori di rischio

Presenza di patologie (es. pat. respiratorie, gastroenteriti,

 sepsi, neoplasie, diabete, depressione)

Presenza di iperpiressia, vomito, diarrea, inappetenza,

 disfagia

Fattori legati all’assistenza

 (ridotte opportunità di idratazione, scarsa assunzione di

cibo, N.E., scadente gestione del B.I. nel post-operatorio)


PAGINE

32

PESO

722.08 KB

AUTORE

Sara F

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Slides di Infermieristica Clinica I sul Bilancio idrico. Nello specifico gli argomenti trattati sono i seguenti: L'acqua corporea, L’acqua (percentuale del peso corporeo), PERSPIRATIO INSENSIBILIS, Sudorazione (Diaforesi), Fattori che favoriscono l'alterazione del bilancio idrico, ecc.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in infermieristica (BORGO SAN LORENZO, EMPOLI, FIGLINE VALDARNO, FIRENZE, PISTOIA, PRATO)
SSD:
Università: Firenze - Unifi
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Sara F di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Infermieristica Clinica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Firenze - Unifi o del prof Cianfanelli Elisabetta.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Infermieristica clinica

Infermieristica Clinica - Appunti Completi
Appunto
Infermieristica Clinica
Appunto
Infermieristica Clinica I – Cavo orale
Appunto
Concetti d'eliminazione intestinale
Appunto