Che materia stai cercando?

Giudizio estetico riflettente Appunti scolastici Premium

Questo materiale didattico si riferisce al corso di Filosofia teoretica tenuto dalla professoressa Renata Viti Cavaliere. Nel giudizio di gusto, è il sentimento, lo stato d'animo che precede il giudizio sull'oggetto. Quindi non con ciò che produce l'oggetto, ma con lo stato sentimentale connaturato al pensiero ha dunque a che fare il giudizio... Vedi di più

Esame di Filosofia teoretica docente Prof. R. Viti Cavaliere

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Il Giudizio Estetico Riflettente, Renata Viti Cavaliere « Filosofia Teoret... http://www.federica.unina.it/lettere-e-filosofia/filosofia-teoretica-lm/gi...

Home

« 6/9

»

Renata Viti Cavaliere » 8) Il Giudizio Estetico

Riflettente

Il sentimento di piacere puro

Secondo il terzo momento dell'Analitica dei giudizi di gusto il piacere del bello, in quanto frutto di una contemplazione l

Wohlgefallen, Lust, sentimento di piacere puro – senza concetti, godimenti o desiderio – che trova nel fenomeno solo la

Libera, dunque, ma nello stesso tempo conforme a leggi, indipendente e insieme finale, spontanea e purtuttavia sempre i

La bellezza come riflesso di uno stato interiore

Definendo la bellezza come riflesso di uno stato interiore, come rispecchiamento di una coordinazione equilibrata dei po

L'estetica empirista, pur rilevante per la messa in risalto della connessione che tutte le nostre rappresentazioni hanno con

Universalità soggettiva

Per comprendere la distanza critica tra la dottrina trascendentale del giudizio

Com'è possibile attribuire universalità a un giudizio dotato di un fondamento e

Universalità soggettiva (segue)

Nel § 9 dell'Analitica del Bello si legge un'importante annotazione nella quale

Il giudizio di gusto è un giudizio estetico in cui la riflessione si occupa dello st

C. D. Friedrich, Viandante sul mare di

nebbia, 1818 (Kunsthalle, Amburgo). Sentimento e giudizio

Tratta da: wikipedia Nel giudizio di gusto, è il sentimento, lo stato d'animo che precedere il giudizio

Sentimento e giudizio (segue)

In primo luogo: il sentimento, lungi dall'essere il risultato dell'incontro con gli oggetti, esprime invece quella capacità più

in secondo luogo: questo sentimento, è anche una preziosa informazione circa la disposizione assunta dalle facoltà; è la c

Glossario

Diamo di seguito alcune definizioni sintetiche delle nozioni salienti nella parte del corso che con questa lezione si sta chiu

scambio tra le facoltà o articolazione tra le facoltà legame o ponteggio tra le attività del pensier

AUTO-AFFETTIVITÀ:

1 di 2 26/10/2011 12:48


PAGINE

2

PESO

150.48 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Questo materiale didattico si riferisce al corso di Filosofia teoretica tenuto dalla professoressa Renata Viti Cavaliere. Nel giudizio di gusto, è il sentimento, lo stato d'animo che precede il giudizio sull'oggetto. Quindi non con ciò che produce l'oggetto, ma con lo stato sentimentale connaturato al pensiero ha dunque a che fare il giudizio estetico riflettente, ed è per questo che esso può assurgere a una certa universalità: se le condizioni soggettive sono universali – e lo sono in quanto esse sono quelle condizioni che presiedono all'attuazione di una conoscenza in generale – sarà universale, e dunque comunicabile, anche lo stato d'animo – il sentimento di piacere, in questo caso – ad esse strutturalmente connesso. Il sentimento, lungi dall'essere il risultato dell'incontro con gli oggetti, esprime invece quella capacità più complessa e sfaccettata in grado di dare voce allo stato affettivo e auto-affettivo che connota costitutivamente il pensiero kantiano. questo sentimento, è anche una preziosa informazione circa la disposizione assunta dalle facoltà; è la capacità di giudicare preventivamente sulle condizioni soggettive che presiedono a un possibile futuro giudizio.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in filosofia
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Filosofia teoretica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Napoli Federico II - Unina o del prof Viti Cavaliere Renata.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Filosofia teoretica

Ipotesi ontologica I
Dispensa
Giudizio in Hannah Arendt
Dispensa
Fedro di Platone I
Dispensa
Filosofia teoretica I: definizione
Dispensa