Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Webradio e comunicazione pubblica

FASE 1

La Progettazione

CORSO UFFICI STAMPA 2010 2011 11/04/12 Pagina 9

gbttgl@gmail.com Webradio e comunicazione pubblica

FASE 2

La Programmazione Premesse

L’esigenza di produrre messaggi in voce con le caratteristiche di asciuttezza e completezza implica la previsione di strumenti accessori di

comunicazione quali cartellonistica o segnaletica. La radio fornisce indicazioni flash su come orientarsi nell’ambito dell’offerta di servizi

dell’ufficio.

Informazioni più dettagliate ed estese saranno fornite dagli strumenti accessori o dal personale.

Il valore aggiunto di un messaggio vocale è l’immediatezza e la migliore reattività allo stesso.

La radio di un URP dovrà pertanto trasmettere una sequenza di messaggi “utili e funzionali” che producano

2 risultati:

1.L’incremento della produttività dell’ufficio e dell’umore dei prestatori d’opera che determina come conseguenza

naturale lo snellimento delle procedure e l’ottimizzazione dei tempi d’erogazione del servizio

2.L’intrattenimento del “cliente” nel corso dell’attesa del proprio turno ed il favorire un approccio sereno e positivo dello stesso

nei confronti dell’operatore a cui si rivolge.

3.la promozione ed il consolidamento della sensazione di appartenenza e coinvolgimento nella struttura pubblica, la

sensazione di esser soggetto attivo, membro attivo di una collettività è un obiettivo di particolare rilevanza ma non compreso tra quelli che

determinano il perimetro della linea editoriale

CORSO UFFICI STAMPA 2010 2011 Pagina 10

gbttgl@gmail.com Webradio e comunicazione pubblica

FASE 2

La Programmazione

Per la produzione distinguiamo in 2 macro categorie: il parlato e la musica

STEP 1: il Parlato

1. Definire e produrre i contenuti originali in voce

I contenuti di servizio sono l’elemento centrale di una web radio “strumentale”. Per un’agevole fruizione in voce

devono possedere alcune caratteristiche essenziali:

­ asciuttezza: non è possibile predeterminare il tempo di permanenza medio all’interno dei locali

dove sarà diffuso il messaggio. E’ necessario dunque che in poco tempo sia trasmesso tutto quanto

precedentemente individuato come “key message”

­ esattezza/completezza: il messaggio deve essere preciso, completo ma soprattutto risolutivo

2. Determinare la frequenza della ripetizione dei contenuti originali (informativo/strumentali) in voce ed il volume

degli stessi

3. Determinare se, ed in quale misura, diffondere contenuti in voce di evasione, esterni dunque al perimetro entro

cui si era collocata la linea editoriale (contenuti a partecipazione diffusa).

CORSO UFFICI STAMPA 2010 2011 11/04/12 Pagina 11

gbttgl@gmail.com Webradio e comunicazione pubblica

FASE 2

La Programmazione

STEP 2: la Musica

Un recente studio dell’Università di Sheffield in Gran Bretagna sostiene che ascoltare musica nel luogo di lavoro

può aumentare la produttività e innalzare il morale, e che le persone a volte utilizzano la musica per gestire il

proprio benessere quotidiano.

La maggior parte di coloro che hanno risposto a quest’indagine, crede che il buon umore indotto dalla musica sul

posto di lavoro può portare a un miglioramento delle prestazioni lavorative (maggiore capacità nel gestire

situazioni di stress e miglioramento dell’abilità di instaurare rapporti positivi con clienti e colleghi).

1. Individuare il tipo di musica più funzionale al contesto di riferimento

2. Definire il volume dell’ascolto sotto il profilo tecnico e contenutistico

es. variazioni di volume in ragione del contenuto: musica bassa, voce alta

CORSO UFFICI STAMPA 2010 2011 Pagina 12

gbttgl@gmail.com Webradio e comunicazione pubblica

FASE 2

La Programmazione

Progettare e realizzare un palinsesto:

Ipotesi di palinsesto di una radio “mezzo o ibrida”

•4 Notiziari quotidiani: 2 AM e 2 PM

•1 Contenitore Settimanale

•1 Talk show settimanale

•1 Notiziario settimanale in lingua inglese

•1 Spazio La posta degli ascoltatori/ il broadcaster risponde

“Community”:

•Musica

•Jingles

•Segnale Orario

•Almanacco radio mezzo o ibride….

seguono due esempi di

CORSO UFFICI STAMPA 2010 2011 Pagina 13

gbttgl@gmail.com Webradio e comunicazione pubblica

FASE 2

La Programmazione RTL 102.5 13/11/2010

“RADIO MEZZO”

L’ascolto (quantitativo) determina il

valore degli inserti pubblicitari

La scelta del tipo di contenuti da trasmettere

è mirata al raggiungimento di più target possibili

e del maggior numero di persone nell’ambito di

ciascun target

CORSO UFFICI STAMPA 2010 2011 Pagina 14

gbttgl@gmail.com Webradio e comunicazione pubblica

FASE 2

La Programmazione

“RADIO MEZZO ibrida”

L’ascolto (quantitativo) è un dato irrilevante per il broadcaster Radio FFSS

CORSO UFFICI STAMPA 2010 2011 11/04/12 Pagina 15

gbttgl@gmail.com Webradio e comunicazione pubblica

FASE 2

La Programmazione

Progettare e realizzare un palinsesto: Ipotesi di palinsesto di una radio “strumento”

“radio strumento”.

In precedenza abbiamo considerato Radio Comune di Roma come L’intento del broadcaster infatti è quello di diffondere

informazioni e notizie secondo la mission prestabilita, senza finalità di lucro diretto. Ma il Comune di Roma nell’ambito di una politica di massimo

risultato con il minimo impegno finanziario ed organizzativo ha optato per una scelta d’austerity producendo un notiziario pi ù che un vero e proprio

palinsesto. Di seguito un elenco completo delle componenti di una web radio strumentale

“n” messaggi informativi in sequenza ogni 15’

•1 Spazio “Storie di Urp”.

“Community”:

•Musica

•Jingles

•Segnale Orario

•Almanacco

CORSO UFFICI STAMPA 2010 2011 Pagina 16

gbttgl@gmail.com


PAGINE

19

PESO

753.24 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in comunicazione de pubblicità per pubbliche amministrazioni e non profit
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di UFFICI RELAZIONE CON IL PUBBLICO E UFFICI STAMPA e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Russi Luciano.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Uffici relazione con il pubblico e uffici stampa

Aspetti organizzativi degli Uffici stampa e degli URP
Dispensa
Uffici stampa e URP - Organizzazione
Dispensa
Piano comunicazione 2010
Dispensa
Eventi musicali
Dispensa