Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Dumping (cont.)

Il Dumping può rappresentare una strategia di

• massimizzazione dei profitti, in virtù delle differenze

tra il mercato domestico e il mercato estero

Una differenza è data dal fatto che, di solito, le

• imprese nazionali hanno una quota del mercato

domestico maggiore di quella del mercato estero

♦ A causa della minore quota di mercato e della maggiore

concorrenza, le vendite estere sono solitamente più reattive

al prezzo rispetto alle vendite domestiche

♦ Le imprese nazionali possono essere in grado di praticare un

prezzo alto sul mercato domestico, ma devono praticare un

prezzo basso sulle esportazioni, se i consumatori esteri

rispondono maggiormente alle variazioni di prezzo 6-17

Copyright © 2007 Paravia Bruno Mondadori Editori. All rights reserved.

Dumping (cont.)

Possiamo rappresentare graficamente una

• situazione di dumping in cui l’impresa è

monopolista nel mercato domestico, ma

agisce in concorrenza perfetta sul mercato

estero

♦ Poiché l’impresa è monopolista sul mercato

domestico, la curva di domanda in questo mercato

è inclinata negativamente e si trova sopra la curva

del ricavo marginale

♦ Poiché l’impresa opera in concorrenza perfetta sul

mercato estero, la curva di domanda in quel

mercato è una retta orizzontale; questo significa

che le esportazioni sono molto reattive alle

variazioni del prezzo 6-18

Copyright © 2007 Paravia Bruno Mondadori Editori. All rights reserved.

Dumping (cont.)

Figura 6-8: Dumping

Costo, C e

Prezzo, P 3

P

DOM MC

1

2 D = MR

P FOR FOR

FOR D

DOM

MR

DOM

Q Q Quantità, Q

DOM MONOPOLY

Vendite domestiche Esportazioni

Produzione totale 6-19

Copyright © 2007 Paravia Bruno Mondadori Editori. All rights reserved.

Dumping (cont.)

Per massimizzare i profitti, l’impresa venderà una

• quantità limitata del bene sul mercato domestico al

prezzo P , mentre sul mercato estero praticherà il

DOM

prezzo più basso P FOR

♦ Poiché un’unità aggiuntiva può sempre essere venduta a

P , l’impresa venderà il bene sul mercato domestico al

FOR

prezzo più alto P , fino a che il ricavo marginale in quel

DOM

mercato sarà maggiore di P FOR

♦ Da quel punto in poi, l’impresa venderà sul mercato estero a

P fino a che il prezzo raggiungerà il valore del costo

FOR

marginale

In questo caso, il dumping è una strategia di

• massimizzazione dei profitti 6-20

Copyright © 2007 Paravia Bruno Mondadori Editori. All rights reserved.

Protezionismo e dumping

Il dumping (come la discriminazione di prezzo

• nel mercato domestico) è largamente ritenuto

una pratica scorretta

Un’impresa statunitense può appellarsi ad

• Dipartimento del Commercio, affinché questo

stabilisca se il dumping di imprese estere ha

danneggiato l’impresa

♦ Il Dipartimento del Commercio può imporre un dazio,

o tassa, “anti-dumping”, come precauzione contro

possibili danni

♦ Questo dazio è uguale alla differenza fra il prezzo

effettivo e il prezzo “equo” delle importazioni, dove

per “equo” si intende “il prezzo al quale il bene è

normalmente venduto sul mercato domestico

dell’impresa produttrice” 6-21

Copyright © 2007 Paravia Bruno Mondadori Editori. All rights reserved.

Protezionismo e dumping (cont.)

Quindi, la Commissione Internazionale per il

• Commercio determina se l’impresa

statunitense ha effettivamente subito il danno

o se rischia verosimilmente di subirlo

Se questo è il caso, il dazio anti-dumping

• rimane in essere.

♦ Si veda http://www.itds.treas.gov/ADD_CVD.htm 6-22

Copyright © 2007 Paravia Bruno Mondadori Editori. All rights reserved.

Economie di scala esterne

In presenza di economie di scala esterne, un

• paese con un settore di grandi dimensioni

avrà bassi costi di produzione di quel bene o

servizio

Le economie esterne possono esistere per

• varie ragioni: 6-23

Copyright © 2007 Paravia Bruno Mondadori Editori. All rights reserved.

Economie di scala esterne (cont.)

1. Servizi e attrezzature specializzate possono

essere necessarie alla produzione del settore,

ma vengono forniti dalle altre imprese solo se

il settore è grande e concentrato

♦ Ad esempio, nella Silicon Valley in California c’è

una grande concentrazione di imprese produttrici

di microchip, che sono rifornite da imprese che

producono macchinari speciali necessari alla

realizzazione dei microchip

♦ Questi macchinari sono meno costosi e più

facilmente reperibili per le imprese della Silicon

Valley che per quelle di qualsiasi altra regione 6-24

Copyright © 2007 Paravia Bruno Mondadori Editori. All rights reserved.

Economie di scala esterne (cont.)

2. Concentrazione del mercato del

lavoro:un settore grande e concentrato può

attrarre un vasto bacino di manodopera,

riducendo i costi di ricerca e assunzione dei

lavoratori per tutte le imprese

3. Spillover di conoscenza: in un settore

grande e concentrato, i lavoratori di

imprese diverse possono facilmente

condividere idee che vanno a vantaggio di

tutte le imprese 6-25

Copyright © 2007 Paravia Bruno Mondadori Editori. All rights reserved.

Economie di scala esterne e commercio

(cont.)

I rendimenti di scala crescenti dinamici

• possono esistere se il costo di produzione

dipende dall’accumulazione di conoscenza ed

esperienze, che varia nel tempo con la

ripetizione del processo produttivo

La rappresentazione grafica dei rendimenti di

• scala crescenti dinamici è detta curva di

apprendimento 6-26

Copyright © 2007 Paravia Bruno Mondadori Editori. All rights reserved.

Economie di scala esterne e commercio

(cont.) 6-27

Copyright © 2007 Paravia Bruno Mondadori Editori. All rights reserved.

Economie di scala esterne e commercio

(cont.)

Come le economie di scala esterne statiche, anche i

• rendimenti di scala crescenti dinamici possono

preservare un vantaggio iniziale in un settore

Come le economie di scala esterne statiche, anche i

• rendimenti di scala crescenti dinamici possono essere

utilizzati per giustificare il protezionismo

♦ La protezione temporanea dei settori consente alle imprese

di fare esperienza: argomento dell’industria nascente

♦ Ma la protezione si protrae spesso per periodi troppo lunghi

ed è difficile capire quando esistono effettivamente economie

di scala esterne 6-28

Copyright © 2007 Paravia Bruno Mondadori Editori. All rights reserved.

Riassunto

1. Le economie di scala implicano che i costi medi si

riducano al crescere della produzione dell’impresa o

del settore

♦ Le economie di scala esterne si riferiscono all’ammontare di

produzione del settore

♦ Le economie di scala interne si riferiscono all’ammontare di

produzione dell’impresa

2. In concorrenza monopolistica, ogni impresa ha un

certo potere di mercato garantito dalla

differenziazione del prodotto, ma deve competere

con altre imprese, il cui prezzo si assume non

essere influenzato dalle decisioni di prezzo dei

concorrenti 6-29

Copyright © 2007 Paravia Bruno Mondadori Editori. All rights reserved.

Riassunto (cont.)

3. Nel modello di concorrenza monopolistica, i

guadagni dallo scambio si realizzano grazie ai

minori costi e ai minori prezzi, oltre che

all’ampliamento della gamma di prodotti disponibili

per i consumatori

4. Il modello di concorrenza monopolistica prevede

l’emergere di flussi di commercio intra-settoriali e

nessuna variazione nella distribuzione del reddito

all’interno dei paesi

5. La localizzazione delle imprese è imprevedibile in un

modello di concorrenza monopolistica; quest’ultimo

prevede invece che paesi con dotazioni fattoriali

relative simili diano vita a flussi di commercio intra-

settoriale 6-30

Copyright © 2007 Paravia Bruno Mondadori Editori. All rights reserved.


PAGINE

16

PESO

420.32 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Materiale didattico per il corso di Economia Internazionale del prof. Alireza Jay Naghavi, all'interno del quale sono affrontati i seguenti argomenti: le economie di scala; la concorrenza monopolistica e i suoi effetti sul commercio; il commercio inter - settoriale ed il commercio intra - settoriale in un modello Heckscher - Ohlin; il "dumping commerciale"; il protezionismo; economie di scala esterne.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in studi internazionali
SSD:
Università: Bologna - Unibo
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia internazionale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bologna - Unibo o del prof Naghavi Alireza Jay.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Economia internazionale

Dazi, sussidi e contingentamenti
Dispensa
Modello di Heckscher - Ohlin
Dispensa
Modello Heckscher - Ohlin, effetti e verifiche empiriche
Dispensa
Modello generale del commercio internazionale
Dispensa