Che materia stai cercando?

Formazione e PA - Nuove tecnologie Appunti scolastici Premium

Questa dispensa si riferisce alle lezioni di Formazione e Pubblica Amministrazione, tenute dalla Prof.ssa Franca Gizzi nell'anno accademico 2010 e tratta in generale i seguenti argomenti:
[list]
I processi di cambiamento nella Pubblica Amministrazione ed i conseguenti modelli organizzativi.
I nuovi paradigmi deI lavoro pubblico.
La... Vedi di più

Esame di Formazione e pubblica amministrazione docente Prof. F. Gizzi

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

I MECCANISMI

DELL’APPRENDIMENTO ORGANIZZATIVO

Acquisire

Ricordare Fare Interpretare conoscenze

Memoria •Learning by doing •Organizzazione come •Intelligence rispetto

.

organizzativa come network di messaggi

•Routine all’ambiente esterno

nesso individui- •Immagini individuali e

•Regole, decisioni, •Imitazione e

organizzazione norme,credenze, mappe collettive come innovazione

• Difesa dell’entropia paradigmi,conoscenze media •Ruolo della R&S

(turn-over, dell’apprendimento

•Coordinamento •Innovazione come

reclutamento) organizzativo

•Controllo ricombinazione di un

• Struttura dei ruoli •Modelli mentali repertorio di routine:

•Tregua

• Funzione del •Frames •Variazione

•Socializzazione

disapprendimento •4 tipi di •Selezione

•Formazione interpretazione

• Archivi, EDP •Ritenzione

•Imitazione ambientale

•Curve di esperienza

•Prova ed errore

Elaborazione M. Tomassini da “Alla ricerca dell’organizzazione che apprende” EL Roma 1993

IL SAPERE TECNICO E IL SAPERE PRATICO: LE

CARATTERISTICHE

Il sapere tecnico Il sapere pratico

è un sapere è riferito alla prassi (unicità,

procedurale, in ogni situazione indica la irripetibilità,ambiguità, imprevedibilità delle

sequenza di azioni da mettere in atto per situazioni)

conseguire, con elevata probabilità, un E’ interpretativo, retrospettivo, narrativo,

risultato auspicato. contestuale.

Privilegia la dimensione del rigore, Assegna e definisce contesti.

dell’accuratezza, in altre parole è

riconoscibile nella professionalità.

E’ codificato e trasferibile.

Elaborazione A. Vino da “Sapere pratico” Guerini e associati, Milano 2001

RISORSE DELL’APPRENDIMENTO ORGANIZZATIVO

Conoscenze/competenze individuali Conoscenze/competenze

dell’organizzazione

Conoscenza personale Valenze cognitive ed economiche

Ruolo degli automatismi

programmi, script) degli assett

Expertise ragionamento Risorse indivisibili

analitico/intuitivo Competenze distintive (core

Conoscenza competencies)

dichiarativa/procedurale Management della conoscenza:

Conoscenze generate dagli ambienti Socializzazione, articolazione,

di lavoro combinazione, internalizzazione,

Core skills Scanning,problem-solving, diffusione,

Job idiosincratici assorbimento

Fonte: M.Tomassini – da “Alla ricerca dell’organizzazione che apprende”, EL- Roma 1993

TASSONOMIA DELLE AZIONI PER L’APPRENDIMENTO

ORGANIZZATIVO

Innovazione sintetica

Gruppi multidimensionali Networking

Overlapping Finestre

tecnologiche

Programmi di autosviluppo Ricerca tecnologia

Programmi di autodiagnosi Audit (immagine,

identità)

Ambiente interno Ambiente esterno

Ricerche sui clienti

Formazione centrata sui leaders Progetti di comunicazione

Revisione prodotti/qualità istituzionale

Comunicazione interna/reporting Ricerche di mercato

Prodotti ipermediali Analisi competitori

Innovazione incrementale

Fonte: elaborazione G.Alessandrini – Apprendimento organizzativo, pag. 82

Le caratteristiche di una

Organizzazione che apprende

Strutture organizzative

 Sistemi di pianificazione e controllo

 Sistemi di gestione e sviluppo delle risorse

 umane

Sistemi di gestione delle competenze

 Profilo culturale

 STRUTTURE ORGANIZZATIVE

Accorciamento delle linee gerarchiche

 Autonomia decisionale e di intrapresa da parte dei vari

 sottosistemi aziendali

Ampliamento della superficie di contatto con il mercato

 (orientamento al cliente e al risultato)

Interconnessioni orizzontali, mutui adattamenti,

 relazioni cooperative all’interno dell’organizzazione e

)

con altre organizzazioni (struttura a rete

Il Sistema di Pianificazione e Controllo

Abbandono della concezione gerarchica,centralizzatrice

 e olistica della pianificazione

Attivazione di una capacità diffusa di ascolto e

 anticipazione dei problemi (costruzione di scenari, visioni

sistemiche, ecc.)

Partecipazione diffusa alle scelte da parte del

 management (creatività di gruppo, lavoro di squadra,

ecc.)

Focalizzazione su poche iniziative strategiche

 I Modelli di Gestione

e Sviluppo del Personale

Adozione di modelli gestionali che promuovono la cultura

 della qualità (intesa come miglioramento continuo dei

processi)

Valorizzazione delle competenze professionali e della

 creatività a ogni livello organizzativo

Creazione di ridonanze professionali nei ruoli lavorativi

 (qualità olografiche dell’organizzazione)

Management come guida e stimolo delle competenze

 professionali ( e non solo come produttore di regole)

I principi chiave

dell’apprendimento organizzativo

Apprendimento come

processo adattivo

Organizzazioni Responsabilità

e morfonogenetico

come entità che formative ai

processano leaders

Conoscenze esplicite

e tacite Enfasi sui

Apprendimento

Superamento della modelli

Organizzativo

separazione mentali

tra conoscenza Key words

e azione Pratiche di

Enfasi sui processi Pensiero strategico autoanalisi/

di interiorizzazione come occasione di autodiagnosi

delle competenze apprendimento dei gruppi

45

pag.

Kanbrain”,

del

via

la

organizzativo

“Apprendimento

Alessandrini

G.

da

elaborazione

Fonte:


PAGINE

22

PESO

353.89 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Questa dispensa si riferisce alle lezioni di Formazione e Pubblica Amministrazione, tenute dalla Prof.ssa Franca Gizzi nell'anno accademico 2010 e tratta in generale i seguenti argomenti:
[list]
I processi di cambiamento nella Pubblica Amministrazione ed i conseguenti modelli organizzativi.
I nuovi paradigmi deI lavoro pubblico.
La gestione delle risorse umane negli Enti Locali continuità ed innovazione.
Il ruolo della dirigenza nella gestione delle risorse umane.
L’organizzazione ed i sistemi premianti.
La formazione come leva del cambiamento.
Le sfide europee: memorandum sull’istruzione e la formazione.
La formazione negli Enti Locali: vincoli normativi, contrattuali e di bilancio.
Il presidio del processo formativo.
Le nuove tecnologie applicate alla formazione.
[/list]
La dispensa in particolare tratta delle nuove tecnologie applicate alla formazione nella Pubblica amministrazione.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze dell'educazione
SSD:
A.A.: 2010-2011

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Formazione e pubblica amministrazione e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Roma Tre - Uniroma3 o del prof Gizzi Franca.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Formazione e pubblica amministrazione

Formazione e PA - Enti Locali
Dispensa
Formazione e PA - Strategie europee
Dispensa
Formazione e PA - Sistemi premianti
Dispensa
Formazione e PA - Cambiamenti in Italia
Dispensa