Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

URBANISTICA – Corso di Infrastrutture di Trasporto Dispensa: Costi del Trasporto

Cp costo del personale aziendale

Ct costo per la trazione

Cq quote di ammortamento capitale

Ca costo per assicurazioni e tasse di circolazione

Cm costo per la manutenzione

Cg spese generali

Costo del personale aziendale

E’ dato da: Cp = S cp(y) PyAz

dove:

cp(y) è la retribuzione media contrattuale di un addetto di categoria y

PyAz è il numero di addetti della categoria y Il numero di addetti è valutabile come:

– personale di guida, valutabile pari a 2,5-3,5 addetti per veicolo per anno

– altro personale di movimento, pari al 20-30% del personale di guida

– personale amministrativo, pari al 10-15% del personale di guida

– personale ausiliario, pari ad 1 addetto ogni dieci veicoli del parco, comprensivo dei

veicoli di scorta (15-20% dei veicoli in esercizio)

Costo per la trazione

E’ dato da: Ct = Ccar + Club + Cpne

dove:

– Ccar è il costo del carburante

– Club è il costo dei lubrificanti

– Cpne è il costo dei pneumatici

Ognuno di questi costi Cx è dato da: Cx = cx·(qx·PA)

con: PA percorrenza annua del veicolo (km), cx costo unitario materiale (Euro/x), qx consumo

unitario (x/km).

Costo per la manutenzione

E’ dato da: Cm = cm PA

Autori: F.Cirianni, G.Leonardi Pagina 6 di 10

URBANISTICA – Corso di Infrastrutture di Trasporto Dispensa: Costi del Trasporto

con cm costo per km della manutenzione (dipende dai programmi di manutenzione di ogni

singolo veicolo).

Quote di ammortamento

I costi attribuibili alle quote di ammortamento sono espresse come somma di tre aliquote:

– Av ammortamento veicoli

– Au ammortamento uffici

– Ad ammortamento depositi

Ogni quota di ammortamento è calcolata in funzione della vita utile dei veicoli o del periodo di

ammortamento degli edifici.

Costo per assicurazioni e tasse di circolazione

Derivano direttamente dalle tariffe vigenti.

Spese generali

Comprendono le spese per: forniture elettriche, acqua, telefono, pulizie, riscaldamento e

climatizzazione, cancelleria, spese legali ed interessi passivi. Si assume per esse un valore pari

al 10-20% del totale dei costi precedenti.

Trasporto ferroviario

Il costo di esercizio di un sistema di trasporto ferroviario può essere stimato in diversi modi.

Un metodo proposta dalla UIC fornisce il costo per passeggero e per unità di distanza percorsa

Ce [Euro/pass-km]:

Ce = C1+C2/d+(1/p){(C3 + d C4)/T+[(t + c)/np]C5+(1/np)C6+(nv/npC7)}

dove:

– C1 costi funzione dei pass. per dist. percorsa (tasse e assicurazioni)

– C2 costi funzione dei pass. trasportabili (biglietteria, prenot., controllo stazioni, ecc.)

– d distanza del trasporto (km)

– p coefficiente di occupazione medio dei posti offerti

– C3 costi fissi per treno (spese per la formazione dei treni, deposito, ecc.)

– C4 costi funzione dei treni per dist. percorsa (condotta treni, parte spese energia, parte

spese infrastrutture, ecc.)

– T tonnellate lorde movimentate

– t tara delle vetture

Autori: F.Cirianni, G.Leonardi Pagina 7 di 10

URBANISTICA – Corso di Infrastrutture di Trasporto Dispensa: Costi del Trasporto

– c carico medio

– np numero dei posti offerti per vettura

– C5 costi funzione del peso lordo rimorchiato per distanza percorsa (parte delle spese di:

energia, infrastrutture, materiale rotabile, ecc.)

– C6 costi funzione dei veicoli per distanza percorsa (controllo veicoli, pulizia treni, ecc.)

– nv numero delle vetture per giorni necessarie per il trasporto

– C7 costi funzione dei veicoli per giorni di materiale necessario ai passeggeri

Costi di uso del servizio

I costi di uso del servizio sono quelli sopportati dagli utenti del sistema di trasporto; per il

sistema di trasporto stradale individuale, parte di tali costi coincidono con i costi di produzione

del servizio.

In generale, un utente di un sistema di trasporto, per utilizzare il sistema stesso, “spende” delle

risorse non solamente monetarie;

il costo totale sopportato dall’utente per l’uso del servizio è detto costo generalizzato.

Il CG, in termini puramente formali, può essere considerato somma di 4

costo generalizzato

aliquote: CG = CM + CT + CCOM + CSIC

dove:

CM rappresenta le risorse monetare spese per effettuare lo spostamento (pedaggi, carburante,

biglietti, ecc.)

CT rappresenta le risorse, in termini di tempo, spese per effettuare lo spostamento (tempo di

attesa alle fermate, tempo di viaggio, ecc.)

CCOM rappresenta il costo connesso alla mancanza di comfort dello spostamento

CSIC rappresenta il costo connesso ai rischi (mancanza di sicurezza del viaggio)

Questi ultimi due termini non sono di facile valutazione, ma influenzano non poco le scelte di

viaggio degli utenti.

Il costo generalizzato assume diversi aspetti a seconda delle problematiche per le quali è utile

conoscere i costi sostenuti dagli utenti; si possono individuare, pertanto, due tipologie di costo

generalizzato:

– costo generalizzato effettivo

– costo generalizzato percepito

Autori: F.Cirianni, G.Leonardi Pagina 8 di 10

URBANISTICA – Corso di Infrastrutture di Trasporto Dispensa: Costi del Trasporto

Il costo generalizzato effettivo comprende i costi reali sostenuti dall’utente per effettuare uno

spostamento; quello percepito è legato alla percezione dei costi da parte dell’utente; esempio:

spostamento su auto propria

– :

• il costo generalizzato effettivo comprende tutti i costi di produzione del servizio

(carburante, lubrificante, pneumatici, quote di ammortamento, eventuali pedaggi

autostradali e/o di sosta) ed il tempo effettivo speso per effettuare il viaggio

• il costo generalizzato percepito comprende solo alcuni costi di produzione del

servizio (carburante ed eventuali pedaggi autostradali e/o di sosta), il tempo

percepito

dall’utente, che può essere diverso da quello effettivo (ad esempio gli utenti tendono a dare un

peso diverso ai tempi per effettuare il viaggio se spesi in coda ad un semaforo o in marcia)

spostamento su mezzo collettivo

:

– • il costo generalizzato effettivo comprende il costo del biglietto ed i tempi

effettivi spesi per effettuare il viaggio

il costo generalizzato percepito comprende il costo del biglietto, i tempi

• percepiti dall’utente in modo diverso a seconda se di attesa, a bordo, di accesso

egresso, l’assenza di comfort

I costi effettivi si calcolano per le valutazioni economiche degli investimenti, mentre i costi

percepiti si usano per simulare le scelte di viaggio degli utenti.

Sia il costo percepito che quello effettivo dovrebbero a rigore comprendere esplicitamente i

costi legati al comfort ed alla sicurezza. In generale, però, tali fattori non sono tenuti

esplicitamente in conto nei costi sostenuti dagli utenti; più precisamente, nel costo effettivo si

trascurano questi aspetti, valutando in altro modo comfort e sicurezza all’interno delle analisi

economiche; nel costo percepito si tiene conto di un termine, da calibrare, legato alla specifica

variabile, che tiene conto dei questi fattori non misurabili.

Il C può essere calcolato come:

costo generalizzato effettivo GE CGE = CME + βT TE

dove:

C è il costo monetario effettivo (Euro)

ME

T è il tempo di viaggio effettivo (h)

E

β è il valore unitario del tempo (Euro/h)

T

Il costo monetario effettivo comprende tutti i costi monetari (ad esempio anche il consumo dei

pneumatici).

Autori: F.Cirianni, G.Leonardi Pagina 9 di 10


PAGINE

10

PESO

111.70 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

In questo materiale didattico vengono trattati i seguenti argomenti. L'offerta di trasporto.Costi dei servizi di trasporto. Costi connessi ad un sistema di trasporto. Costi di costruzione e manutenzione. Costi di produzione del servizio. Trasporti stradali individuali. Trasporti stradali collettivi. Trasporto ferroviario. Costi d'uso del servizio di trasporto.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in urbanistica
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Infrastrutture e mobilità territoriale - Infrastrutture di trasporto e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Mediterranea - Unirc o del prof Cirianni Francis.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Infrastrutture e mobilità territoriale - infrastrutture di trasporto

Locomozione e resistenza al moto
Dispensa
Variabili del flusso
Dispensa
Valutazione dei progetti ABC
Dispensa
Urbanistica - Esempi di piani attuativi
Dispensa