Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

casa madre a Hong Kong. Nell'accertamento dell'ufficio si considerava irrazionale e ingiustificata la ripartizione

tra casa madre e filiale soltanto di una parte dei costi operativi;

- poiché il trasporto aereo, soprattutto su grandi distanze, prevede diversi scali, analizzando il processo

produttivo, mentre è agevole stabilire il luogo dei ricavi, con riferimento alla vendita dei biglietti aerei, non è

altrettanto facile localizzare i costi di produzione;

- l'ufficio ha applicato la cd. formula marittima anche ai costi operativi italiani, realizzando, così, l'applicazione di

un medesimo criterio d'imputazione a tutti i costi;

- infatti, la ripartizione proporzionale dei costi operativi tra casa madre e singole filiali si giustifica con la

considerazione che la filiale dello scalo di partenza non sostiene tutti i costi del volo, perché i passeggeri che

hanno stipulato il contratto ricevono assistenza anche in altri scali di passaggio, e nella stessa situazione si

trovano gli aeromobili ed il personale;

- se è razionale che alla filiale italiana facciano carico, in proporzione, anche i costi operativi sostenuti dalla

casa madre e dalle altre filiali, altrettanta ripartizione deve avvenire per i costi operativi sostenuti dalla filiale

italiana. Quest'ultima, infatti, non si trova sempre nella situazione di scalo di partenza, ma non manca di dare,

con la propria organizzazione e con costi diretti, assistenza ai voli che fanno transito in Italia. Anch'essa,

insomma, sostiene costi che afferiscono a ricavi di altri;

- su tale incongruità, dedotta fin dal primo grado di giudizio, la sentenza impugnata non ha fornito alcuna

risposta, limitandosi ad osservare che i giudici di primo grado avevano correttamente applicato alle sole spese

di regia la formula del volato. Nella specie, infatti, non si tratta di spese di regìa;

- in conclusione, mentre il criterio di contabilizzazione seguito dalla filiale italiana della C. è corretto per le

stabili organizzazioni il cui processo produttivo si svolge interamente in Italia, lo stesso non può avvenire per il

trasporto aereo, il cui processo produttivo non si esaurisce nel territorio nazionale.

2.2. Nel controricorso si obbietta quanto segue:

- nel ricorso l'Amministrazione si limita a dare una propria interpretazione di come si svolgerebbe l'attività di

trasporto aereo internazionale, senza indicare in modo specifico le circostanze di fatto che avrebbero dovuto

condurre ad una diversa decisione.

Rileva in proposito che già nel ricorso introduttivo era stato dedotto il difetto di motivazione dell'accertamento,

dove si faceva riferimento a documenti non portati a conoscenza della società, diversi dal processo verbale di

constatazione e che, in ogni caso, l'accertamento sulla connotazione dei costi sostenuti e accertati dalla casa

madre non può essere effettuato in sede di legittimità, non avendo l'amministrazione dedotto alcunché sulla

loro inerenza e misura;

- per quanto riguarda la dedotta violazione dell'art. 74 del D.P.R. n. 597/73, si deve premettere che le spese

sostenute dalla casa madre, delle quali trae vantaggio anche la stabile organizzazione in Italia, sono deducibili,

essendo le stabili organizzazioni di soggetti non residenti assoggettate a tassazione in Italia ai sensi degli

articoli 20 e 112 del D.P.R. 917 del 22 dicembre 1986, relativamente ai redditi prodotti nel territorio dello Stato;

- anche per la stabile organizzazione di un soggetto non residente deve essere individuata la ricchezza che

promana dalla fonte produttiva al netto delle spese per la produzione del reddito (articoli da 52 a 68 del D.P.R.

n. 917/86, secondo il combinato disposto degli articoli 113 e 95 dello stesso D.P.R.;

- il mancato o diverso riconoscimento della deducibilità delle spese da parte dello Stato dove è situata la

stabile organizzazione e/o dello Stato di appartenenza dell'impresa può dar luogo a fenomeni di doppia

imposizione. Il fenomeno è stato, pertanto, oggetto di disciplina in diverse convenzioni internazionali;

- in particolare, l'art. 7, terzo comma, dei modelli OCSE del 1963 e del 1977 prevede che nella determinazione

degli utili di una stabile organizzazione sono ammesse in deduzione le spese sostenute per gli scopi perseguiti

dalla stabile organizzazione, comprese le spese di direzione e le spese generali di amministrazione, sia nello

Stato in cui è situata la stabile organizzazione, sia altrove.

Il commento al detto articolo stabilisce che per la determinazione delle spese generali sopportate dalla casa

madre, attribuibili in concreto alla stabile organizzazione, può essere utilizzato un calcolo proporzionale tra il

fatturato della medesima e quello dell'impresa nel suo complesso; inoltre che la deduzione accordabile alla

BIG UNICO 2/4


PAGINE

4

PESO

38.11 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

La dispensa fa riferimento alle lezioni di Diritto Tributario d'Impresa, tenute dalla Prof. ssa Livia Salvini nell'anno accademico 2010.
Il documento riporta il testo della sentenza n. 10062 emessa dalla Corte di Cassazione nel 2000 usata come materiale didattico il 10 novembre 2009.
La pronuncia affronta i seguenti temi: deducibilità dei componenti negativi dal reddito d'impresa, il concetto di inerzia dei costi, il principio di inerenza.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2010-2011

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto Tributario d'Impresa e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Guido Carli - Luiss o del prof Salvini Livia.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto tributario d'impresa

Stato patrimoniale e conto economico
Dispensa
Determinazione reddito fiscale e Ires
Dispensa
Operazioni straordinarie d'impresa
Dispensa
Contratto di consolidato
Dispensa