Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Varie forme di depressione -1

Depressione Maggiore (Episodio), lieve, moderato, grave

!! Distimia ,di lunga durata (personalità depressiva?)

!! Depressione bipolare, con alternanza di periodi con

!! inattività e tristezza e periodi di iperattività ed euforia,

Stagionale (Depressione stagionale),

!! Depressione ansiosa (sindrome ansioso-depressiva)

!! Depressione Ricorrente (con episodi ripetuti negli anni)

!! Secondarie a condizione medica generale

!! Associate a condizioni mediche (es luteinica),

!! Depressione indotta da sostanze

!! Depressione Minore (forma proposta ma discussa)

!! 2

misti (con agitazione, iperattivazione,

!! Stati

rabbia, reazioni impulsive), rientrano nello

spettro del Disturbo bipolare

Disturbo di adattamento con umore depresso

!! (Depressione reattiva)

Melanconica, grave, alto rischio di suicidio;

!! Depressione post partum

!! Depressione senile ed involutiva (rientra nella

!! DM)

Dal secondo dopoguerra ad oggi nonostante

!! laumento del benessere materiale, le patologie

depressive sono aumentate colpendo un maggior

numero di individui rispetto al passato.

I motivi sono complessi e si stanno tuttora studiando. I

!! modelli correnti sottolineano per molti casi

l

interazione tra stress (eventi e situazioni della

vita) e suscettibilità individuale su base genetica,

con importanza anche del supporto sociale

disponibile, della personalità, della storia personale e

delle capacità di di ognuno.

farcela

Lo stress è una concausa importante, poiché vari casi

!! si sviluppano dopo importanti eventi della vita o in

seguito a situazioni stressanti, ma non lunica. Si

stanno studiando le interazioni tra suscettibilità

genetica – ad esempio legata allefficienza del

sistema del trasportatore della serotonina - e

depressione.

La depressione nella maggior parte dei casi si può curare e

guarire, sebbene esistano casi resistenti. Fare la diagnosi e

le cure appropriate è essenziale. Esistono criteri diagnostici

standardizzati usati in tutto il mondo e condivisi nel mondo

sanitario, come il Manuale Diagnostico-Statistico dei

Disturbi Mentali (DSM-IV) dellAssociazione psichiatrica

americana a e la Classificazione Internazionale delle

Malattie dellOrganizzazione Mondiale della Sanità,

ICD-10. Negli ultimi anni – visto il peso sociale di questa

malattia - si sottolinea limportanza del riconoscere in

tempo i primi sintomi, fermarne levoluzione, dare accesso

tempestivo alle cure, disegnare trattamenti personalizzati

sui bisogni individuali. Sebbene i sintomi siano tipici e

comuni, non esiste una persona depressa uguale allaltra,

per storia, personalità, profilo dei sintomi, bisogni

terapeutici.

I primi sintomi sono spesso lievi, vanno e vengono per varie

settimane, non formano un quadro completo – possono

anche regredire temporaneamente - poi si stabilizzano e

aumentano: sono spesso fisici (stanchezza immotivata e

facile affaticabilità), disturbi della memoria, tendenza a

lamentarsi, comparsa di dolenzie o veri e propri dolori (mal di

testa, mal di schiena, articolari), disturbi sfumati

gastrointestinali, minor gusto per i sapori, trascuratezza

fisica, risvegli notturni, un sonno che non riposa, minore

risposta nella sessualità, accompagnati da una certa

riduzione degli interessi, una minor voglia di fare, tendenza a

chiudersi ed evitare gli incontri con altri come di solito, minore

desiderio di impegnarsi nel lavoro, comparsa di una certa

irritabilità, fastidio verso le cose e le persone che prima

facevano piacere, inizio di una sorta di paura del futuro, una

certa apatia, tendenza a rimuginare e a preoccuparsi a vuoto,

dubbi e visione negativa delle cose.

Il primo passo è la diagnosi del tipo di depressione

effettuata dal medico psichiatra, con la costruzione di

un progetto terapeutico adatto alla persona,

linformazione e la costruzione di un percorso

terapeutico condiviso.

I provvedimenti terapeutici di efficacia scientificamente

comprovata sono molteplici. Le terapie con evidenza

di efficacia sono descritte da diverse Linee guida di

società scientifiche (americana, canadese, inglese,

italiana, australiana, tra le altre), meta-analisi nelle

riviste specializzate, Consensus Conference di esperti,

indirizzi di organismi come lOrganizzazione Mondiale

della Sanità, Ospedali, strutture universitarie e di

ricerca, documenti di associazioni di malati e familiari.

Esse contemplano una vasta gamma di farmaci

antidepressivi e stabilizzanti dellumore, interventi

psicoterapici specifici, nonché interventi con terapie non

farmacologiche che riguardano lalimentazione, luso

della luce, lintervento sui ritmi biologici sonno-veglia,

attività fisica, programmi antistress, ed altri interventi

nuovi come la stimolazione magnetica transcranica.Può

essere necessario il ricovero. In alcuni paesi (tra cui GB,

USA, Svizzera, Francia, Spagna, Russia) è indicata per

le forme resistenti la terapia elettroconvulsivante.

Non esistono della felicità.

pillole

Lo psichiatra e lo psicologo non hanno tutte le risposte

ma possono offrire trattamenti appropriati con evidenza

di efficacia riconosciuta nella letteratura scientifica in

grado di aiutare chi sta male e consigliare i familiari.

Diagnosi differenziale

fondamentale

Molti pazienti si rivolgono al medico generale con

!! sintomi psichici e fisici che possono

aspecifici,

essere scambiati per sintomi della depressione

A volte dipendono anche da impiego di droghe,

!! sostanze e farmaci

Iniziano talora trattamenti antidepressivi erronei

!! (per una depressione che non cè, la vera causa è

una patologia medica non riconosciuta)

Disturbo depressivo secondario a condizione

medica (non è reattiva! i meccanismi della malattia

danno anche sintomi depressivi)

Tumori maligni

!! Malattie epatiche

!! Morbo di Parkinson

!! Anemia

!! Demenza

!!

Ipotiroidismo

!! Ipercalcemia

!!

Artrite reumatoide

!!

Lupus eritematoso sistemico

!! AIDS

!! Ictus

!!

Malattie infettive

!!

Disturbo depressivo secondario

a farmaci o sostanze

Beta-bloccanti Cannabis

!! !!

Calcioantagonisti Cocaina

!! !!

Corticosteroidi Amfetamine

!! !!

Contraccettivi Eroina

!! !!

Sedativi, antipsicotici

!! Antiparkinson

!! Interferon

!! Anti-ipertensivi

!! Domanda-chiave Domanda-chiave

Sta Ha

!! !!

prendendo qualche preso in passato qualche

farmaco? volta sostanze o droghe?

Episodio depressivo maggiore –

criteri diagnostici DSM IV- 1

Almeno 2 settimane durante cui sono

!! presenti 5 o più sintomi tra:

1.! umore depresso per maggior parte del

giorno (necessario)

2.! marcata perdita di interesse o piacere per

quasi tutte le attività

3.! significativa perdita di peso o aumento di

peso

4.! Insonnia o ipersonnia

Episodio depressivo maggiore –

criteri diagnostici - 2

5.! Agitazione o rallentamento psicomotorio

6.! Faticabilità o mancanza di energia

7.! Sentimenti di autosvalutazione o colpa

eccessivi o inappropriati (anche delirio di

colpa)

8.! Ridotta capacità di pensare o concentrarsi

9.! Pensieri ricorrenti di morte, ricorrente

ideazione suicidaria, tentativi di suicidio

Episodio depressivo maggiore –

criteri diagnostici - 3

I sintomi causano disagio significativo o

!! compromissione del funzionamento sociale,

lavorativo

I sintomi non sono dovuti a effetti fisiologici

!! diretti di sostanza (es. droghe), farmaci (es.

interferon) o condizioni mediche generali

(es. ipotiroidismo, anemia, disendocrinie)

I sintomi non sono giustificati da lutto (o

!! persistono dopo 2 mesi)

Disturbo depressivo maggiore

Decorso con uno o più episodi depressivi maggiori

!! senza storia di episodi maniacali (depressione

unipolare)

Lieve, moderato, grave

!! Con manifestazioni melanconiche

!! Con manifestazioni atipiche

!! Con esordio post partum

!! Ad andamento stagionale

!! DISTURBO DISTIMICO

•! Umore cronicamente depresso, per la maggior parte

del giorno, quasi ogni giorno, per almeno 2 anni

•! Presenza, quando depresso, di due o più dei

seguenti sintomi:

•! Scarso appetito o iperfagia,

•! insonnia o ipersonnia,

•! scarsa energia o astenia,

•! Bassa autostima

•! Difficoltà di concentrazione

•! Sentimenti di disperazione

RISCHIO DI RICADUTE DEPRESSIVE NEGLI ANNI

La depressione non è solo

patologica

tristezza

I Disturbi depressivi comportano di norma

!! anche una rilevante quota di sintomi di

ansia, inquietudine, tensione

I Disturbi depressivi possono in un terzo dei

!! casi comportare una rilevante quota di

rabbia, aggressività, distruttività (che implica

rischio di atti auto- ed eterolesivi, es.

suicidio, omicidio-suicidio)

Ansia e depressione: sintomi in comune e differenti

DEPRESSIONE

ANSIA Tristezza

Anedonia-apatia

Focalizzazione su eventi temuti Chiusura-ritiro

Anticipazione apprensiva Vissuti di colpa

Ridotta autostima

Eccessiva preoccupazione Rimuginazione sul passato

Ideazione suicida

Indecisione Astenia

Irrequietezza Depressione peggio al mattino

COMUNI Perdita della libido

Ansia-paura

Iperallarmismo Rallentamento psicomotorio

Difficoltà mnestica

Attivazione neurovegetativa Inappetenza

Difficoltà a concentrarsi Perdita di peso

Disforia

Mondo “pericoloso” Risvegli precoci

Irritabilità-tensione Rabbia

Visione pessimistica Mondo e sé “vuoti”

Affaticamento 2004

Disturbi sonno Biondi,

e appetito

Soluzione Fattoriale Rotata

Studio SVARAD

Variabile Fattore I Fattore II Fattore III

Impulsività .87

Rabbia/Aggressività .71

Attivazione .33

Tristezza/Demoral. .72

Apatia .66

Apprensione/Timore .48

Preoc.somatica/Somatiz. .43

Distorsione della realtà

Ossessività 16.1% 11.6% 5.7%

% spiegata Biondi et al 2003

Stress e depressione

Nella storia clinica sono frequenti eventi stressanti

!! recenti, in particolare di perdita affettiva (lutti,

separazioni, pensionamento, malattie fisiche,

difficoltà economiche, perdita di salute, perdita di

ruolo, ed eventi avversi, ecc.)

dispiaceri

Lo stress sembra tuttavia interagire in una parte

!! dei casi con una vulnerabilità su base genetica

Rilevanti sono anche gli eventi di perdita precoci

!! della vita e latmosfera di sviluppo affettivo

Biondi, 2005

Perché eventi stressanti portano a depressione alcuni e non altri?

Maggiore effetto di eventi stressanti della vita sui portatori di allele s 2003

al,

e

Caspi

La depressione

non è solo un fatto psichico

La depressione non è solo

un fatto psichico

Presenta sintomi psichici, ma in realtà è

!! caratterizzata da un alterato assetto fisico, biologico,

con modificazioni cerebrali, molecolari,

neuroendocrine, immunitarie, cardiovascolari, dei

bioritmi

La depressione è un fattore di aumentato rischio per

!! CVS, ictus, malattie infettive, dermatologiche, dolore

cronico, patologie infiammatorie, e forse, tumori

È un cofattore patogenetico ed influenza in modo

!! diretto (correlati biologici) e indiretto (comportamenti,

compliance, ecc.) varie patologie somatiche Biondi, 2005

PSICHICA

SOMATICA

E

DELLA DEPRESSIONE

Modificazioni biologiche nella

depressione maggiore (grave)

Ipercortisolemia e disfunzione HPA,

!! Alterata sensibilità recettori centrali glicocorticoidi

!! Perdita del bioritmo circadiano del cortisolo

!! Mancata soppressione al DST

!! Alterata risposta TRH-TSH test

!! Ridotta variabilità frequenza cardiaca

!! Aumento PCR e aggregabilità piastrinica

!! Attivazione citochine proinfiammatorie

!! Riduzione risposte immuni cellulari e attività NK

!! Riduzione latenza sonno REM, disturbi del sonno

!! Aumento percezione del dolore

!! Modificazione spettro EEG

!! Riduzione volume dellippocampo (Dep non trattata)

!! Biondi, 2005

CIRCUITI della DEPRESSIONE

Cingolo, proiezione

!! alla corteccia frontale

circuiti NA e 5HTergici

!! Circuiti limbico-

!! ipotalamici e

neuroendocrini

Circuiti

!! immunopeptidergici

Biondi, 2004


PAGINE

73

PESO

7.87 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Il materiale riporta alcuni casi clinici, la prevalenza e la diagnosi di depressione nel DSM IV (Episodio depressivo maggiore, Disturbo depressivo maggiore, disturbo distimico), la relazione tra depressione e stress, stroke, sistema immunitario, le modificazioni biologiche nella depressione maggiore e i circuiti della depressione.


DETTAGLI
Esame: Psichiatria
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (a ciclo unico)
SSD:
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Psichiatria e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Biondi Massimo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Psichiatria

Psicofarmaci in psichiatria
Dispensa
Disturbi di personalita’ nel  DSM-IV e nel DSM-V
Dispensa
Disturbo ossessivo compulsivo
Dispensa
Confini tra normalità e patologia in psichiatria
Dispensa