Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

La Rivoluzione francese/1

La festa come pedagogia civile. Rousseau e D’Alembert

Parigi come nuova Roma.

Simboli della nuova Francia: albero della Libertà, altare

della patria, arco di trionfo, berretto frigio, tavole della

Dichiarazione dei diritti dell’Uomo,

livella, occhio della ragione, reliquie

dei martiri rivoluzionari

Il sacro politico, le feste parodiche

La Rivoluzione francese/2

14 luglio, la Festa della

Federazione parigina. Nel 1790,

prima grande celebrazione ufficiale

della Rivoluzione

Si svolge al Campo di Marte,

trasformato in anfiteatro, con al

centro la montagna, un altare della

patria, quattro bracieri fumanti e la

Costituzione in forma di donna

bellissima

Grande banchetto pubblico

La Rivoluzione francese/3

Festa della Libertà e della Ragione, nella cattedrale

di Notre-Dame. Allegoria della filosofia come mezzo

per giungere alla verità. Una donna bellissima

rappresenta la Libertà o la Ragione

Festa dell’Essere Supremo,

fondamento di un culto civico.

Robespierre appicca il fuoco

al monumento dell’ateismo

con la fiaccola della verità.

La Rivoluzione francese/4

Pantheonizzazioni

Celebrazioni neoclassiche dei padri della rivoluzione

o dell’illuminismo.

La chiesa di S.te Geneviève come

pantheon civile

Voltaire, Mirabeau,

Marat, Rousseau

Le Grandi Esposizioni Universali

Il primo tentativo è in Francia, nel

1798: Esposizione Nazionale

dell’Industria

Lo scopo primario non è il

commercio ma l’esibizione

spettacolare dei trionfi scientifici e

tecnologici della nuova società

industriale. Gara tra nazioni

Educare le masse urbane e rurali

alla pratica del consumo. Nascita

del consumismo

Londra 1851

The Great Exhibition of Industry of all

Nations. Iniziativa del Principe Alberto

e Henry Cole.

Una commissione stabilisce il luogo

(Hyde Park) e l’edificio: il Crystal

Palace di Joseph Paxton

Inaugurata il 1 maggio 1851 sotto gli

occhi di venticinquemila invitati

L’organizzazione

Le merci esposte sono suddivise in

quattro sezioni: materie prime,

macchine, prodotti manifatturieri,

Belle Arti

Quattordicimila espositori disposti

secondo l’asse orizzontale (tipologia)

e verticale (nazionalità). Servizio di

trasporto interno

Dura sei mesi e registra l’afflusso di

sei milioni di persone, con picchi di

centomila al giorno


PAGINE

22

PESO

2.61 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Questa lezione fa riferimento al corso di Ideazione e gestione degli eventi tenuto dal prof. Vitiello. Viene proposta una ricognizione sulla storia dei principali eventi culturali che hanno scandito le tappe evolutive dell'Occidente. Qui, si analizza la funzione che gli eventi hanno svolto nell'epoca moderna, in modo particolare: l’Ottocento e la metropoli (le Grandi esposizioni universali); il Novecento e i totalitarismi (Nazismo, fascismo, comunismo).


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in comunicazione de pubblicità per pubbliche amministrazioni e non profit
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di IDEAZIONE E GESTIONE DEGLI EVENTI e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Vitiello Guido.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Ideazione e gestione degli eventi

Comunicazione evento - Organizzazione
Dispensa
Comunicazione evento - Ideazione e gestione
Dispensa
Eventi musicali
Dispensa
Eventi culturali - Appunti sul mondo antico
Dispensa