Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Appunti delle lezioni di Disegno di Macchine

Disegno di Macchine

corso per I anno della laurea in ing. meccanica

Docente: ing. Francesca Campana

Lezione n°1 2 - Cuscinetti radenti e volventi

Appunti delle lezioni di Disegno di Macchine

Supporti e Cuscinetti

I supporti sorreggono gli elementi rotanti e vincolano la posizione degli assi di

rotazione, scaricando a terra le forze che si esplicano sugli alberi/assi.

I cuscinetti sono elementi interposti tra albero e supporto con lo scopo di ridurre le

perdite di potenza legate all'attrito sviluppato dall'elemento rotante rispetto al

supporto che è fermo. Distinguiamo due tipi fondamentali di cuscinetti in base al

tipo di attrito che sfruttano nel loro funzionamento: cuscinetti radenti e cuscinetti

volventi (o a rotolamento). A sinistra si riporta un esempio di supporto

rinforzo

supporto con cuscinetto radente. Quest'ultimo può

strato a basso attrito essere realizzato in un pezzo unico

(boccola) o in due semi-gusci cilindrici

chiamati bronzine. Il materiale con cui si

realizzano questi componenti è

caratterizzato da un minore attrito rispetto

al contatto acciaio/acciaio, raggiungendo

così lo scopo prefissato dal cuscinetto. Se

il materiale non è in grado di sopportare i

carichi esercitati sul cuscinetto si possono

frapporre tra boccola e supporto strati di

attrito radente >> cuscinetti striscianti materiale più resistente.

Appunti delle lezioni di Disegno di Macchine

I cuscinetti a rotolamento sono composti da un anello interno, uno esterno con all'interno una serie di elementi

volventi (sfere o rulli) equidistanziati da una gabbia. Gli elementi volventi possono scorrere lungo le piste

predisposte tra i due anelli. L'anello interno si monta sull'albero e quello esterno nel supporto. Le dimensioni

caratteristiche (selezionate attraverso tabelle in base al carico ed al numero di cicli (ore) di funzionamento)

sono il diametro esterno (D), il diametro interno (d), la lunghezza assiale (B) e i raggi di raccordo (importanti

per il montaggio degli anelli in corrispondenza degli spallamenti). cuscinetti radiali

Rigido a

sfere

F radiale

F radiale F assiale Rigido

a due corone

di sfere

A rulli

F assiale

A rullini

A rullini senza

cuscinetto radiale a sfere anello interno

I cuscinetti volventi si distinguono in radiali, assiali ed obliqui Orientabile

in base alla direzione dei carichi che possono sopportare. a doppia

corona di

sfere

Si distinguono inoltre tra cuscinetti rigidi ed orientabili a

seconda se i due anelli sono obbligati alla coassialità oppure Orientabile

se ammettono lievi angolazioni (questo dipende dal tipo di a doppia

elemento volvente e dalla forma della pista). corona di

rulli a botte


PAGINE

7

PESO

203.63 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in ingegneria meccanica (LATINA, ROMA)
SSD:
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Disegno di Macchine e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Campana Francesca.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Disegno di macchine

Ruote dentate - Rappresentazione
Dispensa
Disegno di macchine - Introduzione
Dispensa
Tolleranze dimensionali generali e rugosità superficiale
Dispensa
Proiezioni ortogonali - Metodo europeo
Dispensa