Che materia stai cercando?

Didattica museale, Dispensa di Storia dell'arte

In questa dispensa di storia dell'arte a cura della professoressa Valeria Barboni si parla di didattica museale. La dispensa è così organizzata:
- Che cos'è la didattica museale;
- Il ruolo del museo;
- Lifelong Learning;
- L'esperienza museale;
- Incremento dei musei dagli anni Novanta a oggi;
- Didattica ed educazione;
- Una trasformazione profonda;
-... Vedi di più

Esame di Museologia docente Prof. V. Barboni

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Compito della

didattica museale è

ravvivare il dialogo tra

i visitatori e gli oggetti

musealizzati,

rendendo attivo quel

processo emozionale e

conoscitivo che

rappresenta il

presupposto

indispensabile per una

piena comprensione e

valorizzazione dei

musei. Per garantire l’accesso Il museo diventa una

Rovesciamento della alla conoscenza e alla struttura educativa,

nozione tradizionale di cultura è necessario capace di far emergere i

museo da luogo di abbattere le barriere bisogni di cultura

conservazione a luogo fisiche, cognitive, inespressi e latenti nella

aperto psicologiche e sociali società odierna

Incremento dei musei dagli anni

Novanta a oggi

• Visitatori dei musei statali:

1996 - 10 milioni

2004 - 23 milioni

• Visitatori dei Musei

Vaticani:

2005 - 4 milioni di visitatori

Didattica ed educazione

• Strumento fondamentale delle

prime esperienze è stata la visita

guidata, condotta da personale

esperto

• Percorsi di lettura delle opere,

con l’utilizzo di questionari e con

attività di laboratorio

Orientamento Orientamento

al visitatore alle collezioni • Negli anni Novanta si passa

all’educazione museale: una

componente emotiva ineludibile

e una interazione tra educatore

ed educando che trasforma il

processo di apprendimento

Una trasformazione profonda

• Da un modello di trasmissione a

senso unico, imperniato sul

trasferimento di conoscenze da

fonte autorevole a interlocutore

si passa a un modello di

comunicazione interattiva dove i

discenti partecipano alla

costruzione dei momenti

formativi.

o divulgazione

Didattica

Educazione museale: didattica con i musei e didattica

per i musei

Una didattica che concepisce il

museo come fine. Normalmente Una didattica che concepisce il

parte dal museo verso la scuola e museo come un «mezzo» e uno

verso il pubblico. Rientra nelle strumento per raggiungere i propri

strategie di comunicazione del fini. Generalmente parte dalla scuola

museo per far comprendere la sua e va verso il museo.

complessità.

Le istanze pedagogiche se non

sono supportate da

approfondite conoscenze Le istanze specialistiche degli esperti

disciplinari possono rischiare la senza la precisa valutazione dei

genericità. processi cognitivi e delle dinamiche di

apprendimento possono rischiare la

incomunicabilità e generare noia.

Principi, finalità, obiettivi istituzionali

ICOM: studio, educazione e il godimento dell’opera d’arte, dei

reperti, ecc .

Museo come istituzione permanente al servizio della società

L’educazione museale deve considerare queste premesse quando

elabora gli obiettivi strategici della propria attività

Uno dei primi esempi: il Museo Internazionale delle

Ceramiche in Faenza

http://www.micfaenza.org/it/

• Nel 1978 Gian Carlo Bojani l’allora

direttore con la collaborazione di

Bruno Munari iniziano l’esperienza

di «Giocare con l’arte».

• «…a far capire un museo

specialistico e, attraverso di esso,

materiali tecniche, usi, fattualità di

un’arte come la ceramica, antica

quanto l’uomo, e pertanto

complessa e difficile a chi ne è

completamente estraneo.»

• «Per me era il museo che doveva

diventare didattica e ambiente

ludico»

Turismo scolastico

• Nel caso del turismo scolastico c’è un

terreno di sovrapposizione tra turismo e

didattica museale che può generare

confusioni e conflitti: la guida turistica non

può sostituire l’operatore didattico e

viceversa.

• Stanno però sorgendo ibridi interessanti,

strutture appositamente organizzate con

programmi di attività particolarmente

accattivanti. Il progetto

• La forte domanda ha creato un mercato Obiettivi

della didattica museale e non sono poche • Destinatari

le associazioni esterne che hanno • Fasi

personale estremamente competente e •

disponibile nell’aiutare la scuola a Tempistica

elaborare i progetti. • Tipologia interventi

• Le organizzazioni più serie ricevono • Strumenti

commesse da parte dei musei o delle • Spazi

istituzioni che verificano a loro volta la

validità dei contenuti e la qualità culturale. • Personale

• Indicazione costi

• Verifica finale

L’esperienza fiorentina: il Museo dei ragazzi ora Mus.e

http://www.musefirenze.it/

• L’Associazione Mus.e cura la valorizzazione del patrimonio dei Musei Civici Fiorentini e

più in generale della città di Firenze, realizzando progetti culturali, mostre, laboratori ed

eventi che favoriscano una fruizione del Patrimonio e dell’arte attraverso esperienze di

eccellenza.

• Tale missione si svolge ed attua su diversi piani:

• Informazione e accoglienza, dedicati all’orientamento del pubblico dei Musei Civici

Fiorentini, con particolare riferimento al Museo di Palazzo Vecchio.

• Organizzazione di grandi eventi culturali per la città, come la Notte Bianca

• Gestione dello spazio bookshop del Museo di Palazzo Vecchio.

• Supporto alla visita: strumenti utili alla fruizione autonoma del pubblico, quali guide

multimediali e Kit Famiglie.

• Apertura e assistenza alla visita: formule di gestione e di valorizzazione di beni culturali e

di spazi artistici, quali la Torre di Arnolfo, la Torre di San Niccolò, lo Studiolo di Francesco

I, così ‘restituiti’ alla fruizione pubblica.

• Mediazione culturale: proposte di visite e attività diversificate rispetto ai diversi target di

pubblico in visita nei Musei Civici Fiorentini e in città. Guarda il trailer

• Realizzazione di mostre, progetti editoriali e progetti artistici sia nell’ambito dei Musei

civici che nell’ambito del contemporaneo, con progetti pubblici che interessano la città.

• Gestione e valorizzazione delle Murate con particolare attenzione alla produzione delle

arti contemporanee.

• // Informazioni utili

• Contatti

Per i privati

Tel. +39 055 2768224 – +39 055 2768558 da lunedì a sabato 9.30-13.00 e 14.00 -17.00,

domenica e festivi 9.30-12.30

info@muse.comune.fi.it

Per le scuole

Tel. +39 055 2616788 da lunedì a venerdì 9.30-13.00 / 14.00-16.30

didattica@muse.comune.fi.it.

Indirizzo

Palazzo Vecchio. Piazza della Signoria, Firenze


PAGINE

30

PESO

1.74 MB

AUTORE

Teemo92

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

In questa dispensa di storia dell'arte a cura della professoressa Valeria Barboni si parla di didattica museale. La dispensa è così organizzata:
- Che cos'è la didattica museale;
- Il ruolo del museo;
- Lifelong Learning;
- L'esperienza museale;
- Incremento dei musei dagli anni Novanta a oggi;
- Didattica ed educazione;
- Una trasformazione profonda;
- Didattica o divulgazione;
- Educazione museale: didattica con i musei e didattica per i musei;
- Principi, finalità, obiettivi istituzionali;
- Turismo scolastico;
- Il progetto;
- Il museo dalla parte dell’insegnante;
- Parola d'ordine: partenariato;
- Prime esperienze di didattica: Giocare con l'arte;
- I laboratori tattili di Bruno Munari;
- Il laboratorio tattile di Trieste: 1984;
- Il gioco creativo: l’albero;
- Rose nell'insalata;
- Museo della Grafica di Pisa;
- Raffigurare l’invisibile.


DETTAGLI
Esame: Museologia
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in storia e civiltà
SSD:
Università: Pisa - Unipi
A.A.: 2015-2016

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Teemo92 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Museologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Pisa - Unipi o del prof Barboni Valeria.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Museologia

Kandinsky, Dispensa di Storia dell'arte
Dispensa