Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

I problemi

I problemi 11

L’effetto festival

Ricerca di Guido Guerzoni

 Effettofestival 2009.

I festival di approfondimento

culturale in Italia

Negli ultimi anni la valutazione

 di impatto e ruolo economico e

sociale degli eventi culturali è

entrata nell’agenda degli

amministratori dei finanziatori

degli eventi stessi.

Ideazione e gestione degli eventi

L’effetto festival

In Italia si organizzano

 ogni anno più di 1600

mostre e oltre 1200

festival

Ideazione e gestione degli eventi 12

L’effetto festival

Nel testo sono esaminati i

 festival di approfondimento

culturale, quegli eventi in cui il

pubblico cerca “l’approfondimento

assieme al valore esperienziale e

alla trasmissione del sapere”.

Manifestazioni che in Italia sono

 cresciute negli ultimi 10 anni

(dal 1997 con la nascita del

Festivaletteratura), seppur con un

certo ritardo rispetto all’Europa.

Ideazione e gestione degli eventi

Gli obiettivi

Obiettivi generali di un

evento

di breve periodo:

 attrattività e generazione

di flussi turistici;

di medio periodo:

 creazione o rafforzamento

di un’immagine positiva

della città e del territorio

e miglioramento del

posizionamento

strategico;

Ideazione e gestione degli eventi 13

Gli effetti

Effetti economici generali di un

evento:

entrate dirette;

 entrate indirette, ad es. i maggiori

 acquisti/presenze nel settore

commercio e turismo;

entrate indotte: maggiori entrate e

 maggiori spese degli abitanti per

l’effetto moltiplicatore sul reddito.

Ideazione e gestione degli eventi

L’effetto festival

Non è una novità

 Roger Vaughan 1976, impatto

 economico del Festival di Edimburgo

(Vaughan 1977 e 1980).

Frey 1986 per il Festival di

 Salisburgo

Mitchell e Wall 1989 per lo Stratford

 Galeotti 1992 per quello di Spoleto

 O’Hagan, Barret e Purdy 1989 e

 O’Hagan 1992 per il Wexford Opera

Ideazione e gestione degli eventi 14

L’effetto festival

Nel corso dell’ultimo trentennio

 un numero crescente di istituzioni

culturali hacommissionato analisi

dell’impatto:

Tate Modern (2005, con London

 School of Economics)

Moma (2006)

 Guggenheim (pioniere del Bilbao

 effect misurato nel 1999 da

KPMG)

Metropolitan di New York

 (2007)

Ideazione e gestione degli eventi

L’effetto festival

In Italia gli studi si sono

 concentrati sul settore turistico

(Costa e Rispoli 1992; Costa e

Manente 1993; Manente e

Minghetti 1995; Manente 1999 e

2000), gli eventi sportivi e le

università (Rispoli 1991, Moretti

2003).

Mancano quasi del tutto in campo

 culturale (tranne le ricerche di

Galeotti (1992) sul Festival di

Spoleto, di Rispoli et al. (2001)

sulla Biennale di Venezia e di Re

(2006) sul caso di Torino.

Ideazione e gestione degli eventi 15

L’effetto festival

La formula “festival” è sempre più

 diffusa e apprezzata per:

la concentrazione spazio-

 temporale

la dimensione live

 la capacità di creare nuovi legami e

 ridefinire le identità di città,

territori e compagini sociali

la fusione di cultura, svago e

 intrattenimento

argomenti capaci di richiamare

 appassionati e curiosi e superare il

vuoto della “cultura” televisiva

Ideazione e gestione degli eventi

L’effetto festival

In Europa e nel mondo non si

 contano più i festival nati nel

corso degli ultimi anni, dedicati

agli argomenti più bizzarri, che si

svolgono nelle località più diverse con

il sostegno di enti pubblici e privati,

associazioni e fondazioni, comitati e

mecenati individuali.

Ne deriva la difficile

 identificazione dei criteri di

classificazione (Getz e Frisby

1988), che rende problematica

qualsiasi opera di censimento (Frey

2000)

Ideazione e gestione degli eventi 16

L’effetto festival

Per i soli festival musicali

 europei, ad esempio, le stime

oscillano tra i 1000 ipotizzati da

Pahlen (1978) e Dümling (1992)

e i 2000 censiti da Galeotti

(1992), cifre da rivedere al

rialzo, se si considerano i tassi di

crescita di un format sempre più

diffuso.

Ideazione e gestione degli eventi

L’effetto festival

In Italia, il numero delle iniziative è

 ormai incalcolabile (causa l’elevato

tasso di natalità e mortalità di

esperienze spesso circoscritte ad

ambiti locali)

La genericità della formula

 “festival” rende problematiche le

comparazioni, anche per il successo di

quelli culturali e letterari, se è vero

che l’Associazione Italiana Editori nel

2005 ne ha censiti ben 193

Ideazione e gestione degli eventi 17

L’effetto festival

Esiste poi un vero e proprio abuso

 terminologico

Dopo decenni di sagre delle lumache

 e di feste della fragola oggi non

mancano i festival omonimi (il primo

si tiene nei pressi di Cortona e a

Cherasco, il secondo allieta i

villeggianti di Terricciola, in provincia

di Pisa

Ideazione e gestione degli eventi

L’effetto festival

Facendo una veloce ricerca sui festival in Italia,

 se ne rintracciano i più “vari”, come quelli

del/della/dello:

manovale, cavallo, cane meticcio e di razza,

 teologia, laicità, sole, luna, vento, letteratura

resistente, spasimo, nuova letteratura rosa,

giallo ligure, tango sul mare, danza del ventre,

flamenco, nuova canzone calabrese per

ragazzi, mandolino, zampogna, sassofono,

groove, fitness, cammino, pallamano, vela

latina, mare, montagna, silenzio, gusto corto,

brodetto, stoccafisso, zucchino d’oro,

peperoncino, cibo equo e solidale, crescita,

decrescita felice, bonsai, mandorlo in fiore,

sudoku, fundraising, delle città d’impresa…

Ideazione e gestione degli eventi 18

L’effetto festival

Festival:

 “una manifestazione dedicata a un preciso tema culturale,

 che prevede una pluralità di eventi concentrati spazio-

temporalmente, appositamente concepiti per un pubblico

non specialistico, in cui vi sia contestualità tra

produzione e consumo, unicità del prodotto offerto e

centralità dell’oralità, senza forme di competizione,

discriminazioni extratariffarie, finalità di lucro e

vendite predominanti di prodotti e servizi”.

Ideazione e gestione degli eventi

La ricerca

Ricerca con 47 domande

 (contro le 41 della rilevazione

2007)

Campione più ampio (31

 manifestazioni contro le

precedenti 27)

Selezione da 170

 Ideazione e gestione degli eventi 19

La ricerca

Bergamo Scienza (Bergamo), Città Territorio Festival (Ferrara),

 Comodamente (Vittorio Veneto, Tr), Con-vivere (Carrara), Extramoenia

(Giardini Naxos, Me), Fantasiofestival (Perugia), Festival Biblico (Vicenza),

Festival dell’Arte Contemporanea (Faenza, Ra), Festival del Diritto

(Piacenza), Festival del Mondo antico (Rimini), Festival della Creatività

(Firenze), Festival della Matematica (Roma), Festival della Mente (Sarzana,

Sp), Festival dell’Architettura (Parma, Modena e Reggio Emilia), Festival

dell’Economia (Trento), Festival Meditaeuropa (Ravenna), Festival Filosofia

(Modena), Festivaldella Filosofia (Roma), Festivaletteratura (Mantova),

FestivalStoria (Saluzzo, Cn), I Dialoghi di Trani (Trani, Ba), Le Parole, I

Giorni (Poggibonsi, Si), Parole in gioco (Urbino), Perugia Science Fest

(Perugia), Piemonte Share Festival (Torino), Pordenonelegge (Pordenone),

Ravello Festival (Ravello, Sa), Scrittorincittà (Cuneo), Torino Spiritualità

(Torino), Vicino/Lontano (Udine), Women’s Fiction Festival (Matera). Di

questi 12 hanno aderito per la prima volta alla ricerca (Città Territorio

Festival, Comodamente, Con-vivere, Extramoenia, Festival Biblico, Festival

di Arte Contemporanea, Festival del Diritto, Festival della Creatività,

Festival della Filosofia, Le parole-I giorni, Perugia Science Fest, Ravello

Festival).

Ideazione e gestione degli eventi

Il campione

Ideazione e gestione degli eventi 20

Le tipologie di festival in Italia

Fonte: IOFEC, Osservatorio italiano festival ed eventi culturali

Ideazione e gestione degli eventi

I numeri degli eventi

883 eventi nel 2008

 927 eventi nel 2009

 5 aree tematiche: Cinema, Musica, Culture, Teatro,

 Scienze;

10 milioni di italiani hanno seguito almeno un festival;

 il 65% di 927 ha avuto tra 5-20mila spettatori;

 il 25% di 927 ha avuto tra 20-50mila spettatori;

 volume totale degli investimenti 400 milioni di euro;

 volume d’affari complessivo circa 1,5 miliardi di euro;

 rapporto max investimenti giro d’affari stimato 1 a 7;

Fonte: Festival of Festivals 2010

Ideazione e gestione degli eventi 21

Il campione

Tenuta delle manifestazioni

 letterarie, che tuttavia

diminuiscono rispetto alle 9 del

2007

Crescita di quelle dedicate all’arte

 e alla creatività (da 4 a 5)

Tenuta di quelle scientifiche

 Crescita delle tematiche

 economiche, giuridiche e sociali

(a ribadire il crescente favore per

discipline tradizionalmente lontane

dalla divulgazione di massa)

Rafforzamento di quelle riguardanti

 la filosofia e la spiritualità

Ideazione e gestione degli eventi

Luoghi

Il 61% dei festival si colloca nel

 Nord Italia, il 26% nel Centro e il

13% nel Sud Italia.

L’Emilia-Romagna è la regione più

 rappresentata (con ben 7

manifestazioni), seguita dal

Piemonte (4), dalla Toscana (non

rappresentata nella ricerca del 2007

e qui presente con 3 festival);

Lombardia, Veneto (anch’esso una

new entry), Friuli Venezia Giulia,

Umbria e Lazio sono presenti con 2

festival ciascuno; Trentino Alto

Adige, Liguria, Marche, Campania,

Puglia, Basilicata e Sicilia con uno.

Ideazione e gestione degli eventi 22

Luoghi

Si conferma la diffusione dei festival

 in centri medio-piccoli come

Modena e Perugia, Mantova, Udine,

Sarzana, Urbino, Gorizia, Bergamo,

Trento, Ravenna o Trani, a cui si

sono aggiunte Vicenza, Vittorio

Veneto, Piacenza, Ferrara,

Poggibonsi, Ravello e Giardini Naxos.

Ideazione e gestione degli eventi

I centri

Ideazione e gestione degli eventi 23

Le sedi

Ideazione e gestione degli eventi

Anni di nascita

Ideazione e gestione degli eventi 24

Età media

L’età media è pari a

 4,5 anni e conferma

quanto la realtà dei

festival sia ancora

relativamente giovane

e in fase di sviluppo

Ideazione e gestione degli eventi

I mesi di svolgimento

Ideazione e gestione degli eventi 25

La durata in giorni

Ideazione e gestione degli eventi

Il numero di eventi

Ideazione e gestione degli eventi 26

Il numero di eventi

Ideazione e gestione degli eventi

Gli extrafestival

Ideazione e gestione degli eventi 27


PAGINE

38

PESO

1,016.94 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Questa lezione fa riferimento al corso di Ideazione e gestione degli eventi tenuto dalla prof.ssa Panarese. Qui di seguito, gli argomenti trattati: il mercato degli eventi; l'effetto festival; le tipologie di festival in Italia; gli extrafestival; mezzi di comunicazione; festival e crisi.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in comunicazione de pubblicità per pubbliche amministrazioni e non profit
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di IDEAZIONE E GESTIONE DEGLI EVENTI e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Panarese Paola.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Ideazione e gestione degli eventi

Comunicazione evento - Organizzazione
Dispensa
Comunicazione evento - Ideazione e gestione
Dispensa
Eventi musicali
Dispensa
Eventi culturali - Appunti sul mondo antico
Dispensa