Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

implicitamente si promette il disvelamento, tale limite, tale manchevolezza, tale “ingiustizia” sono

solo apparenti, dato che indicano in realtà un’altra via del sapere scientifico, le cui caratteristiche

metodologiche non coincidono con quelle della scienza naturale positiva - per esempio,

dell’astronomia, da Freud introdotta come termine di paragone e da cui nessuno si attende un

progresso lineare privo di confini, oltre i quali le conoscenze astronomiche diventano, ad un certo

stadio delle conoscenze, “nebulose”, com’è ovvio che siano se il progresso del sapere astronomico

deve condurre indefinitamente dal noto all’ignoto? La “nebulosità” del sapere psicologico

psicoanalitico è diversa, al tempo stesso più radicale, più necessaria e insuperabile, e soprattutto più

inquietante, meno accettabile perché non destinata ad essere superata nel progresso del sapere, per

un verso; ma è anche tale, per altro verso, da far sperare a chi non si sia invaghito dell’immagine

dell’infinita progressività del sapere razionale, ed accetti invece un modello circolare di esso in cui

l’intensità e l’approfondimento e quindi una razionalità più ampia, immaginativa, contano più

dell’estensione sistematizzante, che il difetto si volga in vantaggio.

Freud non lo dice, ma lascia intendere molto bene con il suo stesso silenzio che valga la pena di

sopportare le frustrazioni scientifiche offerte dalla “scienza dell’anima”, perché è in lei, e non in

altre scienze, che è in gioco il destino conoscitivo degli esseri umani che tutti noi siamo, in quanto

miriamo a sapere di noi stessi. La contropartita di queste frustrazioni è nella consapevolezza, da

Freud lasciata inesplicita ma silenziosamente presente nel suo stile ‘a due livelli’ (mai fidarsi

sempre e solo di quel che Freud dice esplicitamente!), che proprio se ci si basa su limiti,

manchevolezze e “ingiustizie” conoscitive della “scienza dell’anima”, sui suoi difetti, si ottengono i

risultati di sapere che la razionalità lineare e senza lacune, senza ostacoli, priva del bisogno di

ricorrere alla “speculazione” immaginativa, delle altre scienze non consentirebbero di attingere.

Si apre così la questione del modo del logos, del pensiero della psiconalisi, e della sua peculiarità. È

questo l’oggetto al tempo stesso prioritario e privilegiato della riflessione, quello che consente di

definire la fisionomia del terreno epistemologico in cui ci muoviamo. Esso è tale per lo

psicoanalista, ma lo è forse ad ancora maggior ragione per chi pratica la filosofia e riflette sulla

scienza psicoanalitica. Nel momento stesso in cui si apprendono dalle parole di Freud i contenuti

del sapere psiconalitico che l’analista utilizza professionalmente, si accetta anche la sua ingiunzione

di accettare l’“ingiustizia” di un sapere che mentre offre i suoi oggetti alla conoscenza, vive di una

mancanza costitutiva, e soffre dell’inidoneità non solo al raggiungimento del livello medio di

certezza dei contenuti del sapere scientifico, ma assai più nettamente dell’inidoneità dell’uomo di

svolgere “ricerca scientifica”. Pur annunciato come al solito con la sobrietà stilistica che è propria

di Freud, l’avvertimento circa l’intrinseca dinamica della ricerca psicologica che conduce verso il

limite del proprio potere conoscitivo e verso la necessità della definizione di una sua via scientifica

2


PAGINE

4

PESO

54.26 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Questa dispensa si riferisce alle lezioni di Filosofia morale, tenute dal Prof. Francesco Saverio Trincia nell'anno accademico 2011 e consiste in una introduzione al corso in cui viene trattato il tema di Freud e la filosofia attraverso la lettura di alcuni brani dell'introduzione alla psicoanalisi.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in filosofia
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Filosofia morale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Trincia Francesco Saverio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Filosofia morale

Filosofia morale - Hegel - Appunti
Appunto
Stevenson, Charles L.
Dispensa
Wittgenstein, Ludwing
Dispensa
Corso su Rousseau
Appunto