Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Il contratto come fattispecie

La formazione del contratto

 Proposta irrevocabile (art. 1329)

 Opzione (art. 1331)

 contratto preliminare (artt. 1351-2932)

 minuta gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 24

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 Rientrano nella nozione di «minuta o puntuazione» del

contratto, per la quale è indispensabile l’esistenza di un

documento sottoscritto da entrambe le parti, sia i documenti che

contengano intese parziali in ordine al futuro regolamento di

interessi (c.d. puntuazione di clausole), sia i documenti che

predispongano con completezza un accordo negoziale in

funzione preparatoria del medesimo (c.d. puntuazione completa

di clausole); in relazione a tale secondo caso, la parte che

intenda dimostrare che non si tratti di un contratto concluso, ma

di una semplice minuta con puntuazione completa di clausole,

deve superare la presunzione semplice di avvenuto

perfezionamento del contratto, e ciò gli è reso possibile in

virtù del principio secondo cui anche un documento dimostrante

con completezza un assetto negoziale può essere soltanto

preparatorio di un futuro accordo, una volta dimostrata

l’insussistenza di una volontà attuale di accordo negoziale

(Cass. 16-07-2002, n. 10276)

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 25

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 Conclusione: di fronte ad una minuta

apparentemente completa, ossia disciplinante

ogni aspetto dell’assetto di interessi delle

parti, si presume l’esistenza di un contratto

vincolante a meno che dall’esame

complessivo della vicenda non emergano

elementi di segno contrario

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 26

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 La responsabilità precontrattuale

Regola generale di condotta durante le trattative: art.

1337

Salvaguardare gli interessi noti della controparte (ad

- es. in termini di informazioni sull’oggetto del contratto

o altro: v. art. 1338 e prossima slide; spese ecc.)

Massima libertà nel recesso dalle trattative alla sola

- condizione di dare una spiegazione ragionevole

Conseguenze: risarcimento dello “interesse negativo”

- (v. art. 1328, 1 comma, 2° parte)

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 27

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

Art. 6, l. 6 maggio 2004, n. 129:

 “1. L'affiliante deve tenere, in qualsiasi momento, nei

confronti dell'aspirante affiliato, un comportamento

ispirato a lealtà, correttezza e buona fede e deve

tempestivamente fornire, all'aspirante affiliato, ogni

dato e informazione che lo stesso ritenga necessari o

utili ai fini della stipulazione del contratto di

affiliazione commerciale, a meno che non si tratti di

informazioni oggettivamente riservate o la cui

divulgazione costituirebbe violazione di diritti di terzi.

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 28

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 2. L'affiliante deve motivare all'aspirante affiliato

l'eventuale mancata comunicazione delle

informazioni e dei dati dallo stesso richiesti.

 3. L'aspirante affiliato deve tenere in qualsiasi

momento, nei confronti dell'affiliante, un

comportamento improntato a lealtà, correttezza e

buona fede e deve fornire, tempestivamente ed in

modo esatto e completo, all'affiliante ogni

informazione e dato la cui conoscenza risulti

necessaria o opportuna ai fini della stipulazione del

contratto di affiliazione commerciale, anche se non

espressamente richiesti dall'affiliante”

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 29

politico - università statale di milano

Il contratto come

fattispecie

6.2 la causa

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 30

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 Innanzi tutto il “sintagma “causa” può

assumere una pluralità di significati

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 31

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 L’art. 1325 n. 2 inserisce la “causa” tra i

requisiti essenziali del contratto. Se si tiene

presente la nozione di contratto, quale

relazione giuridica patrimoniale volontaria (v.

art. 1321 c.c.), occorre prendere atto, già in

sede introduttiva, che il termine compare

anche in un’altra disposizione relativa a

rapporti patrimoniali ed in particolare nella

ipotesi del c.d. “ingiusto arricchimento” (art.

2041 c.c.) gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 32

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

L’ordinamento consente e

Art. 2041 “rispetta” gli spostamenti

patrimoniali purché abbiano una

“giusta causa”

“causa” Art. 1325 n. 2: il contratto deve avere una “causa”

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 33

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 In entrambi i casi il sintagma “causa” allude

ad una qualche giustificazione dello

spostamento patrimoniale determinatosi tra

due soggetti

 Peraltro, se adoperato in relazione al

contratto, il sintagma assume o ha assunto

(anche) altri significati. Vediamo quali …

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 34

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

La causa come

“funzione economico- sociale del

negozio” *

“causa” è “un interesse sociale oggettivo e

socialmente controllabile” senza del quale

non esiste il “negozio giuridico” (Betti, 170)

vediamo che significa …

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 35

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 La pandettistica aveva costruito la nozione di

“negozio giuridico” come “dichiarazione di volontà

diretta ad effetti giuridici”. È una definizione che

volutamente astrae da qualsiasi contesto economico-

sociale perché interessava soprattutto enfatizzare il

ruolo centrale (della volontà) dell’individuo nella

realizzazione degli effetti giuridici. Si voleva

sottolineare che la volontà dell’individuo era in grado

di superare qualsiasi ostacolo di ordine politico-

sociale alla realizzazione dei propri interessi

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 36

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

Nel XX secolo si acuisce la consapevolezza della

insufficienza, della artificiosità di questa costruzione

sotto un duplice profilo:

 “non è già che la volontà privata per sé sola sia per

virtù propria causa immediata dell’effetto giuridico”,

bensì è lo Stato che recepisce detta volontà e le

assicura protezione e cogenza (Betti, 152);

 Il negozio non esprime “una volontà qualunque,

vuota ed incolore espressione del capriccio

individuale”, ma è finalizzato a “scopi pratici” (Betti,

169). gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 37

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

Analisi della teoria:

“scopi pratici di carattere tipico, socialmente valutabili per la loro

costanza e normalità ricorrente nella vita di relazione” (**).

il contratto è diretto a soddisfare bisogni concreti dei

• “scopi pratici …” contraenti bisogni diffusi e pertanto quei determinati

•“… di carattere tipico … contratti diretti a soddisfare questi scopi

ricorrente nella vita di relazione” sono diffusi in una dato ambiente sociale in

un determinato (o in più periodi storici: v.

ad es. compravendita)

• “… socialmente Questi contratti, proprio perché diffusi, assumono

valutabili …”: rilevanza sociale e se ne può apprezzare (controllare)

l’utilità sociale

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 38

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

Osservazioni:

•“ciò che conta è la “causa” corrispondente a ciascuna

figura tipica del negozio”: ad es. scambio di cosa contro

prezzo: compravendita; far credito ad interesse: mutuo;

consentire l’utilizzazione di un proprio bene dietro

corrispettivo: locazione ecc.)

•Solo se viene perseguito uno “scopo pratico” socialmente

approvato la manifestazione di volontà merita di essere

tutelata. In questo modo la “causa” diviene anche strumento

di controllo sugli atti di autonomia privata: il contratto, le

parti devono realizzare interessi “utili alla stregua

dell’apprezzamento sociale”

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 39

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

Quale rapporto si pone tra volontà e causa ?

La volontà non è sufficiente alla realizzazione

• degli effetti giuridici, ossia non è sufficiente

alla creazione di un impegno vincolante per il

dichiarante

(nella prospettiva di Betti) La volontà delle

• parti si esaurirebbe nella scelta tra i tipi

legislativi gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 40

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

È una tesi contraddetta dallo stesso codice:

• Art. 1343 prevede la possibilità di una “causa

illecita”, che non vi sarebbe se la nozione di

“causa” fosse ristretta a quella dei contratti

aventi una disciplina particolare

2

• art. 1322 : la parti possono concludere

contratti diversi da quelli tipizzati; possono

utilizzare il contratto per realizzare interessi

diversi da quelli presi in considerazione dal

legislatore gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 41

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

Prospettiva storica delle tesi sulla causa:

 La tesi della “causa come funzione tipica” nasce in un periodo storico

ben preciso, quando si riteneva (non a torto) che il legislatore avesse

sostanzialmente accolto i “tipi sociali” maggiormente significativi

 Interessi diversi da quelli tipizzati nel codice emergono dal mercato

solo grazie allo sviluppo economico e tecnologico (v. ad es. c. di

sponsorizzazione, ossia il contratto in cui “un soggetto si obbliga,

dietro corrispettivo, a consentire ad altri, ordinariamente in esclusiva,

l’uso della propria immagine pubblica e del proprio nome per

promuovere un marchio o un prodotto specificamente marcato”;

leasing: locazione di beni mobili o immobili, acquistati o fatti costruire

dal locatore su indicazione e scelta del conduttore, che ne paga il

canone e al termine della locazione può acquisirne la proprietà;

factoring: impresa non finanziaria cede crediti presenti e futuri a banca

affinché ne anticipi una parte dell’importo, li incassi, assumendo a volte

il rischio dell’inadempimento; ecc.) …

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 42

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 La complessità delle operazioni economiche compiute sul

mercato e l’elevato tasso di innovazione determinano il

superamento dello stesso approccio utilizzato dalla dottrina di

accontentarsi di una “causa in senso formale”, ossia della causa

tipica del contratto formalmente utilizzato dalle parti senza

curarsi invece della reale operazione economica posta in essere

ricostruzione del vero affare

concluso dalle parti, prescindendo

dalla volontà manifestata * e con

art. 1344 maggiore considerazione per i

termini oggettivi dell’affare

concluso

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 43

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

E quindi:

La “causa” da funzione economico-sociale a funzione

economico-individuale:

Il contratto riflette, rappresenta un’operazione propria

delle parti che perseguono loro interessi

La “causa” costituisce lo strumento col quale

l’ordinamento isola e prende in esame la singola

operazione economica (art. 1321) posta in essere col

contratto che deve essere lecita (artt.1343 e 1344) e

2 2

meritevole di tutela (artt. 41 , 42 cost.; 1322 c.c.)

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 44

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 Gli artt. 2 e 3 Cost. – col loro riferimento alla singola

persona e alla concreta situazione nella quale versa

– impone di porre attenzione alle specifiche

caratteristiche della singola operazione posta in

essere dalla persona stessa, dal soggetto specifico

di cui si parla

Necessità di adeguare la tutela alla

concretezza delle singole operazioni

“Nullità di protezione” come forma di tutela

della persona nella specifica operazione

posta in essere

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 45

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 … “il riferimento alla causa impone di intendere

l’atto di autonomia privata nella sua realtà di

strumento di finalità pratiche” (Bianca)

 la “causa” quale requisito del contratto pertanto

si delinea come lo strumento attraverso il quale

assumono rilevanza le finalità pratiche, gli

interessi concreti, l’operazione economica

perseguita col singolo contratto, la cui

“meritevolezza sociale” l’ordinamento valuta a

fini diversi … gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 46

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 La diversità dei fini e la difficoltà di individuare

cosa sia la “causa” si intravede anche nel

testo gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 47

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 

La causa è lo “assetto Causa

di interessi” tale da onerosa/liberale/gratuita

riflettere “un’operazione

economico patrimoniale  Causa come strumento

nella quale ciò che per l’individuazione

ciascuno acquista o della disciplina

perde trovi la sua

giustificazione nel costo

sopportato o nel

vantaggio acquisito in

ragione del contratto”

(Camardi, 221) gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 48

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 

“elemento attraverso il La causa assolve una

quale il sistema … funzione di controllo

prescrive le condizioni “non della direzione che

in presenza delle quali i i privati imprimono alla

regolamenti privati circolazione delle

hanno accesso risorse, ma del

all’ordinamento e carattere economico,

valgono giuridicamente ovverosia direttamente

come contratti” o indirettamente

(Camardi, 222) produttivo di ricchezza

dell’operazione

concordata dalle parti”

(Camardi, 223)

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 49

politico - università statale di milano

 Cerchiamo, se possibile, di mettere ordine

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 50

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 Si vedano i seguenti casi

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 51

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 Cass., 19-02-2000, n. 1898: “L’esigenza della

valutazione «in concreto» della causa quale

elemento essenziale del negozio si risolve

nella sintesi degli interessi dei contraenti

e, al tempo stesso, costituisce strumento di

accertamento per il giudice ai fini

dell’indagine intesa ad individuare la

conformità a legge dell’attività posta

effettivamente in essere”

La “causa” quale strumento di controllo a fini di

legittimità dell’operazione

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 52

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 T. Treviso, 04-11-2003: “La cessione di alcuni

macchinari e lavoratori, non accompagnata dalla

cessione di un complesso organizzativo autonomo,

non è sufficiente a configurare un trasferimento

d’azienda o di ramo d’azienda e si deve ritenere nullo

per frode alla legge il contratto di cessione d’azienda

quando la vera ragione sia quella di eludere la

legislazione vigente in materia di licenziamento, di

cassa integrazione e mobilità, come nel caso in cui il

trasferimento è stato disposto per aggirare il rifiuto

dei lavoratori al trasferimento e per evitare i costi

della mobilità”

Art. 1344: frode alla legge gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 53

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 Cass., 19-07-1997, n. 6645: “La «causa» del

rapporto di praticantato è quella di assicurare al

giovane praticante, da parte di un professionista,

le nozioni indispensabili per mettere in atto, nella

prospettiva e nell’ambito di una futura

determinata professione intellettuale, la

formazione teorica ricevuta nella sede scolastica

(nella specie la suprema corte ha confermato la

sentenza impugnata che, disattendendo la

qualificazione data al rapporto dalle parti con atti

scritti, … gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 54

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 … mentre aveva escluso la configurabilità del

praticantato, poiché all’interessata, peraltro

ancora priva del titolo di studio necessario per

intraprendere la professione di commercialista

esercitata dal titolare dello studio, erano state

affidate incombenze ripetitive proprie di un

impiegato d’ordine e non era stato impartito alcun

insegnamento, aveva qualificato, invece, il

rapporto nell’ambito del lavoro subordinato, nella

concorrenza dei relativi requisiti).”

La “causa” come sintesi della concreta operazione

economica è strumento di qualificazione del contratto e di

ricostruzione delle obbligazioni ex lege delle parti

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 55

politico - università statale di milano

 L’esempio offerto da Cass. 19-07-1997, n.

6645 è utile anche per rendersi conto del

procedimento seguito dal giudice: prima si

delinea lo schema “tipico” poi si confronta con

tale schema l’operazione economica in

concreto realizzata dalle parti e se ne

traggono così le conseguenze.

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 56

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 La “causa” può poi essere strumento di

adeguamento del contratto in caso di

“sopravvenienza negativa”: v. “gli effetti del

contratto e la sopravvenienza” (rinvio)

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 57

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 L’attenzione posta alla operazione

economica realmente realizzata fa sì che

non ci si debba arrestare all’esame di un

singolo contratto posto in essere dalle parti,

ma che debba esaminarsi l’insieme dei

contratti eventualmente conclusi.

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 58

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 Per realizzare la loro operazione economica

le parti possono utilizzare un solo contratto o

più contratti collegati: c.d. “collegamento

contrattuale”

Gli strumenti, i concetti di “operazione

economica”e di “collegamento

contrattuale” consentono di fare

emergere i reali e molteplici interessi

sottesi nelle singole vicende concrete

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 59

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 Cass., 18-07-2003, n. 11240:Il collegamento

negoziale … è un meccanismo attraverso il quale le

parti perseguono un risultato economico unitario e

complesso, che viene realizzato non per mezzo di

un singolo contratto ma attraverso una pluralità

coordinata di contratti, … ciascuno dei quale è

finalizzato ad un unico regolamento dei reciproci

interessi; pertanto, il criterio distintivo tra contratto

unico e contratto collegato non è dato da elementi

formali, quali l’unità o pluralità dei documenti

contrattuali, o dalla contestualità delle stipulazioni,

bensì dall’elemento sostanziale dell’unicità o pluralità

degli interessi perseguiti …”

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 60

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

Volontà espressa

“pluralità

coordinata di

contratti” “circostanze univoche

precise concordanti”

Artt. 2727, 2729 c.c.

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 61

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 Cass., sez. II, 17-12-2004, n. 23470: “Affinché possa

configurarsi un collegamento negoziale in senso

tecnico, che impone la considerazione unitaria della

fattispecie, è necessario che ricorra sia il requisito

oggettivo, costituito dal nesso teleologico tra i negozi,

volti alla regolamentazione degli interessi reciproci

delle parti nell’ambito di una finalità pratica

consistente in un assetto economico globale ed

unitario, sia il requisito soggettivo, costituito dal

comune intento pratico delle parti di volere non solo

l’effetto tipico dei singoli negozi in concreto posti in

essere, ma anche il coordinamento tra di essi per la

realizzazione di un fine ulteriore,… che assume una

propria autonomia anche dal punto di vista causale

… gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 62

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 Il “collegamento contrattuale” è figura di

creazione dottrinale e giurisprudenziale.

Recentemente peraltro è stata riconosciuta

dal legislatore …

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 63

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

La rilevanza del collegamento contrattuale

viene esplicitata

 nell’art. 34 cdc: “La vessatorietà di una

clausola è valutata tenendo conto della

natura del bene o del servizio oggetto del

contratto e facendo riferimento alle

circostanze esistenti al momento della sua

conclusione ed alle altre clausole del

contratto medesimo o di un altro collegato o

da cui dipende”

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 64

politico - università statale di milano

 Nell’art. 77 cdc: il contratto di credito concluso

per finanziare l’acquisto della “casa in

comproprietà” (art. 69 ss. cdc) si risolve

automaticamente in ipotesi di recesso ex art.

73 cdc da quest’ultimo contratto

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 65

politico - università statale di milano

 Nell’art. 84 cdc: vendita di “pacchetti turistici”

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 66

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

In sintesi:

 Quando si parla di “causa” si mira a ricostruire

l’operazione economica in concreto posta in essere

dalle parti. Così si può

stabilire se è lecita/meritevole di tutela

interpretare meglio il contratto (v. art. 1363, 1371)

stabilire se e a quali “tipi contrattuali” si può

assimilare al fine di integrare il contratto (art.

, gestire le sopravvenienze

1374) gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 67

politico - università statale di milano

Il contratto come

fattispecie

Ancora sulla “causa”

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 68

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 Si è detto in precedenza che una delle

accezioni di “causa” sia la giustificazione

della “attribuzione patrimoniale”

 Approfondiamo ora questo centrale aspetto

delle relazioni patrimoniali tra i consociati

 A tal fine prendiamo in esame gli artt. 2041 e

2033 c.c. gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 69

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 Art. 2041 c.c.: “Chi, senza una giusta causa, si è

arricchito a danno di un'altra persona è tenuto, nei

limiti dell'arricchimento, a indennizzare quest'ultima

della correlativa diminuzione patrimoniale …”

 Art. 2033 c.c.: “Chi ha eseguito un pagamento non

dovuto ha diritto di ripetere ciò che ha pagato. Ha

inoltre diritto ai frutti e agli interessi dal giorno del

pagamento, se chi lo ha ricevuto era in mala fede,

oppure, se questi era in buona fede, dal giorno della

domanda” gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 70

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

 L’attribuzione patrimoniale (conseguente ad un

pagamento o ad altro, tale per cui qualcuno si è

avvantaggiato economicamente a spese di qualcun

altro: cfr. art. 1174) deve avere “una giusta causa”,

altrimenti colui che si è impoverito a favore di altri, ha

diritto alla restituzione o comunque ad un riequilibrio

patrimoniale In passato si teorizzò un ordine sociale che –

anche con la disciplina della responsabilità civile –

fosse in grado di compensare i singoli di ogni

danno e di ogni perdita ingiustificata

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 71

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

Adempimento di un’obbligazione preesistente

propria o altrui (artt. 1173; 1180; 2036)

Atto posto in essere in vista di un interesse

patrimoniale diretto o indiretto del solvens

Giusta causa

dell’attribuzione Adempimento di un’obbligazione naturale (art.

2034)

patrimoniale * Modo di acquisto della proprietà

Atto sorretto dall’intento “formalizzato” di

arricchire l’accipiens …

gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 72

politico - università statale di milano

Il contratto come fattispecie

… la donazione consiste in un’attribuzione

patrimoniale priva di una giustificazione

oggettiva, ossia di una giustificazione

sufficiente … ad escludere la donazione! *

Questo difetto di “causa” ha storicamente

determinato l’onere di forma solenne della

donazione gioacchino la rocca - dipartimento giuridico 73

politico - università statale di milano


PAGINE

112

PESO

156.73 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Materiale didattico per il corso di Diritto privato del prof. Gioacchino La Rocca all'interno del quale sono affrontati i seguenti argomenti: il contratto e i fatti giuridici; i requisiti di un contratto, ovvero accordo fra le parti, il perfezionamento dell'accordo, la causa, l'oggetto e la forma; gli elementi accidentali.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze politiche
SSD:
Università: Milano - Unimi
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto privato e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Milano - Unimi o del prof La Rocca Gioacchino.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto privato

Concetti giuridici e interpretazione
Dispensa
Beni giuridici
Dispensa
Diritto privato 1 - Il contratto
Appunto
Soggetto di diritto
Dispensa