Che materia stai cercando?

Conflitti attribuzione - C. Cost. n. 87/77

La dispensa fa riferimento alle lezioni di Diritto Processuale Civile I, tenute dal Prof. Giorgio Costantino nell'anno accademico 2011.
Il documento riporta il testo della sentenza n. 87 emessa dalla Corte Costituzionale nel 2007. La pronuncia... Vedi di più

Esame di Diritto Processuale Civile I docente Prof. G. Costantino

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Sentenza n. 87 Anno 1977

LA CORTE COSTITUZIONALE

composta dai signori: Prof. Paolo Rossi, Presidente - Dott. Luigi Oggioni - Prof. Vezio Crisafulli -

Dott. Nicola Reale - Avv. Leonetto Amadei - Dott. Giulio Gionfrida - Prof. Edoardo Volterra - Prof.

Guido Astuti - Dott. Michele Rossano - Prof. Antonino De Stefano - Prof. Leopoldo Elia - Prof.

Guglielmo Roehrssen - Avv. Oronzo Reale - Dott. Brunetto Bucciarelli Ducci - Avv. Alberto

Malagugini, Giudici,

ha pronunciato la seguente SENTENZA

nel giudizio promosso con ricorso del giudice istruttore presso il tribunale di Torino, iscritto al n. 30 del

registro 1976, per conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato, sorto a seguito del rifiuto da parte del

Presidente del Consiglio dei ministri di trasmettere all'Autorità giudiziaria, nella loro integralità,

documenti ritenuti coperti da segreto politico-militare.

Visto l'atto di costituzione del Presidente del Consiglio dei ministri;

udito nell'udienza pubblica del 13 aprile 1977 il Giudice relatore Guglielmo Roehrssen;

udito il sostituto avvocato generale dello Stato Renato Carafa, per il Presidente del Consiglio dei

ministri. Ritenuto in fatto:

Con ricorso 5 maggio 1976 il giudice istruttore presso il tribunale di Torino, nel corso di un

procedimento penale promosso a carico di Sogno Rata del Vallino Edgardo Cavallo Luigi ed altri, ha

sollevato un conflitto di attribuzione nei confronti del Presidente del Consiglio dei ministri.

Esponeva che, in seguito a richiesta fatta al Servizio informazioni Difesa, perché fosse trasmesso il

carteggio relativo all'imputato Sogno, il S.I.D. trasmetteva parte del carteggio esistente, precisando che

i restanti documenti non potevano essere esibiti perché riferentisi a materia connessa a "specifica

attività di controspionaggio". Il giudice istruttore esponeva di essersi rivolto al Presidente del Consiglio

dei ministri, chiedendo se confermasse l'esistenza del segreto politico-militare. Il Presidente del

Consiglio rispondeva che il carteggio non esibito "rientrava nella materia connessa a specifica attività

di controspionaggio", in relazione a dati formali soggettivi (nomi di personaggi stranieri e di agenti

informatori, sigle di operazioni di CS, denominazione di uffici addetti alle operazioni ed altri elementi

analoghi) da mantenersi segreti a tutela d'interessi politici e militari". Peraltro, poiché sotto il profilo

del contenuto tale carteggio non conteneva notizie di carattere segreto, veniva disposta la sua

trasmissione previa obliterazione "dei dati formali soggettivi suindicati".

Il giudice istruttore di Torino lamentava che l'obliterazione avrebbe investito anche dati sostanziali e

comunque che il segreto opposto dal presidente del Consiglio potrebbe investire legittimamente i nomi

degli agenti informatori e gli altri dati relativi agli uffici ed alle operazioni dei Servizi di sicurezza, ma

non potrebbe altrettanto legittimamente investire i nomi dei cittadini stranieri ai quali ha accennato il

Presidente del Consiglio, in quanto costoro potrebbero assumere la qualità di correi - per avere

1 prof. Giorgio Costantino

D I (A – L)

IRITTO PROCESSUALE CIVILE

Materiali didattici


PAGINE

3

PESO

247.51 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

La dispensa fa riferimento alle lezioni di Diritto Processuale Civile I, tenute dal Prof. Giorgio Costantino nell'anno accademico 2011.
Il documento riporta il testo della sentenza n. 87 emessa dalla Corte Costituzionale nel 2007. La pronuncia stabilisce che il giudizio per conflitti d'attribuzione si compone di due fasi: valutazione in astratto dell'ammissibilità e fase eventuale di merito che si apre con il deposito delle prove di notificazione del ricorso e dell'ordinanza di ammissibilità agli interessati.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto Processuale Civile I e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Roma Tre - Uniroma3 o del prof Costantino Giorgio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto processuale civile i

Introduzione causa - Schemi
Dispensa
Modelli verbali udienza
Dispensa
Trattazione causa- Schema
Dispensa
Procedimenti di cognizione
Dispensa