Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali A.A. 2011/2012

LA GOVERNANCE DEI GRUPPI AZIENDALI

Ci sono però altri soggetti portatori di che si affiancano a capitale e

contributi

lavoro. La loro possibilità di partecipazione dipende strettamente dalla

rilevanza degli interessi facenti capo alle diverse categorie di persone.

Differenti soggetti Differenti contributi

coinvolti apportati

Azionisti e investitori

Capitale di Capitale di

rischio debito

Legittimità Beni pubblici Stato e

Impresa

Collettività enti locali

Lavoro/servizi Beni

Prezzo Lavoro

Clienti Fornitori

Dipendenti

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 11

LA GOVERNANCE DEI GRUPPI AZIENDALI

Differenti soggetti Differenti contributi Differenti ricompense attese

coinvolti apportati ricompense monetarie soddisfazione di bisogni

dirette e indirette personali

conferenti capitale interessi economici: adeguata remunerazione e

apprezzamento dell’investimento effettuato

conferenti lavoro retribuzione delle prestazioni, certezza e stabilità

dell’occupazione, versamento di contributi previdenziali e assistenziali e

opportunità di crescita professionale

clienti qualità e affidabilità nei prodotti e servizi e convenienza nelle

condizioni di scambio

fornitori solvibilità e continuità nelle forniture

Stato e enti pubblici tributi e una proficua collaborazione per il territorio

collettività variegata serie di aspettative, diverse in relazione all’impatto

che l’azienda ha sulla zona: dall’attesa di beni e servizi, all’occupazione, al

progresso economico del territorio, al rispetto ecologico, ambientale e

culturale dello stesso

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 12

Furlotti Katia 6

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali A.A. 2011/2012

LA GOVERNANCE DEI GRUPPI AZIENDALI

Differenti soggetti Differenti ricompense attese

coinvolti Azionisti e investitori

Interessi/

Reddito/ apprezzamento

apprezzamento dell’investimento

dell’investimento

Beni Tasse Stato e

Collettività Impresa

Opportunità/ Opportunità per il enti locali

occupazione territorio

Prezzo e continuità nelle

Salario/ stabilità forniture

Beni di qualità e dell’occupazione/

affidabilità crescita

professionale Fornitori

Clienti Dipendenti

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 13

LA GOVERNANCE DEI GRUPPI AZIENDALI

Differenti soggetti Differenti contributi Differenti ricompense attese

coinvolti apportati

Azionisti e investitori

Capitale di Reddito e

rischio e di interessi

debito Tasse/opportunità

Legittimità Stato e

per il territorio

Collettività enti locali

Impresa Beni pubblici

Beni/occupazione Prezzo/

Salario / Lavoro continuità

Prezzo stabilità

Beni/ Beni

qualità

Clienti Fornitori

Dipendenti

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 14

Furlotti Katia 7

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali A.A. 2011/2012

LA GOVERNANCE DEI GRUPPI AZIENDALI

Nel lungo termine, le imprese devono creare un equilibrio tra il

contributo offerto e il compenso ricevuto da ogni stakeholder

dell'impresa.

Gli stakeholder insoddisfatti della relazione possono infatti:

- ridurre la quantità o qualità del loro contributo;

- abbandonare l’impresa;

- impegnarsi per modificare la situazione a loro vantaggio.

È comunque difficile realizzare un equilibrio perché:

- non è semplice misurare il contributo fornito da ogni stakeholder;

- le persone possono comportarsi in modo opportunistico.

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 15

LA GOVERNANCE DEI GRUPPI AZIENDALI

Per gestire – mantenendo in equilibrio – soggetti, contributi e

ricompense è necessario impostare meccanismi di governo:

strumenti istituzionali idonei a regolare i problemi di appartenenza

alla struttura, di remunerazione e di rappresentanza dell’azienda

meccanismi e strutture che guidano le modalità di partecipazione

dei diversi interlocutori alle scelte strategiche e istituzionali

dell’impresa

la presenza di numerosi soggetti interessati e coinvolti nella realtà

aziendale non implica automaticamente la loro possibilità di

intervenire nella gestione

Definizione di un buon sistema di corporate governance

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 16

Furlotti Katia 8

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali A.A. 2011/2012

LA GOVERNANCE DEI GRUPPI AZIENDALI

Struttura di governance articolata in:

Organo espressione della ASSEMBLEA

proprietà CONSIGLIO DI

Organo deputato alla AMMINISTRAZIONE

gestione

Organo deputato al COLLEGIO SINDACALE

controllo della gestione

!!! Attenzione modelli alternativi introdotti da D.Lgs 6/03 !!!

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 17

LA GOVERNANCE DEI GRUPPI AZIENDALI

Il D.Lgs 6/03 (Riforma Vietti) ha introdotto a fianco del

sistema tradizionale di amministrazione e controllo

due modelli alternativi.

Le società possono scegliere di applicare:

modello modello

modello dualistico monistico

tradizionale

Il sistema di controllo tradizionale è il sistema ad applicazione

automatica e naturale, salvo diversa previsione dello statuto .

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 18

Furlotti Katia 9

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali A.A. 2011/2012

LA GOVERNANCE DEI GRUPPI AZIENDALI

amministratore unico o consiglio di amministrazione

Gestione: collegio sindacale

Controllo non contabile:

Sistema un revisore (ma nelle spa non quotate e non

Controllo contabile:

tradizionale tenute al consolidato il controllo contabile può essere affidato al

collegio sindacale purché tutti i sindaci siano revisori contabili

Assemblea degli

azionisti Revisore o società di

Amministratore unico revisione (deroga di

o Consiglio di Collegio Sindacale cui all’art. 2409-bis

Amministrazione c.c.)

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 19

LA GOVERNANCE DEI GRUPPI AZIENDALI

consiglio di gestione (almeno 2 componenti)

Gestione: consiglio di sorveglianza

Controllo non contabile:

un revisore (senza possibilità di collegio)

Controllo contabile:

Sistema Il consiglio di sorveglianza ha anche molte attribuzioni che nel

dualistico sistema tradizionale sono proprie dell’assemblea (nomina e revoca

amministratori, approva il bilancio, promuove l’azione di

responsabilità)

Assemblea degli

azionisti

Consiglio di Revisore o società

Sorveglianza di revisione

Consiglio di

Gestione

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 20

Furlotti Katia 10

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali A.A. 2011/2012

LA GOVERNANCE DEI GRUPPI AZIENDALI

consiglio di amministrazione (no amministratore

Gestione:

unico)

Sistema comitato per il controllo sulla gestione

Controllo non contabile:

monistico costituito entro il consiglio di amministrazione

un revisore

Controllo contabile:

Assemblea degli

azionisti

Consiglio di Revisore o società

Amministrazione di revisione

Comitato per il controllo sulla gestione

(interno al consiglio di

amministrazione)

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 21

LA GOVERNANCE DEI GRUPPI AZIENDALI

Gli assetti di governance assumono una rilevanza particolare nei

contesti caratterizzati da

netta separazione

coloro che hanno la proprietà coloro che controllano

dirigenti che svolgono le attività e

assumono le decisioni per

imprenditore azionista socio guidare, gestire e governare le

risorse aziendali

problematiche e difficoltà legate ai conflitti, contratto di agenzia

potenziali ed effettivi fra dirigenti e proprietari

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 22

Furlotti Katia 11

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali A.A. 2011/2012

LA GOVERNANCE DEI GRUPPI AZIENDALI

Alcune circostanze alterano la natura fiduciaria del rapporto

e possono generare inefficienze nel sistema di governo e

nella tutela degli interessi coinvolti:

1. le due parti possono essere animate da interessi non

coincidenti e in alcuni casi collocarsi in posizioni conflittuali e

contrapposte: interesse di lungo periodo

PROPRIETARIO remunerazione mantenimento o

periodica incremento del valore

dell’investimento

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 23

LA GOVERNANCE DEI GRUPPI AZIENDALI

MANAGEMENT interesse più di breve periodo

buona stabilità e

retribuzione sicurezza della

posizione

acquisita

possibilità di

godere di benefits prestigio

personale

valorizzazione ruolo manageriale di elevato

della propria comando potere

professionalità gestionale

Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali 24

Furlotti Katia 12


PAGINE

16

PESO

1.09 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

L'appunto analizza le Governance dei gruppi aziendali. Nello specifico i temi analizzati sono: 1)Definizione di corporate governance (sistema delle regole secondo le quali le imprese sono
gestite e controllate)
2) Assetti istituzionali e governo aziendale
3) Come si articola una struttura di governance
4) La teoria agenzia


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in economia e management
SSD:
Università: Parma - Unipr
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Parma - Unipr o del prof Furlotti Katia.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Economia dei gruppi e delle concentrazioni aziendali

Strumenti di RSI
Dispensa
Aggregazioni aziendali - Fondamenti economici
Dispensa
Gruppi aziendali - Cenni introduttivi
Dispensa
Gruppi aziendali
Dispensa