Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Cultura individuale Modello autoritario

Modello economico

Motivazione

agli obiettivi Modello partecipativo

Modello dei casi esemplari

Modello delle storie rappresentative

Cultura di classe

Culture di subculture

solidarietà

Modello del Modello del Modello della

consenso conflitto frammentazione

Cultura organizzativa

Unico modello Molti modelli

Standardizzato adeguati al

Razionale di multiculturalismo

riferimento globalizzazione

•Conciliazione fra globale e locale

•Interdipendenza culturale

La cultura verso il postmoderno

Interpretazioni del postmoderno

• Società postindustriale (Bell,1973)

• Società postmoderna (Lyotard, 1979)

• Società dell’informazione (Nora Minc, 1977)

• Società del rischio (Beck, 2000)

• Modernità riflessiva (Giddens, 1997)

• Modernità liquida (Bauman, 2003)

• II modernità (Beck, 2002)

• Società della conoscenza (Rullani, 2005)

La condizione postmoderna

• Dalla produzione di beni ai servizi

• Dalla quantità alla qualità produttiva

• Dalle caratteristiche estetiche del prodotto alle opportunità di

significazione simbolica implicite nelle sue caratteristiche

• Dalle prestazioni funzionali di un oggetto ai bisogni/desideri del

consumatore

• New economy

• Capitalismo cognitivo

• Cultura postmaterialista e simbolica

• Dall’oggetto al simbolo

La condizione postmoderna

Punti- chiave:

• La caduta delle metanarrazioni del moderno

• Relativismo etico e sociale

• Flessibilità e frammentarietà socioculturale

• Condizione di disagio perenne e smarrimento sociale

• Esaltazione del soggettivismo

• Esperienza frammentaria, magmatica, fluida, indefinita

• Viene meno il senso di stabilità, benessere sociale e materiale

Postmodernismo di Jameson (1989)

• Fase storica precisa del tardo capitalismo

• Smobilitazione ideologica

• Smaterializzazione dei rapporti sociali

• Frammentazione del soggetto

• Sviluppo del populismo estetico

Cultura nel postmoderno

Frammentazione della cultura

• L’immagine weberiana fuorviante

• Virtualizzazione dell’esperienza

• Smaterializzazione della cultura

• Perdita di controllo e centralità culturale

• Enfasi dei particolarismi

• Cultura di superficie autoconsapevole

• Cultura frammentaria, effimera, discontinua

• La cultura nel post

• Progetto continuamente ridefinito attraverso dinamiche di azione e

interazione all’interno dei diversi contesti sociali

• Cultura come bricolage di valori, principi e credenze attivato dal

soggetto

• Centralità dei media nei processi di costruzione della cultura

Rischi:

1. Sbilanciamento sull’estetica, il linguaggio e il codice

2. Impoverimento della dimensione etica

Cultura come produzione

• Cultura popolare come cultura ordinaria

– Frutto dell’interazione quotidiana

– Multiforme e espressione di produzioni individuali

– Forme di resistenza alla cultura dominante

– Cultura di consumo

– Consumo come produzione culturale

Network society (Castells

(

Castells,

, 2001)

5 punti-chiave

• L’informazione e il sapere come beni primari

• Convergenza mediale e linguistica

• Lo sviluppo tecnologico

• Il network

• La flessibilità

Paradigma tecno-economico

dell’informazione tecnologica

Il sapere come bene

(Ranieri, 2006, Rullani

Rullani,

, 2005)

• Sapere tacito

– Contestualizzato/ esperienziale

– Legato al learning by using e learning by

using

– Working in progress

– Circolare e reticolare

– Informale e professionalizzante

La flessibilità

• Dalla razionalità all’intelligenza terziaria

– Ricontestualizzazione del sapere

• Dal concetto di individuo a quello di persona

– Capacità di adattamento creativo

– Apertura all’imprevedibilità e al rischio

– Disponibilità al confronto e allo scambio

– Etica Hacker (Castells, Himanen, 2003)

– Creatività e talento

network

• Network come metafora e chiave di lettura

• Network come forma mentis

– Nella costruzione dell’identità

networked self (Wellman, 2001)

networked individualism (Castells, 2001)

autopoiesi della coscienza (Marinelli, 2004)

progetto autoriflessivo del se (Thompson, 1998)

– Nella costruzione delle relazioni sociali

relazioni parasociali (Meyrowitz, 1995)

social networking (Marinelli, 2004, Bonaiuti, 2006)


PAGINE

34

PESO

364.91 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

La presente lezione fa riferimento al corso di Processi culturali e comunicativi tenuto dalla Prof.ssa Martino. Di seguito gli argomenti affrontati: La cultura nel passaggio dal moderno (cultura individuale, cultura di classe e cultura organizzativa), al postmoderno (cultura come produzione, cultura digitale, e convergenza tecnologica); Riflessione sui cambiamenti socioculturali dell’ultimo secolo.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze e tecnologie della comunicazione (POMEZIA, ROMA)
SSD:
Docente: Cortoni Ida
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVI e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Cortoni Ida.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Processi culturali e comunicativi

Media - Perché studiarli
Dispensa
Comunicazione come attività cognitivo-ermeneutica
Dispensa
Cultura - Etimologia e teorie
Dispensa
Comunicazione - Interazione mediata, visibilità e globalizzazione
Dispensa