Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Ecco dunque la differenza tra primo e secondo mondo ultrasensibile, tra il

quieto mondo di leggi e il mondo invertito. Il primo mondo ultrasensibile

era il Gegenbild, la controcopia, del mondo fenomenico. Ne era das Bild,

l’immagine, il ritratto, la figura; ma lo teneva gegen, contro di sé, perché il

mondo della percezione conservava per sé, in modo indipendente, “il

principio dello scambio e del mutamento”, cioè la sussistenza del divenire.

Il primo mondo ultrasensibile era soltanto la calma copia del mondo

sensibile. Ma il secondo mondo ultrasensibile, cioè il mondo invertito,

adempie questa mancanza, consegue quel principio, e trova in sé quel

divenire che, in precedenza, apparteneva soltanto al fenomeno.

Possiamo ora osservare gli esempi che Hegel offre di questo mondo

invertito. Il dolce è in-sé aspro, il nero è in-sé bianco, e così via. Cioè la

stessa cosa, il medesimo, obbedisce a due leggi inverse, di cui si dice che

l’una è l’in-sé, l’altra è il per-altro. Si dice ancora, cioè, che l’una è una

legge esteriore, l’altra una legge interiore.

In modo più intrinseco interviene ora quell’esempio “spirituale” che (come

abbiamo visto leggendo Hyppolite) meglio rappresenta la situazione

dell’inversione. La pena inflitta al colpevole è vendetta in un primo senso,

ma espiazione, e dunque restaurazione dell’universo giuridico leso dal

delitto, in un secondo senso. In questo secondo significato, la pena non

punisce, non vendica l’offesa, ma restituisce l’innocenza al colpevole

nell’atto stesso in cui reintegra il vulnus inferto al diritto.


PAGINE

3

PESO

1.46 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Questa dispensa si riferisce alle lezioni di Filosofia dell'interpretazione, tenute dal Prof. Marcello Mustè nell'anno accademico 2011 e cerca di collocare l'opera di Hegel, Fenomenologia dello spirito, nel contesto storico del periodo in cui fu pubblicata e nel contesto delle altre opere hegeliane, e di assegnarle il significato vero che l'autore le voleva dare. In particolare riflette sui concetti di mondo invertito e mondo ultrasensibile.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in filosofia
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Filosofia dell'interpretazione e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Mustè Marcello.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Filosofia dell'interpretazione

Nietzsche - Rapporto con Schopenhauer
Dispensa
Nietzsche - Essenza della musica
Dispensa
Fenomenologia dello spirito - Certezza sensibile
Dispensa
Nietzsche - Tentativo di autocritica
Dispensa