Che materia stai cercando?

Convenzione Europea del paesaggio Appunti scolastici Premium

Traduzione del testo ufficiale della Convenzione Europea del paesaggio in inglese e francese, predisposta dal Congresso dei Poteri Locali e Regionali del Consiglio d’Europa in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Ufficio Centrale per i Beni Ambientali e Paesaggistici, in occasione della Conferenza Ministeriale... Vedi di più

Esame di Restauro del territorio docente Prof. E. Uccellini

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Riconoscendo che la qualità e la diversità dei paesaggi europei costituiscono una risorsa comune per la

cui salvaguardia, gestione e pianificazione occorre cooperare;

Desiderando istituire un nuovo strumento dedicato esclusivamente alla salvaguardia, alla gestione e alla

pianificazione di tutti i paesaggi europei;

Hanno convenuto quanto segue:

CAPITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Articolo 1 - Definizioni

Ai fini della presente Convenzione:

a "Paesaggio” designa una determinata parte di territorio, così come è percepita dalle popolazioni, il

cui carattere deriva dall'azione di fattori naturali e/o umani e dalle loro interrelazioni;

b "Politica del paesaggio" designa la formulazione, da parte delle autorità pubbliche competenti, dei

principi generali, delle strategie e degli orientamenti che consentano l'adozione di misure specifiche

finalizzate a salvaguardare gestire e pianificare il paesaggio;

c “Obiettivo di qualità paesaggistica” designa la formulazione da parte delle autorità pubbliche

competenti, per un determinato paesaggio, delle aspirazioni delle popolazioni per quanto riguarda le

caratteristiche paesaggistiche del loro ambiente di vita;

d “Salvaguardia dei paesaggi” indica le azioni di conservazione e di mantenimento degli aspetti

significativi o caratteristici di un paesaggio, giustificate dal suo valore di patrimonio derivante dalla sua

configurazione naturale e/o dal tipo d’intervento umano;

e “Gestione dei paesaggi” indica le azioni volte, in una prospettiva di sviluppo sostenibile, a

garantire il governo del paesaggio al fine di orientare e di armonizzare le sue trasformazioni provocate

dai processi di sviluppo sociali, economici ed ambientali;

f “Pianificazione dei paesaggi” indica le azioni fortemente lungimiranti, volte alla valorizzazione, al

ripristino o alla creazione di paesaggi.

Articolo 2 - Campo di applicazione

Fatte salve le disposizioni dell'articolo 15, la presente Convenzione si applica a tutto il territorio delle

Parti e riguarda gli spazi naturali, rurali, urbani e periurbani. Essa comprende i paesaggi terrestri, le

acque interne e marine. Concerne sia i paesaggi che possono essere considerati eccezionali, sia i

paesaggi della vita quotidiana sia i paesaggi degradati.

Articolo 3 - Obiettivi

La presente Convenzione si prefigge lo scopo di promuovere la salvaguardia, la gestione e la

pianificazione dei paesaggi e di organizzare la cooperazione europea in questo campo.

CAPITOLO II - PROVVEDIMENTI NAZIONALI

Articolo 4 - Ripartizione delle competenze

Ogni Parte applica la presente Convenzione e segnatamente i suoi articoli 5 e 6, secondo la ripartizione

delle competenze propria al suo ordinamento, conformemente ai suoi principi costituzionali e alla sua

organizzazione amministrativa, nel rispetto del principio di sussidiarietà, tenendo conto della Carta

europea dell’autonomia locale. Senza derogare alle disposizioni della presente Convenzione, ogni Parte

applica la presente Convenzione in armonia con le proprie politiche.

. Articolo 5 – Provvedimenti generali

Ogni Parte si impegna a :

a riconoscere giuridicamente il paesaggio in quanto componente essenziale del contesto di vita

delle popolazioni, espressione della diversità del loro comune patrimonio culturale e naturale e

fondamento della loro identità;

b stabilire e attuare politiche paesaggistiche volte alla protezione, alla gestione, alla pianificazione

dei paesaggi tramite l’adozione delle misure specifiche di cui al seguente articolo 6;

c avviare procedure di partecipazione del pubblico, delle autorità locali e regionali e degli altri

soggetti coinvolti nella definizione e nella realizzazione delle politiche paesaggistiche menzionate al

precedente capoverso b;

d integrare il paesaggio nelle politiche di pianificazione del territorio, urbanistiche e in quelle a

carattere culturale, ambientale, agricolo, sociale ed economico, nonché nelle altre politiche che possono

avere un'incidenza diretta o indiretta sul paesaggio.

Articolo 6 - Misure specifiche

A Sensibilizzazione

Ogni parte si impegna ad accrescere la sensibilizzazione della società civile, delle organizzazioni private

e delle autorità pubbliche al valore dei paesaggi, al loro ruolo e alla loro trasformazione.

.

B Formazione ed educazione

Ogni Parte si impegna a promuovere :

a la formazione di specialisti nel settore della conoscenza e dell’intervento sui paesaggi;

b. dei programmi pluridisciplinari di formazione sulla politica, la salvaguardia, la gestione e la

pianificazione del paesaggio destinati ai professionisti del settore pubblico e privato e alle associazioni di

categoria interessate;

c degli insegnamenti scolastici e universitari che trattino, nell’ambito delle rispettive discipline, dei

valori connessi con il paesaggio e delle questioni riguardanti la sua salvaguardia , la sua gestione e la

sua pianificazione.

C Individuazione e valutazione

Mobilitando i soggetti interessati conformemente all’articolo 5.c, e ai fini di una migliore

1

conoscenza dei propri paesaggi, ogni Parte si impegna a::

individuare i propri paesaggi, sull'insieme del proprio territorio;

a i analizzarne le caratteristiche, nonché le dinamiche e le pressioni che li modificano;

ii ;

seguirne le trasformazioni

iii

valutare i paesaggi individuati, tenendo conto dei valori specifici che sono loro attribuiti dai soggetti

b

e dalle popolazioni interessate.

I lavori di individuazione e di valutazione verranno guidati dagli scambi di esperienze e di

2

metodologie organizzati tra le Parti, su scala europea, in applicazione dell’articolo 8 della presente

Convenzione.

D Obiettivi di qualità paesaggistica

Ogni parte si impegna a stabilire degli obiettivi di qualità paesaggistica riguardanti i

paesaggi individuati e valutati, previa consultazione pubblica, conformemente all’articolo 5.c.

E Applicazione

Per attuare le politiche del paesaggio, ogni Parte si impegna ad attivare gli strumenti di intervento volti

alla salvaguardia, alla gestione e/o alla pianificazione dei paesaggi.

CAPITOLO III – COOPERAZIONE EUROPEA

Articolo 7 – Politiche e programmi internazionali

Le Parti si impegnano a cooperare perchè venga tenuto conto della dimensione paesaggistica nelle

loro politiche e programmi internazionali e a raccomandare, se del caso, che vi vengano incluse le

considerazioni relative al paesaggio.

Articolo 8 – Assistenza reciproca e scambio di informazioni

Le Parti si impegnano a cooperare per rafforzare l'efficacia dei provvedimenti presi ai sensi degli

articoli della presente Convenzione, e in particolare a:

a prestarsi reciprocamente assistenza, dal punto di vista tecnico e scientifico, tramite la raccolta e lo

scambio di esperienze e di lavori di ricerca in materia di paesaggio;

b favorire gli scambi di specialisti del paesaggio, segnatamente per la formazione e l’informazione;

c scambiarsi informazioni su tutte le questioni trattate nelle disposizioni della presente Convenzione.

Articolo 9 – Paesaggi transfrontalieri

Le Parti si impegnano ad incoraggiare la cooperazione transfrontaliera a livello locale e regionale,

ricorrendo, se necessario, all'elaborazione e alla realizzazione di programmi comuni di valorizzazione del

paesaggio. Articolo 10 – Controllo dell'applicazione della Convenzione

1 I competenti Comitati di esperti già istituiti ai sensi dell'articolo 17 dello Statuto del Consiglio

d'Europa, sono incaricati dal Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa del controllo dell'applicazione

della Convenzione.

2 Dopo ogni riunione dei Comitati di esperti, il Segretario Generale del Consiglio d'Europa

trasmette un rapporto sui lavori e sul funzionamento della Convenzione al Comitato dei Ministri.

3 I Comitati di esperti propongono al Comitato dei Ministri i criteri per l'assegnazione e il

regolamento del Premio del Paesaggio del Consiglio d'Europa.

Articolo 11 – Premio del Paesaggio del Consiglio d'Europa


PAGINE

7

PESO

323.26 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Traduzione del testo ufficiale della Convenzione Europea del paesaggio in inglese e francese, predisposta dal Congresso dei Poteri Locali e Regionali del Consiglio d’Europa in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Ufficio Centrale per i Beni Ambientali e Paesaggistici, in occasione della Conferenza Ministeriale di Apertura alla Firma della Convenzione europea del Paesaggio.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in urbanistica
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Restauro del territorio e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Mediterranea - Unirc o del prof Uccellini Eleonora.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Restauro del territorio

Beni Culturali e Paesaggio
Dispensa
Rischio Idrogeologico
Dispensa
Conferenza paesaggio
Dispensa
Rapporto pianificazione paesaggistica
Dispensa