Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

1°Paradosso: le organizzazioni "maschili" istituzionalizzano gli interessi

degli uomini e i valori maschili, svalutando il femminile, ma hanno

aiutato le donne ad uscire dal privato→ sono diventate l'arena pubblica in

cui sono negoziate le relazioni di genere

2°Paradosso: repressione degli istinti che permette una maggiore

libertà è parte del processo di civilizzazione: su esso poggia il

cambiamento delle relazioni di genere →

Le culture organizzative sono sessuate pretendono di non esserlo per un

impegno morale verso un'etica dell'universalità.

Ma dietro la razionalità dell'organigramma è presente un drago,

l'inconscio dell'organizzazione (cfr. Simbolo della Standing Conference on

Organizational Symbolism 8

9

Il dragone è maschio o femmina?

E' una bestia a 5 teste ( cultura, costruzione di significati,

simbolismo, psicodinamica, ideologia) che si può combattere o

addomesticare (modo maschile) o ingraziare (modo femminile).

I funzionalisti ignorano il genere→ addomesticano il drago,

 considerando il sesso una variabile tra le altre.

Gli studi fit in ( sono

 che consigliano alle donne come far carriera)

inconsapevoli della contraddizione tra dichiarate pari oppor-

tunità e avvertenze sulla difficoltà di adattarsi alle org. .

10

Approcci "duri" come gli studi sulla segregazione

 evidenziano la presenza di mestieri maschili e femminili che

cambiano nel tempo (es magistrato e giornalista) e nello spazio

(medico).

Alcuni mestieri, come le hostess cooptano le caratteristiche di

 genere e anche le abilità sessuali.

Modelli di essere al lavoro in veste maschile o femminile

dipendono dalle caratteristiche del posto, tanto quanto da

quelle della persona.

Cultura, genere e potere sono intimamente uniti→ è difficile

concettualizzarli per la loro pervasività ed elusività delle loro

definizioni in relazione e contrasto con la natura→ gli universi

simbolici sono inevitabilmente ambigui 11

La metafora delle nozze alchemiche

Epitaffio medievale noto come enigma di Bologna:

Elia Lelia Crispide, né uomo né donna, né androgina né

fanciulla, né giovane né vecchia, né casta né meretrice, né pudica

ma tutto …. Non riposa né in cielo, né nell'acqua, né in terra ma

ovunque…

Questo è un sepolcro che non contiene alcun cadavere… Ma

cadavere e sepolcro sono un'unica e medesima cosa

È fondato sulla negazione della dicotomia maschile femminile, che

in modo oscuro contravviene al principio di non contraddizione per

parlare di una inestricabile congiunzione 12

La metafora delle nozze alchemiche

proviene da una rielaborazione di Jung delle intuizioni

dell'alchimia a fini psico­analitici: animus e anima

inestricabilmente unite nel formare l'identità, così come i 4

elementi (aria, acqua, terra e fuoco) producono l'unità del

mondo

L'uso delle metafore serve per aggirare il

 pensiero basato sulle antitesi e analizzare i

diversi modelli di femminilità oscurati dai

Women's Studies e presenti nelle

organizzazioni 13

Archetipi di femminilità Dinamiche familiari

Dee vergini: Artemide Indipendenza: Sorellanza

femminile separazione dagli U

come Atena Pensiero razionale Relazione

separazione fem: identificazione padre- figlia

Estea Autonomia fem.: Zia zitella

distacco

Dee vulnera- Era Amicizia femminile Moglie

bili: femminile Madre

Demetra Nutrice

come Persefone Dipendenza fem. e Madre/figlia e

inseparabilità forza ciclica di figlia/madre

rinnovamento

Altro esempio di come liberarsi della logica degli opposti è il

concetto di doppia presenza, constatazione di una realtà e obiettivo

sociale secondo la definizione di Laura Balbo 14


PAGINE

16

PESO

983.49 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Questa lezione fa riferimento al corso di Sociologia dell'organizzazione, tenuto dalla Prpf.ssa Rella. Si prosegue con il discorso sui concetti di genere e organizzazione e nello specifico con Gherardi (approccio morbido alle organizzazioni) e l'ambiguità del genere: la metafora delle nozze alchemiche e gli archetipi di femminilità.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze e tecnologie della comunicazione (POMEZIA, ROMA)
SSD:
Docente: Rella Piera
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di SOCIOLOGIA DELL’ORGANIZZAZIONE e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Rella Piera.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Sociologia dell’organizzazione

Nuovi lavori, nuovo welfare I parte- Paci
Appunto
Femminismo
Dispensa
Organizzazioni - Approcci "Duri" e "Morbidi"
Dispensa
Nuovi lavori, nuovo welfare II parte- Paci
Appunto