Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Oggetto del controllo normativo sono le leggi organiche (di cui all’art.81 Cost.), le leggi

ordinarie, gli atti aventi forza di legge, i trattati internazionali ed i regolamenti delle due camere.

N.B.: SENTENZE: la sentenza con cui il TC dichiara l’incostituzionalità di una norma con f. di

legge (sentencia estimatoria) ha valore erga omnes ed ha effetto retroattivo nel senso che la

dichiarazione di nullità della norma incostituzionale si fa risalire al momento della sua entrata in

vigore, con il solo limite dei rapporti esauriti. La sentenza di rigetto (sentenza desestimatoria) è

vincolante per le sole parti del giudizio a quo (ciò accade nel giudizio proposto tramite la

cuestion de incostitucionalidad (b). Se invece il rigetto avviene al termine di un giudizio su

ricorso (a) non è possibile riproporre successivamente ricorso analogo per violazione del

medesimo precetto costituzionale (si potrà eventualmente riproporre la questione, ma attraverso

il giudizio incidentale, tramite la questione di incostituzionalità)

c) Controllo sulla costituzionalità dei trattati, accordi, convenzioni internazionali: è un controllo di

tipo preventivo che riguarda trattati in attesa di ratifica. Se il TC adotta una “declaracion”

ovverosia una decisione che attesta la non conformità a Costituzione, il trattato non può essere

ratificato.

d) Art.161 Cost.: il governo nazionale può impugnare con ricorso un atto normativo delle Comunità

autonome: in questo caso l’impugnativa produce la sospensione dell’atto che dovrà essere

ratificata o eliminata dal TC al massimo entro 5 mesi.

2) Recurso de amparo e tutela giurisdizionale dei diritti fondamentali.

Il ricorso diretto del singolo ha natura di rimedio sussidiario, nel senso che non è possibile adire

il giudice costituzionale direttamente prima che siano stati esperiti tutti i rimedi giurisdizionali

ordinari. Sono impugnabili atti del potere legislativo, del potere esecutivo e del potere

giudiziario: tra gli atti del potere legislativo non è però ricompresa la legge, in quanto l’unica via

per arrivare ad una pronuncia del TC su un legge è quella del recurso de incostitucionalidad

( vedi supra sub 1. a).

Soggetti ricorrenti: l’amparo può essere presentato dal Ministerio publico, dal Defensor del

pueblo (difensore civico) e da persone fisiche e/o giuridiche.

Non tutti i diritti fondamentali sono giustiziabili: l’art.53 Cost. richiama il principio di cui

all’art.14 (principio di eguaglianza) , dei diritti di libertà previsti nella sez. I del capitolo II (artt.

15-29) accanto alla obiezione di coscienza (art.30 Cost.). RESTANO FUORI i diritti economici

ed i diritti sociali.

Procedimento: occorre dapprima verificare se ci sono i presupposti per l’ammissibilità del

ricorso. Prima della riforma, solo la Sala del TC (6 membri) poteva pronunciarsi sull’

inammissibilità del ricorso quando fosse stato presentato fuori termine ovvero fosse carente la

sostanza costituzionale del ricorso: con una prima riforma della legge organica sul TC (la cd.

LOTC ) nel 1988 è stata introdotta la possibilità per la sezione (3 giudici) di rigettare il ricorso se

il risultato della votazione è di 2 contro 1 (la sezione delibera con ordinanza a motivata, dopo

aver sentito le parti).

Con la riforma del 2007 è stato introdotto un requisito di tipo positivo: in altre parole, non basta

più solo che l’amparo non sia carente sotto il profilo dei presupposti (giudizio in negativo

sull’ammissibilità), ma occorre che l’amparo presenti il presupposto della “especial

trascendencia constitucional”, ovverosia si dimostri (in positivo) l’esistenza di questo peculiare

valore (tenore, rilievo) costituzionale della lesione lamentata nel ricorso. In altre parole rileva

l’impatto della lesione nel sistema costituzionale e non più solo la prospettiva soggettiva del

soggetto che lamenta la lesione di un suo diritto fondamentale: si va dunque verso una

progressiva “oggettivizzazione” della difesa della costituzionalità del sistema, nell’ottica di far

valere la supremazia normativa della Costituzione.

3.Conflitti

a) Conflitti territoriali: conflitto tra lo stato nazionale e le comunità autonome avente ad oggetto atti

sub legislativi presentato per rivendicare un potere (conflitto positivo) ovvero per negare e

contestare la competenza in ordine all’adozione di un determinato atto (conflitto negativo).

b) Conflitto tra poteri dello Stato: possono ricorrere le due camere del parlamento (Congresso e

Senado) , il governo ed il potere giudiziario (il TC non è un potere che può essere coinvolto in

un giudizio per conflitto)

c) NEL 2000, mediante una riforma della legge organica sul TC, è stato introdotto un particolare

tipo di “conflitto” a difesa delle competenze riconosciute alle autonomie locali (comuni e

province): questa riforma si inserisce nella tendenza ormai globale del multilevel

constitutionalism, all’interno del quale operano diversi livelli di governo (statale, regionale e

locale) nella produzione del diritto, livelli che reclamano spazi per rivendicare le rispettive

competenze. La possibilità per il livello di governo locale di adire il TC è giustificata dalla

logica della sussidiarietà verticale in nome della quale è il livello locale quello più vicino ai

cittadini e quindi meglio in grado di assolvere a tutta una serie di funzioni.

Il recurso de amparo nel quadro della giustizia costituzionale spagnola.

L’antecedente storico dell’amparo è quello previsto già nella Costituzione dello JUCATAN

(Mexico) del 1841. La Cost. della II repubblica spagnola (1931) ha recepito tale istituto che poi

è stato confermato dalla Cost. del 1978 (art.53).

E’ un rimedio per garantire la tutela dei diritti fondamentali, anche se non tutti i diritti

fondamentali possono essere garantiti mediante tale strumento (restano fuori i diritti economici

ed i diritti sociali). E’ un rimedio eccezionale, straordinario e attraverso la tutela dei diritti

fondamentali consente di far valere la forza normativa delle prescrizioni costituzionali, ed è

quindi uno strumento di tutela oggettiva della costituzione spagnola. Il presupposto per il ricorso

in questione è la lesione di un diritto fondamentale da parte di un pubblico potere (organo dello


PAGINE

6

PESO

79.96 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
Università: Perugia - Unipg
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto Costituzionale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Perugia - Unipg o del prof Cassetti Luisa.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto costituzionale

Giustizia costituzionale in Argentina
Dispensa
Abolizione pena di morte
Dispensa
Ammissione Referendum abrogativo- C. Cost. n. 16/78
Dispensa
Commento alla sent. C.Cost. n. 200/06 in tema di Grazia
Dispensa