Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Problematicità di Saussure

• Gli editori del Cours

equivocano su quel

che S. intende per

‘significato’: il

disegnino di destra è

di mano loro, ed è

concettualmente

errato: il significato

non è il referente ma

una nozione culturale

Il segno linguistico è arbitrario

• Nel senso che fra significante e significato

non c’è vincolo motivazionale, né in senso

“naturale” (conformità, contiguità fisica) né

in senso “logico” (pensa al numero

romano III / tre volte l’unità)

• Il segno unisce s.te e s.to attraverso un

processo solamente accidentale, cioè

storico: es. lat. captivus> it. cattivo

Arbitrario vs. Convenzionale

• L’associazione s.te / s.to non è deliberata,

ma accidentale

• Convenzionalità in senso stretto vi è solo

nelle terminologie scientifiche, nei gerghi,

negli usi metalinguistici

• Si può parlare di convenzionalità solo in

senso lato e improprio (=abitudine

condivisa, uso sociale)

Un secondo senso di arbitrarietà

• Finora abbiamo visto l’arbitrarietà solo

all’interno del segno isolato, ma una lingua

è un sistema di segni;

• Pensiamola dunque così:

Doppia arbitrarietà “orizzontale”

• •

Sul piano fonologico Sul piano semantico

ogni fonema si ogni significato si

identifica identifica

distinguendosi dagli differenziandosi

altri: all’interno del proprio

campo:

• Ad es. /k/ vs. /g/ (+/- •

ʃ

sonorità); /s/ vs / / (+/- Ad es. “sedia” vs

palatalità); /n/ vs. /d/ “sgabello” vs.

(+/- nasalità) “poltrona”, vs. “sedile”

vs “divano” ecc.

Arbitrarietà orizzontale ~ sistemicità

• La lingua è un sistema interattivo e

dinamico, in cui ogni elemento è in

relazione a tutti gli altri

La lingua ritaglia il suono e il senso

Saussure: Arbitrarietà e valore

• •

Dal capitolo del CLG Il segno ritaglia

sul ‘valore linguistico’ arbitrariamente la

(= CLG 156) sostanza fonica e

quella concettuale

• Prima e

indipendentemente

dal segno non vi è né

suono (linguistico) né

significato


PAGINE

17

PESO

161.48 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Questa dispensa si riferisce alle lezioni di Filosofia del linguaggio, tenute dal Prof. Stefano Gensini nell'anno accademico 2011 e tratta i seguenti argomenti:
[list]
Ferdinand de Saussure;
Semiologia;
Linguistica generale;
Lingua come sistema di segni;
Congiunzione di classi;
[/list]


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in filosofia
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Filosofia del linguaggio e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Gensini Stefano.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Filosofia del linguaggio

Animal loquens - Animali e comunicazione
Dispensa
Comunicazione e cognizione
Dispensa
Manzoni - Lettera al Carena
Dispensa
Animal loquens - Animali e filosofi
Dispensa