Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Concorrenza Monopolistica

M. Augusta Miceli

Università di Roma "La Sapienza"

Corso "Economia dell’Organizzazione Industriale"

April 6, 2011

"concorrenza monopolistica"

La è un mercato nel quale ogni impresa ha il monopolio su una

Definizione 1

sua marca solo leggermente differenziata dalle altre. Può praticare un prezzo pari al costo medio di monopolio,

e dunque superiore al prezzo pari al minimo del costo medio come in concorrenza perfetta. D’altra parte non

riesce a praticare un prezzo superiore al costo medio, ovvero praticare il mark-up monopolistico, perché l’entrata

di nuove imprese sullo stesso identico mercato schiaccerebbe comunque il prezzo sul costo medio.

P = CME

1 Modello CM T OT

Per ogni marca i = 1, ..., N dove N può anche tendere all’infinito

F + c (q )

i V i

(q ) =

p i i q

i

ovvero, il prezzo è determinato dalla tangenza fra la curva di domanda e la funzione di costo medio.

Ma questo calcolo presuppone che l’ammontare dei costi fissi sia dato.

• Ci chiediamo se esista e quale sia il legame fra il numero massimo di imprese sul mercato, N, e la barriera

all’entrata rappresentata dai costi fissi. Per rispondere dobbiamo considerare un limite nella domanda o

nell’offerta. Se imponiamo il limite alla domanda ovvero una domanda unica che con sidera l’offerta di

più imprese, ci troviamo in un modello di Oligopolio, che sarà trattato più avanti. Se consideriamo - un

po’ artificiosamente - un limite nella disponibilità di inputs (l’ipotesi è piuttosto irealistica) abbiamo il

modello seguente.

2 Modello con limite negli inputs: Dixit-Stiglitz (1977)

• Obiettivo: qual’è il massimo numero di "marche" o qualità di un bene si possono creare, dato un mercato

in cui gli input siano limitati.

Ipotesi

1. I consumatori siano identici, ovvero abbiano la stessa funzione di utilità. Quindi, senza perdita di gener-

alità, possiamo ipotizzare che tutta la popolazione sia costituita da un solo individuo.

2. Il tipo di funzione esprime il fatto che il consumatore preferisce la varietà alla quantità di un solo bene.

3. Numero di marche potenziali è infinito.

4. Libera entrata.

5. Sia la funzione di domanda diretta (la sua derivazione è in appendice)

1

D

q (p ) =

i

i 2

4p

i

e la funzione di domanda inversa 1

D (q ) =

p √

i

i 2 q

i

1


PAGINE

4

PESO

120.15 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Questo appunto tratta della Concorrenza Monopolistica, come sviluppato nel corso di lezioni di Economia dell’Organizzazione Industriale tenuto dalla professoressa Augusta Miceli. Nello specifico vengono trattati i temi del Modello con limite negli inputs: Dixit-Stiglitz, Modello con limite nella domanda: oligopolio con N imprese e laCostruzione della funzione di domanda.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in economia
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia dell’Organizzazione Industriale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Miceli Maria Augusta.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Economia dell’organizzazione industriale

Monopolio
Dispensa
Ragioneria - domande di teoria
Appunto
Ragioneria - domande di teoria
Esercitazione
Modelli autoregressivi vettoriali
Dispensa