Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Il bilancio: la clausola generale (art. 2423 c.c.)

CORRETTEZZA

Onestà e neutralità dei redattori del bilancio al

fine di evitare favoritismi rispetto a

determinati portatori di interesse, quindi

rispetto di regole valutative che conducano

a valori non soggetti a pregiudizievoli

sopravvalutazioni o ingiustificate

svalutazioni che potrebbero falsare la

situazione patrimoniale, finanziaria ed

economica dell’azienda. 11

Il bilancio: la clausola generale (art. 2423 c.c.)

OBBLIGO DI DEROGA

« Se, in casi eccezionali, l’applicazione di una disposizione

degli articoli seguenti è incompatibile con la

rappresentazione veritiera e corretta, la disposizione

non deve essere applicata. La nota integrativa deve

motivare la deroga e deve indicarne l’influenza sulla

r

rappresentazione

ppr nt zi n d

della

ll situazione

it zi n p

patrimoniale,

trim ni l

finanziaria e del risultato economico. Gli eventuali

utili derivanti dalla deroga devono essere iscritti in una

riserva non distribuibile se non in misura

corrispondente al valore recuperato». 12 6

Il bilancio: la clausola generale (art. 2423 c.c.)

INFORMAZIONI COMPLEMENTARI

«Se le informazioni richieste da specifiche disposizioni

di legge non sono sufficienti a dare una

rappresentazione veritiera e corretta, si devono

fornire le informazioni complementari necessarie

allo scopo ». 13

Il bilancio: i principi di redazione (art. 2423-bis c.c.)

Continuità

9 della

d ll gestione

ti n

Prudenza

9 Prevalenza della sostanza sulla forma

9 Competenza

9 Valutazione separata

p

9 Costanza

9 dei criteri di valutazione 14 7

Il bilancio: i principi di redazione (art. 2423-bis c.c.)

CONTINUITA’

Il bilancio

bil i deve

d essere redatto

d tt considerando

id d la

l

prospettiva di funzionamento dell’azienda

(bilancio ordinario).

PRUDENZA

Non devono essere inseriti in bilancio gli utili

sperati o presunti ma soltanto quelli realizzati

alla data di chiusura dell’esercizio. 15

Il bilancio: i principi di redazione (art. 2423-bis c.c.)

PREVALENZA DELLA SOSTANZA SULLA

FORMA

Le operazioni aziendali devono essere rilevate in

bilancio secondo la realtà economica sottostante

e non in linea con gli aspetti formali.

COMPETENZA

Devono essere iscritti in bilancio soltanto ricavi

realizzati ed i costi sostenuti che hanno

concorso al conseguimento di detti ricavi. 16 8

Il bilancio: i principi di redazione (art. 2423-bis c.c.)

VALUTAZIONE SEPARATA

E

Evitare

it compensi

i di partite

tit o raggruppamenti

ti di

voci.

COSTANZA

Da un esercizio all’altro devono essere applicati gli

stessi criteri di valutazione. 17

Il bilancio: i criteri di valutazione (art. 2426 c.c.)

ƒ Immobilizzazioni (punti 1, 2, 3 e 4)

ƒ Costi di impianto e di ampliamento (punto 5)

ƒ Avviamento (punto 6)

ƒ Disaggio sui prestiti (punto 7)

ƒ Crediti (punto 8)

ƒ Rimanenze, titoli e attività finanziarie che non

costituiscono immobilizzazioni e i beni

fungibili (punto 9

9, 10 e 12)

ƒ Lavori in corso su ordinazione (punto 11)

Principio base di valutazione:

costo di acquisto o di produzione 18 9

Il bilancio: i principi contabili nazionali (doc. 11)

FINALITA’

1)

) fornire una p

periodica ed attendibile conoscenza,

,

secondo corretti principi contabili del risultato

economico conseguito della connessa

valutazione e composizione del patrimonio

aziendale;

2) fornire elementi informativi essenziali affinché

il bilancio d’esercizio possa assolvere la sua

funzione di strumento d’informazione

patrimoniale, finanziaria ed economica

dell’impresa in funzionamento in modo da

renderlo intelligibile e corretto. 19

Il bilancio: i principi contabili nazionali (doc. 11)

POSTULATI

1

1. utilità del bilancio d

d’esercizio

esercizio per i destinatari e

completezza dell’informazione;

2. prevalenza degli aspetti sostanziali su quelli

formali;

3. comprensibilità (chiarezza);

4. neutralità (imparzialità);

5. prudenza;

6. periodicità della misurazione del risultato

economico e del patrimonio aziendale; 20 10

Il bilancio: i principi contabili nazionali (doc. 11)

POSTULATI

7

7. comparabilità;

8. omogeneità;

9. continuità (costanza) di applicazione dei

principi contabili ed in particolare dei criteri di

valutazione;

10. competenza;

11. significatività e rilevanza dei fatti economici ai

fini della loro presentazione in bilancio;

12. costo come criterio base delle valutazioni di

bilancio dell’impresa in funzionamento; 21

Il bilancio: i principi contabili nazionali (doc. 11)

POSTULATI

13

13. conformità

f i à del

d l complessivo

l i procedimento

di di

formazione del bilancio ai corretti principi

contabili;

14. funzione informativa e completezza della nota

integrativa e delle altre informazioni

necessarie;

i

15. verificabilità dell’informazione. 22 11

Il bilancio: i principi contabili internazionali

Quadro sistematico per la preparazione e la

presentazione

p del bilancio

for the Preparation and Presentation

(Framework of Financial Statements)

Obiettivo:

ridurre le differenze esistenti tra i bilanci emanati da

aziende

i d appartenenti

i a paesi

i diversi

di i attraverso il

perseguimento di una armonizzazione della

normativa, dei principi e delle procedure contabili

connesse alla preparazione e alla presentazione dei

bilanci stessi. 23

Il bilancio: i principi contabili internazionali

FRAMEWORK

Finalità del bilancio utili

fornire informazioni ad una serie eterogenea

di utenti (investitori, dipendenti, finanziatori,

fornitori e altri creditori commerciali, clienti,

governi ed enti pubblici e il pubblico in generale)

in relazione alla situazione patrimoniale,

finanziaria ed economica dell’impresa, affinché

gli stessi possano prendere decisioni. 24 12

Il bilancio: i principi contabili internazionali

FRAMEWORK

Assunti base

competenza

ƒ economica

continuità aziendale

ƒ (impresa in funzionamento)

25

Il bilancio: i principi contabili internazionali

FRAMEWORK

Caratteristiche qualitative di primo livello:

comprensibilità

• significatività

• attendibilità

• comparabilità

• 26 13

Il bilancio: i principi contabili internazionali

FRAMEWORK

Caratteristiche qualitative di secondo livello:

rilevanza

• rappresentazione fedele

• sostanza sulla forma

• neutralità

• prudenza

• completezza

• 27

Il bilancio: i principi contabili internazionali

UTILITA’

Assunti di base:

- competenza

- continuità

Caratteristiche qualitative di

primo livello:

- comprensibilità

- significatività

- attendibilità

- comparabilità

Caratteristiche qualitative di secondo livello:

- rilevanza

- rappresentazione fedele

- sostanza sulla forma

- neutralità

- prudenza 28

- completezza 14


PAGINE

21

PESO

142.16 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in economia e management
SSD:
Università: Parma - Unipr
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher KevinAndres9 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Contabilità e bilancio e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Parma - Unipr o del prof Fornaciari Luca.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Contabilità e bilancio

Contabilità e bilancio - la struttura e il contenuto del bilancio di esercizio
Dispensa
Bilancio di esercizio - Finalità
Dispensa
Imposte
Dispensa
Immobilizzazioni immateriali e materiali
Dispensa