Che materia stai cercando?

Industrializzazione del Mezzogiorno tra realtà e utopia - D'Antonio Appunti scolastici Premium

Materiale didattico per il corso di Valutazione e finanziamento dei progetti del Prof. Alessandro Cataldo. Trattasi di un articolo di Mariano D'Antonio dal titolo "L’industrializzazione del Mezzogiorno tra realtà e utopia" pubblicato sulla rivista "Quaderni di Economia Italiana" n.4 - 2008, riguardante... Vedi di più

Esame di Valutazione e finanziamento dei progetti docente Prof. A. Cataldo

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Mariano Dantonio:ArticoloBase_conGrafici 2/15/2008 3:36 PM Page 88

Mariano D’Antonio

appunto i giovani meglio preparati – che aspirano a un inserimento sta-

bile nelle imprese, dove contano di percorrere un’intera carriera.

Il decentramento industriale del Nord verso il Mezzogiorno richiede

politiche pubbliche del tipo che si è detto prima. Forse richiede ancor

più che nella società meridionale si riducano i fenomeni di devianza

collettiva (non solo la criminalità organizzata, ma anche la generale

inosservanza delle regole del vivere civile e degli accordi commerciali);

che sia accresciuta la gradevolezza e la vivibilità dell’ambiente; che sia-

no rimossi gli ostacoli amministrativi (permessi, licenze) frapposti da

una burocrazia generalmente ostile all’attività imprenditoriale.

Resta però da chiedersi se e in che misura alla grande impresa già in-

sediata nel Mezzogiorno convenga di rendere più visibile ovvero più

incidente la sua presenza e la sua influenza nel sistema di valori, nello

spirito pubblico, nella diffusione di cultura industriale e fors’anche nel-

la riforma delle Amministrazioni locali.

Rimane altresì da esplorare se e in che misura imprenditori medio-pic-

coli del Centro-Nord e imprenditori minori del Mezzogiorno possano sti-

pulare accordi anche formali di collaborazione nel reciproco interesse.

Questi accordi, e in generale il rilancio dell’industrializzazione meri-

dionale, possono ricevere impulso dalla concertazione sociale ovvero

dal patto di sviluppo che è stato proposto dal presidente della Confin-

dustria, Luigi Abete, e raccolto parzialmente dai sindacati dei lavorato-

ri, in primo luogo dal segretario della CISL, Sergio D’Antoni.

La concertazione sociale può servire a rendere più efficace la pressio-

ne delle parti sociali sulle Amministrazioni pubbliche, specie sugli Enti

Locali, che, come si è detto prima, rappresentano oggi il punto debole

della catena delle istituzioni caricate dei nuovi compiti dell’intervento

ordinario e quindi della programmazione e gestione dei Fondi struttu-

rali nelle aree dell’Obiettivo 1, cioè soprattutto nelle aree depresse del

Mezzogiorno. Si tratta da un lato di rendere più spedite le agevolazioni

(automatiche e discrezionali) alle imprese, dall’altro di realizzare infra-

strutture che siano non solo d’interesse generale, ma anche direttamen-

te funzionali a nuove localizzazioni industriali o all’ampliamento delle

imprese già operanti sul territorio meridionale.

Ma il cuore della concertazione sociale sarà presumibilmente l’intesa

tra le parti sociali su investimenti imprenditoriali da avviare, da una

parte, e, dall’altra, sulla flessibilità del salario e del rapporto di lavoro.

88

Mariano Dantonio:ArticoloBase_conGrafici 2/15/2008 3:36 PM Page 89

L’industrializzazione del Mezzogiorno tra realtà e utopia

L’industria meridionale è oggi afflitta simultaneamente da un vuoto di

domanda e dall’aumento dei costi, specie del costo del lavoro.

La carenza di domanda, per le imprese a mercato locale, deriva dall’in-

terruzione dei flussi dell’intervento straordinario e dal rallentamento della

cosiddetta spesa sociale, che in passato, come si è detto, sostenevano di-

rettamente e indirettamente la domanda per investimento e per consumo.

La sostituzione del mercato locale con i mercati esterni (del Nord d’I-

talia ed estero, pur facilitata – nel caso dell’estero – dal deprezzamento

della lira, ha interessato solo in parte le imprese del Mezzogiorno.

L’aumento del costo del lavoro è trascinato progressivamente dalla ridu-

zione prima e dalla cessazione poi degli sgravi contributivi, a seguito del-

l’accordo raggiunto dal governo italiano con la Commissione delle Comu-

nità Europee nell’agosto 1994. Si stima, perciò, che il costo del lavoro per

unità di prodotto aumenterebbe per l’industria meridionale, a seguito del-

la cessazione degli sgravi contributivi, almeno del 15% nei prossimi anni.

Il recupero di produttività, che già si è avviato per bilanciare l’accre-

sciuto costo del lavoro per dipendente, ridimensionerà gli organici del-

le imprese. La contrazione degli organici sarebbe accentuata dal rista-

gno della domanda locale e a sua volta aggraverebbe la stagnazione.

Per interrompere questo circolo vizioso, è necessario intervenire sia

dal lato della domanda (accrescendo gli investimenti produttivi e quel-

li in infrastrutture necessarie), sia dal lato dei costi (con intese che ren-

dano più flessibili il salario e le prestazioni di lavoro).

Tentativi di rilanciare la domanda ricorrendo a nuovi trasferimenti al-

le famiglie oppure ad una pioggia di opere pubbliche, non solo urtano

contro i vincoli della finanza pubblica e contro interessi e opinioni pre-

valenti nei ceti produttivi del resto del Paese, ma si dimostrano essere

azioni di corto respiro, che non generano fonti relativamente stabili di

ricchezza e di impiego. Questi tentativi o tentazioni non sono estranei

ad alcuni circoli politici emergenti nella società meridionale.

La concertazione sociale può essere – insieme con altre azioni ancora

embrionali (come i patti territoriali, di cui si è detto) – una via di uscita

da questo circolo vizioso di ristagno e di incremento obbligato della

produttività del lavoro che, in mancanza di adeguati investimenti, ac-

centua a sua volta il ristagno.

La concertazione può avere anche altri meriti intangibili, ma non me-

no apprezzabili: può accrescere la coesione sociale, il sentimento di

89

Mariano Dantonio:ArticoloBase_conGrafici 2/15/2008 3:36 PM Page 90

Mariano D’Antonio

appartenenza di imprenditori e lavoratori a una comunità d’interessi;

può smuovere risorse latenti; può rianimare la fiducia delle popolazio-

ni meridionali di contare sempre più sulle proprie forze.

90

Mariano Dantonio:ArticoloBase_conGrafici 2/15/2008 3:36 PM Page 91

Appendice

L’industrializzazione del Mezzogiorno tra realtà e utopia

Mariano Dantonio:ArticoloBase_conGrafici 2/15/2008 3:36 PM Page 92

Mariano D’Antonio

- Indice di industrializzazione per Regioni e Circoscrizioni (anno 1991):

Figura 1 addetti all’industria per 1.000 abitanti

67

ITALIA 26

Mezzogiorno 23

Sardegna

Sicilia 15

8

Calabria 22

Basilicata

Puglia 34

Campania 27

Molise 36

Abruzzo 67

Centro 57

Lazio 33

Marche 95

67

Umbria 74

Toscana

Nord-Est 99

99

Emilia Romagna 81

Friuli Venezia Giulia 110

Veneto

Trentino Alto Adige 60 108

Nord-Ovest

Liguria 44

Lombardia 119

Valle d’Aosta 47 113

Piemonte 0 20 40 60 80 100 120

Fonte: elaborazioni su dati ISTAT.

92

Mariano Dantonio:ArticoloBase_conGrafici 2/15/2008 3:36 PM Page 93

L’industrializzazione del Mezzogiorno tra realtà e utopia

- Mezzogiorno: valore aggiunto delle attività industriali

Figura 2

30

25

Centro-Nord 20

del

percentuale 15

10

in industria in senso stretto

5 tutta l’industria

0 1993

1994

1989

1990

1991

1992

1986

1987

1988

1983

1984

1985

1980

1981

1982

1976

1977

1978

1979

1973

1974

1975

1970

1971

1972

1968

1969

1970

1965

1966

1967

1962

1963

1964

1958

1959

1960

1961

1955

1956

1957

1952

1953

1954

1951 vecchia serie a prezzi 1970 nuova serie a prezzi 1985

Fonte: elaborazioni su dati ISTAT e SVIMEZ. 93

Mariano Dantonio:ArticoloBase_conGrafici 2/15/2008 3:36 PM Page 94

Mariano D’Antonio - Mezzogiorno: produttività lorda del lavoro nell’industria

Figura 3

100

95

90

Centro-Nord 85

80

del 75

percentuale 70

65

in 60 trasformazione dell’industria

55 tutta l’industria

50 1970

1971

1972

1973

1974

1975

1976

1977

1978

1979

1980

1981

1982

1983

1984

1985

1986

1987

1988

1989

1990

1991

1992

1993

1994

1968

1969

1970

1965

1966

1967

1961

1962

1963

1964

1958

1959

1960

1955

1956

1957

1952

1953

1954

1951 vecchia serie a prezzi 1970 nuova serie a prezzi 1985

Fonte: elaborazioni su dati ISTAT e SVIMEZ.

94

Mariano Dantonio:ArticoloBase_conGrafici 2/15/2008 3:36 PM Page 95

L’industrializzazione del Mezzogiorno tra realtà e utopia

- Indicatori per Circoscrizione (Italia = 100)

Figura 4

Mezzogiorno

Centro

Circoscrizioni Nord-Est

Nord-Ovest

0 5 10 15 20 25 30 35 40 45 50

Esportazioni, 1991 -1993

Importazioni, 1991 -1993

Prodotto lordo, 1991 - 1993

Popolazione, 1991 95

Mariano Dantonio:ArticoloBase_conGrafici 2/15/2008 3:36 PM Page 96

Mariano D’Antonio Mezzogiorno e Centro-Nord:

Tabella 1 -

distribuzione percentuale del prodotto e dell’occupazione per settori (*)

(anni 1951-1994)

VALORE AGGIUNTO

Area Agricoltura Industria Costruzioni Totale Servizi Servizi non Totale

in senso industria destinabili destinabili

stretto alla vendita alla vendita

Mezzogiorno

1951 24,5 10,0 0,3 20,2 32,0 22,3 100

1960 18,3 13,4 13,4 26,8 35,0 20,0 100

1970 16,0 18,6 11,6 30,1 38,3 15,6 100

1980 9,1 16,8 9,9 26,7 46,3 17,9 100

1994 7,2 17,8 6,2 24,0 51,5 17,3 100

Centro-Nord

1951 13,8 24,0 6,3 30,4 38,7 17,1 100

1960 10,7 29,6 8,9 38,4 37,0 13,9 100

1970 7,0 34,9 7,6 42,5 39,6 10,9 100

1980 3,9 32,1 6,7 38,7 46,1 11,3 100

1994 3,5 31,7 5,1 36,8 50,0 9,7 100

OCCUPAZIONE

Area Agricoltura Industria Costruzioni Totale Servizi Servizi non Totale

in senso industria destinabili destinabili

stretto alla vendita all vendita

Mezzogiorno

1951 56,3 13,0 6,0 19,0 16,0 8,7 100

1960 43,5 15,0 10,7 25,7 20,2 10,6 100

1970 30,4 16,5 13,9 30,4 25,1 14,1 100

1980 22,9 15,7 10,5 26,2 32,2 18,7 100

1994 14,4 12,1 9,5 21,6 40,6 23,3 100

Centro-Nord

1951 36,8 26,1 5,7 31,8 22,4 9,0 100

1960 25,8 29,4 8,1 37,5 26,6 10,1 100

1970 13,2 34,1 8,9 43,0 30,9 12,9 100

1980 9,7 33,0 6,9 39,9 34,8 15,6 100

1994 6,1 25,1 6,3 31,4 44,8 17,7 100

(*) Il prodotto (valore aggiunto) è valutato a prezzi costanti del 1970 o del 1985; l’occupazione è misurata in

uomini-anno (fino al 1970) oppure in unità di lavoro (dal 1970 in poi).

Fonte: elaborazioni su dati ISTAT e SVIMEZ.

96

Mariano Dantonio:ArticoloBase_conGrafici 2/15/2008 3:36 PM Page 97

L’industrializzazione del Mezzogiorno tra realtà e utopia

- Saggi medi di crescita del valore aggiunto e dell’occupazione

Tabella 2 per Circoscrizione

MEZZOGIORNO

Voce Trasformazione Industria in Costruzioni Totale Tutta

Industriale senso stretto industria l’economia

Valore aggiunto

Anni

1951-1960 7,0 7,0 9,0 7,9 4,7

1960-1970 8,6 8,8 3,7 6,6 5,3

1970-1980 6,6 5,0 -0,3 2,7 3,4

1980-1994 2,1 2,2 -1,6 1,0 1,8

Occupazione

Anni

1951-1960 1,7 1,7 6,8 3,5 0,1

1960-1970 -0,2 -0,2 1,5 0,6 -1,1

1970-1980 2,1 2,1 -1,0 0,7 0,9

1980-1994 -1,9 -1,8 -0,7 -1,4 0,0

CENTRO-NORD

Voce Trasformazione Industria in Costruzioni Totale Tutta

Industriale senso stretto industria l’economia

Valore aggiunto

Anni

1951-1960 8,0 7,9 9,5 8,3 5,5

1960-1970 7,5 7,5 4,1 6,8 5,8

1970-1980 5,6 4,7 -0,2 3,6 3,7

1980-1994 2,0 1,9 0,0 1,6 2,0

Occupazione

Anni

1951-1960 2,1 2,1 4,6 2,6 0,7

1960-1970 1,3 1,3 0,8 1,2 -0,2

1970-1980 0,8 0,8 -1,6 0,3 1,1

1980-1994 -1,9 -1,8 -0,6 -1,6 0,1

Fonte: elaborazioni su dati ISTAT e SVIMEZ. 97

Mariano Dantonio:ArticoloBase_conGrafici 2/15/2008 3:36 PM Page 98

Mariano D’Antonio - Propensione a esportare per Regione e Circoscrizione

Figura 5

(esportazioni: valore aggiunto dei settori esposti in %) (anni 1991-1993)

ITALIA

Mezzogiorno

CA

PA

RC

PZ

BA

CB

PE

Circoscrizioni NA

Centro

RM

PG

e

Capoluogo FI

AN

Nord-Est

BO

per TS

Regioni VE

BZ

Nord-Ovest

MI

GE

AO

TO 0 10 20 30 40 50 60 70 80

Fonte: elaborazioni su dati ISTAT e SVIMEZ.

98


PAGINE

26

PESO

353.84 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Materiale didattico per il corso di Valutazione e finanziamento dei progetti del Prof. Alessandro Cataldo. Trattasi di un articolo di Mariano D'Antonio dal titolo "L’industrializzazione del Mezzogiorno tra realtà e utopia" pubblicato sulla rivista "Quaderni di Economia Italiana" n.4 - 2008, riguardante la situazione industriale e le ipotesi di industrializzazione del Mezzogiorno italiano.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in analisi economica delle istituzioni internazionali
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Valutazione e finanziamento dei progetti e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Cataldo Alessandro.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Valutazione e finanziamento dei progetti

Metodi di capital budgeting
Dispensa
Contabilità economico - patrimoniale
Dispensa
Fondi di Ricchezza Sovrana - Pasca di Magliano
Dispensa
Matematica finanziaria - Consiglio
Dispensa