Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Funzioni di prestazioni: Servizi pubblici

L’interesse pubblico viene curato mediante lo

svolgimento di attività materiali con le quali sono

erogate prestazioni alla popolazione

• Rilievo giuridico della nozione

• Tipologie e nozione di servizio pubblico

- Servizi a fruizione collettiva

- Servizi a fruizione individuale

• Atti inerenti i servizi pubblici a fruizione individuale e

relative posizioni soggettive

• Apparati organizzativi mediante i quali sono

assicurati i servizi pubblici a fruizione individuale

Rilievo giuridico della nozione di servizio

pubblico

• Rilievo penale; art 357-358 c.p.

• Rilievo per il diritto di sciopero: l. 1990 n. 146

(servizi pubblici essenziali)

• Rilievo per la tutela giurisdizionale: art 33 d.lgs.

1998 n. 80 (giurisdizione esclusiva)

• Rilevo costituzionale: art 43 (pubblicizzazione)

Servizi a fruizione collettiva (se ne parla

per completezza)

• Le prestazioni sono rese alla popolazione nel

suo complesso (difesa, protezione civile)

• I servizi sono organizzati e le prestazioni sono

prodotte direttamente dalla amministrazione: il

modello ministeriale e semmai la presenza delle

agenzie (per la protezione civile, per le industrie

della difesa)

• Interesse individuale a fruire di tali servizi non è

tutelato giuridicamente ma soltanto mediante

partecipazione politica

Servizi a fruizione individuale

Servizi economici o di interesse economico

• Nozione UE: attività che si prestano a sfruttamento

economico e quindi ad attività di impresa.

Altra nozione: prestazioni standardizzate suscettibili

di essere prodotte con tecniche industriali in quando

dirette a soddisfare esigenze omogenee meglio

parlare di servizi industriali

• Modello tradizionale (nozione soggettiva): assunzione

da parte pubblici poteri e gestione diretta (impresa

pubblica) o indiretta (concessione) con esclusione di

fatto o di diritto (art 43) dell’iniziativa privata;

conflittualità con artt 86 TCE e con direttive

liberalizzazione (art 52 e 53 TCE)

Servizi a fruizione individuale

• Reimpostazione della questione

- A causa sussidiarietà orizzontale si può

parlare di servizio pubblico soltanto in

presenza di fallimento del mercato

• Modalità di instaurazione del vero e

proprio servizio pubblico

- Affidamento a privati

(Segue): Servizi a fruizione individuale

- Affidamento ad impresa pubblica: principio

sussidiarità dovrebbe limitare questa soluzione ad

ipotesi di mancanza di privati disponibili

• Art 86, c. 2, TCE

- concorrenza nel mercato: riserva, aiuti

- concorrenza per il mercato: l’ipotesi di servizi in

house

• Molteplicità dei possibili ruoli dei pubblici poteri

(garanti del servizio, proprietari di imprese produttrici

delle prestazioni, regolatori delle attività) e possibile

conflittualità di tali ruoli: amministrazioni indipendenti

per la regolazione

(Segue): Servizi a fruizione individuale

Servizi sociali

• Nozione

- Prestazioni rivolte a soddisfare esigenze non

omogenee e quindi non standardizzabili e non

suscettibili di essere prodotte con tecniche industriali:

servizi alla persona

- Attività che possono essere svolte per finalità non

economiche (etiche, religiose) ma anche economiche

• Differente impostazione della questione

- Indifferenza dell’ordinamento comunitario

- Cost. considera ipotesi che ad indurre a svolgere

queste attività siano finalità non economiche, per cui,

oltre ad agevolare tali ipotesi (ONLUS) garantisce

regime libertà ben maggiore dell’art 41, c. 1, Cost (art

33, c. 2, 3 e 4; art 38)

(Segue): Servizi a fruizione individuale

- Intervento pubblici poteri vi deve essere a

prescindere dal fallimento del mercato: intervento

che non può avvenire in forma di regolazione, bensì

in forma di vero e proprio servizio pubblico (art 32, c.

1; 33, c. 2; 34, c. 2 e 3; 38, c. 4); non sussidiarietà

ma coesistenza pubblico e privato

Servizi burocratici

• Si pensi ad una autorizzazione: rispetto ad essa il

destinatario dell’atto ha interesse ad ottenerla, ma ha

anche interesse a ricevere una risposta, quale che

sia, in tempi brevi ed a costi ragionevoli l’attività

burocratica può configurasi come servizio pubblico

(bisogni creati da pubblici poteri)

• Ordinamento prende in considerazione il secondo

dei due interessi e giunge così a configurare l’attività

burocratica come servizio pubblico:

(Segue): Servizi a fruizione individuale

• Gli strumenti

- responsabile del procedimento

- termine di conclusione del procedimento

- semplificazione

- sportelli unici

- l’informatizzazione


PAGINE

21

PESO

55.22 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

La dispensa fa riferimento alle lezioni di Diritto Amministrativo I, tenute dal Prof. Antonio Brancasi nell'anno accademico 2011.
Nella presentazione vengono affrontate le funzioni di prestazioni, in particolare: servizi pubblici, servizi a fruizione collettiva (es. difesa), servizi a fruizione individuale (es. servizi sociali, burocratici), contratti d'utenza, messa a disposizione di beni pubblici.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
Università: Firenze - Unifi
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto Amministrativo I e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Firenze - Unifi o del prof Brancasi Antonio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto amministrativo i

Diritto amministrativo - Fonti
Dispensa
Procedimento amministrativo
Dispensa
Organizzazione
Dispensa
Riassunto esame Diritto Amministrativo I, prof. Marzuoli, libro consigliato Diritto delle Amministrazioni Pubbliche di Sorace
Appunto