Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Università degli Studi di Parma

Le immobilizzazioni immateriali

Classificazione delle immobilizzazioni immateriali

Oneri pluriennali Beni immateriali

Costi aventi utilità Beni aventi una

pluriennale che propria identificabilità

concorreranno alla e suscettibili di

futura produzione valutazione autonoma

di redditi Mancanza di

consistenza fisica

 

Necessità di consenso del Ammortamento in

Collegio Sindacale per l’iscrizione base alla residua

nello SP - ammortamento in possibilità di utilizzazione

massimo 5 esercizi - in vigenza di

ammortamento limiti distribuzione

dividendi 22 11

Prima iscrizione

Condizioni per la capitalizzazione dei costi:

1. costi effettivamente sostenuti

3. che non esauriscono la loro utilità nell’esercizio di

sostenimento

5. manifestano una capacità di produrre benefici

economici futuri 23

Prima iscrizione - limiti

Il valore d’iscrizione non può eccedere il

valore recuperabile

il valore maggiore tra:

valore realizzabile valore in uso

tramite l’alienazione 24 12

Gli oneri pluriennali

Spese di impianto e ampliamento

 Costi di avviamento di una nuova impresa o di una nuova

attività

 Costi di addestramento

 Costi di avviamento impianti

Spese di ricerca, sviluppo e pubblicità

 Ricerca di base & ricerca applicata

 Costi di sviluppo

 Costi di pubblicità 25

I beni immateriali

Diritti di brevetto e di utilizzazione opere dell’ingegno

- titolarità di un diritto esclusivo di

 Brevetti industriali sfruttamento

 Brevetti per modelli di utilità - recuperabilità dei costi

- determinazione attendibile del

costo per l’impresa

 Concessioni, licenze, marchi

 Immobilizzazioni in corso e acconti

 Altre immobilizzazioni immateriali 26 13

L’avviamento Definizione:

Attitudine di un’azienda a produrre utili in misura superiore a

quella ordinaria che derivi da fattori specifici che non hanno un

valore autonomo Rilevazione:

L’avviamento può essere iscritto nell’attivo con il consenso del

collegio sindacale, se acquisito a titolo oneroso, nei limiti del

costo per esso sostenuto e deve essere ammortizzato per un

periodo massimo di 5 anni (principi contabili: massimo 20 anni) 27

L’avviamento

Condizioni di iscrizione:

 Valore costituito da oneri e costi ad utilità differita nel tempo

 Valore quantificabile in quanto incluso nel corrispettivo pagato

 Non suscettibile di vita propria indipendente dal complesso

aziendale cui si riferisce

Valutazione:

Il valore da iscrivere in bilancio si determina per differenza fra il prezzo

complessivo sostenuto per l’acquisizione dell’azienda ed il valore

corrente attribuito agli altri elementi patrimoniali attivi e passivi che la

compongono 28 14

Principi Contabili Internazionali

Documenti di riferimento:

• IAS 36 (Riduzioni durevoli di valore)

• IAS 38 (Immobilizzazioni immateriali)

• IFRS 3 (Business Combinations)

Classificazione:

• IAS 1 29

Principi Contabili Internazionali

Principali differenze con i principi contabili nazionali:

 Spese di impianto e ampliamento NON

CAPITALIZZABILI

e spese di ricerca Metodo del

costo

 Metodo di valutazione

immobilizzazioni immateriali Metodo della

rideterminazione del

valore

 Immobilizzazioni immateriali a

vita utile indefinita NO

AMMORTAMENTO

(tra cui avviamento) 30 15

Università degli Studi di Parma

Il leasing

Il leasing

Documenti di riferimento:

• OIC 1 METODO

• Art. 2427 n. 22) Codice Civile PATRIMONIALE

METODO

• IAS 17 (Leasing) FINANZIARIO 32 16

Il leasing – metodo patrimoniale

METODO PATRIMONIALE informazioni in

(leasing contabilizzato come un nota integrativa

contratto d’affitto)

società concedente: società conduttrice:

- beni iscritti tra le - canoni di leasing a conto

immobilizzazioni economico

- beni ammortizzati - impegni derivanti dal

contratto nei conti d’ordine

- al termine del contratto

iscrizione del bene al valore

di riscatto 33

Il leasing – metodo finanziario

METODO FINANZIARIO

(leasing contabilizzato come un

contratto d’affitto)

società concedente: società conduttrice:

- credito v/ società - beni iscritti nelle attività

conduttrice - debito v/società di leasing

- ricavo per canoni nel passivo

- canoni a conto economico

e a riduzione del debito

- quote ammortamento dei

beni a conto economico 34 17

La valutazione dei beni in leasing – esempio 1

La società Alfa Leasing S.p.A. concede il locazione finanziaria un immobile alla società

Beta S.p.A., secondo le seguenti condizioni contrattuali:

 corresponsione di un canone di locazione annuo pari a 15.000 euro più IVA;

 versamento di un maxicanone iniziale pari a 48.000 euro più IVA;

 durata del contratto 24 mesi;

 valore di riscatto 380.000 euro.

Utilizzando il metodo patrimoniale, la società Beta S.p.A. imputa a conto economico il

canone di locazione annuale (15.000 euro più IVA) e l’importo totale del maxicanone;

nell’esercizio di stipula del contratto e di corresponsione del maxicanone il relativo

importo deve essere contabilizzato a conto economico per la quota di competenza

(determinata sulla base della durata del contratto), riscontando le quote residue in

funzione della durata residua del contratto. 35

La valutazione dei beni in leasing – esempio 1

La quota di competenza dell’esercizio del maxicanone è pari a:

48.000 euro/2 anni = 24.000 euro

La quota da stornare dal conto economico e da iscrivere nello stato patrimoniale sotto

la voce risconti attivi viene così calcolata:

Maxicanone iniziale 48.000 euro

Quota del maxicanone di competenza 24.000 euro

_________

Quota del maxicanone da stornare 24.000 euro (risconti attivi)

Tra i conti d’ordine del bilancio di Beta S.p.A. è opportuno evidenziare il valore

attribuibile ai canoni di leasing ancora da corrispondere ad Alfa S.p.A.

Nell’esercizio in cui il contratto di leasing ha termine e il bene viene riscattato, la Beta

S.p.A. iscrive il bene nell’attivo patrimoniale ad un valore pari al prezzo di riscatto,

quindi ad euro 380.000. 36 18


PAGINE

19

PESO

177.08 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

L'appunto analizza i due tipi di immobilizzazioni, materiali e immateriali (elementi patrimoniali destinati ad essere utilizzati “durevolmente” nello svolgimento della gestione). Vengono trattati i casi di ammortamento e svalutazione delle stesse. In seguito si trattano le varie fasi della loro utilizzazione (valutazione iniziale, formazione del costo, spese di manutenzione) e i principi contabili internazionali in materia.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in economia e management
SSD:
Università: Parma - Unipr
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Contabilità e bilancio e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Parma - Unipr o del prof Azzali Stefano.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Contabilità e bilancio

Contabilità e bilancio - la struttura e il contenuto del bilancio di esercizio
Dispensa
Contabilità e bilancio - le finalità ed i principi generali del bilancio d'esercizio
Dispensa
Bilancio di esercizio - Finalità
Dispensa
Imposte
Dispensa