Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

SEMINA

Colore tipico (scuro se vecchio)

- Integrità

- Purezza (inerti + semi estranei) min 95% peso

-

Peso medio (o di 1000 semi)

-

- Germinabilità min 95% su almeno 100 semi

su carta bibula bagnata a 15 - 25°C

- Valore reale = purezza x germinabilità

(

Es. 0.95 x 0.94 = 0.89)

Energia germinativa (tempo medio) =

- Σ (semi germinati x giorni)/totale semi germinati

CARATTERISTICHE DEI SEMI

peso medio n°/kg dose

mg/seme milioni g/m

2

Agrostis spp. 73 13.5 2 - 5

Poa pratensis 250 3.1 4 - 7

Poa trivialis 220 4.6 4 - 7

Lolium perenne 1900 0.5 20 - 35

L.Multiforum 2400 0.4 30 - 40

Festuca rubra 1100 0.9 15 - 20

Cynodon spp. 210 4.5 5 - 10

Le dosi ottimali si dividono per il valore reale della

semente Es. 100 kg/ha / 0.89 = 112 kg

Il quantitativo è spesso aumentato in alcuni casi:

Il letto di semina non è ben preparato

- In condizioni pedo

- climatiche difficili

- Si prevede presenza di infestanti

- Epoca di semina tardiva

- Per avere un effetto più immediato

- MA DOSI ECCESSIVE SONO DA EVITARE

- costo eccessivo

- sviluppo fitopatie

STABILIZZANTI (aggreganti per sup. in pendio)

- acetati di vinile (

Curasol AH, Hoechst )

- propionati di polivinile ( Compofix

, BASF)

- Alginati di Na (

Sobalg

, Cecalgum

, CECA SA)

LEGANTI E FISSATORI (es. idrosemina)

- leganti brevettati da miscelare a fibre vegetali,

paglia, torba, polveri di alghe

Cellulosa (100 - 800 kg/ha)

A mano su piccole superfici

- A macchina centrifuga o per caduta: c

onviene

-

dividere la quantià di seme (es. in 2 parti) e

distribuire le 2 metà in direzioni incrociate;

a file = 2.5 cm (Basta un solo passaggio)

Idrosemina : spruzzare seme + acqua + materiali

-

consolidanti (fibre veg

. sminuzzate o colle

amidacee) + fertilizzanti

Su scarpate, terreni in pendio erodibili

- Teli in fibra vegetale contenenti i semi: situazioni

estreme

INERBIMENTO SCHIECHTELN (NERO

- VERDE)

Paglia (5

- 7 t/ha) + semi, concimi e stabilizzanti +

emulsione bituminosa o di altri leganti (2.5 t/ha)

Costi inferiori alle protezioni ingegneristiche

STUOIE O MATERASSI INSEMENZATI

Materiale fibroso con semi e concimi incollati,

da stendere su terreno umido e fissare con picchetti

Costoso ma efficace

PROPAGAZIONE VEGETATIVA

Trapianto stoloni, rizomi, zolle grandi, zolle piccole

-

(piote)

Più costosa ma più sicura e veloce (pronto effetto)

STOLONI E RIZOMI

Per cultivar migliorate per le quali non c’è seme

spargimento, rullatura, top

- dressing , rullatura

- Interramento (2 - 5 cm) a file distanti 20

- 40 cm

-

(stoloni) o 10 - 20 cm (rizomi)

Più sicura anche se più lenta

RIPRISTINI (strade, cave, scarpate)

Idrosemina sulle scarpate per una profondità di circa 5

metri.

http://www.3biitalia.com/prodotti/ripristini.htm

3Bi Italia Srl - via Cà Silvestre, 40 - 36024 Ponte di Nanto (VI) - tel/fax: +39-0444-639512

http://www.vetiver.it

PRATI ARMATI ® s.r.l.-Viale Teodorico, 2 - 20149 Milano tel. 02-324879 –

Cell. 348-5403600 - info@vetiver.it

r.a. 02-33000128 - fax 02-325922

sistemazione del fondo e delle

scarpate laterali;

asportazione di materiale sia

roccioso che terroso particolare della palificata,

con piantine tra le travi per

ottenere una maggiore

consistenza del terreno

idrosemina su

scarpata a bordo

strada

dopo l‘intervento

(6 settimane)

dopo l'emergenza

(6 settimane)

RIPRISTINO DI UNA CAVA

inerbimento mediante idrosemina potenziata a

spessore su fronte di cava con pareti subverticali di

roccia vulcanitica e calcarea.

Situazione iniziale

20 giorni dopo 5 mesi dopo

Cave e Frane

1-3 anni: velocità di germinazione e attecchimento

presenza di semi nel substrato

gen. prevale L. perenne

Dopo: prevalgono le specie più persistenti:

spontanee se si usano specie poco competitive

seminate se sono più competitive

- Cynodon dactylon

- F.arundinacea, rubra

- Agropyron repens

Italia settentrionale Cave e Frane

Breve periodo:

- in assenza di inerbimento ci sono rischi di sviluppo

flora indesiderata (fino al 50% della copertura)

- in zone umide utilizzare sempre

L. perenne < 10% (dura 2-3 anni)

- in condizioni di stress idrico:

F.rubra, ovina, B.erectus, L corniculatus (t. silicei),

A

.vulneraria e Onobrychis sativa (t. calcarei),

- in condizioni limitanti:

T hybridum (basse temperature),

F.arundinacea (ristagni) Cave e Frane

In funzione della fertilità del substrato

su inerti di cava: specie più rustiche

F.rubra, ovina, Bromus erectus, Lotus

conriculatus

su terreno di riporto o + compost: specie più esigenti

D.glomerata , Trifolum spp.

-Medio periodo: Cave e Frane

In assenza di inerbimento si possono sviluppare

arbusti autoctoni:

larice, abete rosso, ontano bianco

Garantire presenza leguminose:

Lotus corniculatus , Antillis vulneraria,

Onobrychis sativa

Valutare la possibilità di cure: sfalci, pascolo

Cave e Frane

Italia centrale

- Fagetum, castanetum:

Lolium perenne (per i primi 3-4 anni) +

Festuca rubra

Materiale raccolto nell’area garantisce una

maggiore rinaturalizzazione

-Lauretum:

Hedysarum coronarium

, Phalaris tuberosa

(t. argillosi, con ristagni)

Lolium rigidum (consente poi l’affermazione di

cotici spontanei) Cave e Frane

SCELTA DELLE SPECIE

Rapidità di insediamento e copertura

Limitata necessità di manutenzione (irrigazione,

sfalci, concimazione

Aspetto estetico gradevole

Elevata protezione antierosiva

Adattamento condizioni pedoclimatiche

Resistenza agli stress idrici temporanei

Limitato accumulo di necromassa (incendi)

Lunga durata

Composizione floristica equilibrata con l’ambiente

Capacità reinsediamento (autorisemina)

INSEDIAMENTO (e reinsediamento) Cave e Frane

Le specie rapide, competitive, ma poco persistenti: < 10-15%

L. multiflorum, perenne, rigidum, Melilotus, Vicia Cave e Frane

ALTEZZA della COPERTURA e PORTAMENTO

Se eccessiva, richiede manutenzione e aumenta rischio incendi

Cave e Frane

Cave e Frane

Cave e Frane

Scelta dei miscugli

- In purezza (facile e economico): L.perenne

- M. oligofita (<4 specie): gen F.rubra fino al 60%

- M.polifita (5-10 specie): L.perenne, P.pratense,

F. rubra, D.glomerata, T.repens, M.sativa

- M. complesso (>10 specie): anche composite,

ombrellifere, rosacee

- Fiorume : residuo del fieno (pieno si semi) delle

foraggere presenti nell’area


PAGINE

58

PESO

5.59 MB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in scienze e tecnologie agrarie
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher darksoul98 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Sistemi colturali arborei e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Napoli Federico II - Unina o del prof Fagnano Massimo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Sistemi colturali arborei

Sistemi colturali erbacei per gli ambienti montani
Dispensa
Leguminose da granella
Dispensa
Fertilizzazione
Dispensa
Irrigazione
Dispensa