Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Il Progetto

Progetto.

. Gli elementi

Titolo

Contenuto

Premesse che hanno portato all’idea (artistica)

Descrizione e articolazione di ciò che avviene

Indicazione delle opere/autori a cui si riferisce

I significati, le intenzioni, le motivazioni di base dell’idea

Indicazione di collaboratori ed interpreti da coinvolgere

Indicazione di ciò che sarà indispensabile dal punto di vista

tecnico, scenico, logistico

Indicazione delle modalità di svolgimento

Indicazione dei tempi presumibili di attuazione

Indicazione di un eventuale pubblico specifico a cui è rivolto

Indicazione dei primi dettagli organizzativi

Ideazione e gestione degli eventi

Il Progetto

Progetto.

. Gli elementi

Ulteriori elaborati allegati x es.

per una produzione

teatrale:

una prima assegnazione dei

agli

ruoli o dei personaggi

interpreti indicati

(distribuzione artistica)

disegni, bozzetti, modellini

della scenografia, dell’arredo

ed allestimento scenico

disegni o bozze dei costumi

descrizioni del commento

musicale

piano delle luci e del suono

Ideazione e gestione degli eventi 4

L’Estate alla Sapienza

Locations:

Palco pratone

Acousticampus

Alchimie musicali

Radio Sapienza

Scalinata della Minerva

Wine bar scientifico

WART

Stand

Ideazione e gestione degli eventi 5

Team di progetto.

progetto

.

Nei progetti di spettacolo, e non solo, s’intrecciano

ripetutamente una serie di team o gruppi fondamentali:

Gruppo artistico; creativo, direzione affidata al responsabile

artistico del progetto (regista, direttore, coreografo, etc.). Aiuti ed

assistenti, tecnici, successivamente interpreti ed esecutori.

Gruppo tecnico; coordinato dal direttore tecnico. Tecnici delle

diverse specialità.

Gruppo organizzativo; addetti operativi con compiti di

organizzazione di produzione, amministrazione, rapporti con i

media.

Responsabile di progetto

Ideazione e gestione degli eventi

Altri aspetti da definire

Target

Stakeholders

Eventuali fabbisogni da

colmare

Sistema di offerta

(centrale, collaterale,

servizi, ecc.)

Modalità di accesso o

partecipazione dei

destinatari

Ideazione e gestione degli eventi 6

Analisi di contesto

Necessaria per la

pianificazione di attività di

marketing e

comunicazione

Ogni strategia di

comunicazione prende avvio

obiettivi

da uno o più

Ideazione e gestione degli eventi

Il brief

Sulla base di questi obiettivi, si

redige un documento sintetico, il

brief.

Il brief contiene tutte (o quasi) le

informazioni che possono

orientare l’agenzia nella

definizione di una strategia

adeguata e profittevole per il

cliente.

Ideazione e gestione degli eventi 7

Il brief

Elementi essenziali:

Scenario

Competitor

Target

Obiettivi di marketing

Obiettivi di comunicazione

SWOT

Concetto strategico

Piano media

Promozione

Ideazione e gestione degli eventi

Un esempio

Rilanciare l’immagine del brand

Sapienza (Accrescere il livello di

awareness del brand - modificare

l’immagine di marca)

Ideazione e gestione degli eventi 8

Scenario

L’università degli studi di Roma “La Sapienza”:

È la più grande d’Europa e vanta una tradizione plurisecolare

dal 1303

È costituita da 24 facoltà, 21 musei e 155 biblioteche;

È suddivisa in 5 atenei federati, che hanno come fulcro la

città universitaria;

Annovera c.a. 150.000 studenti;

Non è mai stata realizzata una campagna sul brand “La

Sapienza”

Ideazione e gestione degli eventi

Competitor

Nella città di Roma:

Università degli studi di Roma “Tor Vergata”

Università degli studi “Roma Tre”

Su tutto il territorio nazionale:

Università degli Studi di Bologna

Università degli Studi di Siena

Università degli Studi di Milano

Università degli Studi di Perugia

Ideazione e gestione degli eventi 9

Target profiling

Target primario: 16-18 anni, suddiviso in:

liceali (giovani studenti, classe media, interessi principali casa,

scuola, amici, attività sportive, musica e internet)

delfini (gioventù dorata, possiede denaro e cultura, ha voglia di

conoscere e di sperimentare le nuove tecnologie; fortemente

stimolati e attenti alle nuove promozioni);

Target secondario: 19-35 anni;

Outsider: genitori (responsabili d’acquisto);

Opinion leader/maker: aziende, mercato del lavoro, etc.

Ideazione e gestione degli eventi

Obiettivi di marketing

Estendere il core target

Diffondere la brand loyalty

Ideazione e gestione degli eventi 10

Obiettivi di comunicazione

fidelizzare il target;

veicolare l’immagine de “La Sapienza” come sinonimo

di eccellenza formativa;

ottenere credibilità e visibilità presso gli opinion

leader/maker

Ideazione e gestione degli eventi

Obiettivi di comunicazione

Nello specifico occorre:

Motivare gli studenti già iscritti, confermandogli la validità

del percorso prescelto;

Affermare e consolidare il brand “La Sapienza” nel mercato

universitario.

Puntare sulla qualità degli iscritti.

Ideazione e gestione degli eventi 11

Concetto strategico: prima ipotesi

Generazione Sapienza”

continua “produzione di sapere ed esperienza” all’interno

dell’Università;

crescita di diverse generazioni di sapere nel passato, nel

presente e, di certo, in futuro.

Ideazione e gestione degli eventi 12

Concetto strategico: seconda ipotesi

Pura Sapienza”

Ideazione e gestione degli eventi 13

14

Piano media

Criteri pratici

Accessibilità e tempi di realizzazione

Criteri quantitativi

I media in funzione della copertura del target

Criteri economici

Costo contatto

Qualità della comunicazione

Conformità del mezzo col messaggio

Ideazione e gestione degli eventi

Piano media

Stampa

Inserzione pubblicitaria su:

quotidiani (Il messaggero, La Repubblica, Corriere

della sera, La stampa, Il Resto del Carlino e altre

testate a livello locale a maggiore tiratura);

quotidiani d’opinione (Libero, il Manifesto);

settimanali non specialistici (L’espresso, Panorama,

XL, Rock Star).

per i quotidiani: pagina intera (quarta di copertina o

interna), mezza pagina a colori;

per i settimanali: terza e quarta di copertina a colori.

Ideazione e gestione degli eventi 15

Piano media

Affissione

Cartellone pubblicitario d’impatto.

Dimensioni 6x3 (20%) 2x2 (20%) 100x100 (cartelloni mezzi

pubblici 60%)

Ideazione e gestione degli eventi

Piano media

Internet

interstitial

siti: Libero, MSN, Virgilio, Studenti.it

Ideazione e gestione degli eventi 16

Promozione

Above the line

annunci su carta stampata.

Below the line

brochure distribuite negli stand allestiti nei vari saloni dello

studente in Italia;

promocard;

merchandising (penne, block notes, portachiavi, t-shirts, etc.).

Web marketing

pubblicazione sul sito dell’Università dell’“Albo d’oro” dei laureati;

Banner “Generazione Sapienza”;

advergame sul sito dell’Università.

Ideazione e gestione degli eventi

Promozione

Ufficio stampa/media event

Incontri promozionali di presentazione dell’Ateneo presso gli

istituti superiori della provincia di Roma;

Presentazione della campagna con i testimonial della Sapienza

(Draghi, Fabi, Mieli, Verdone, Baglioni, etc.)

Organizzazione di un convegno celebrativo dell’Ateneo con i

laureati illustri de “La Sapienza”.

Ideazione e gestione degli eventi 17

Analisi di contesto

Premessa per l’analisi del

contesto è la definizione della

dimensione dell’evento

culturale e della sua copertura

territoriale (non solo luogo, ma

anche portata, rilevanza degli

artisti, ecc.).

L’evento può essere locale,

territoriale, regionale,

nazionale, internazionale,

comunitario.

Ideazione e gestione degli eventi

Programmazione

Sulla base dell’analisi di contesto,

degli obiettivi prefissati e delle

informazioni raccolte, vanno

stabilite 4 condizioni

fondamentali che rispondono ad

altrettante domande:

1) Luogo (dove?)

2) Periodo (quando?)

3) Contesto (in che ambito?)

4) Sinergie e principali

interlocutori (con chi?)

Ideazione e gestione degli eventi 18

La scelta del luogo

Il luogo dell’evento deve

avere certe

caratteristiche:

Funzionalità

Economicità

Opportunità

Capienza

Immagine

Disponibilità

Compatibilità

Ideazione e gestione degli eventi

Funzionalità

Rispetto all’utilizzo, alla

raggiungibilità, alla

rumorosità e fruibilità, alla

presenza di servizi per

artisti, tecnici e per il

pubblico, alle operazioni di

alle esigenze

allestimento,

di comunicazione e di

sicurezza.

Ideazione e gestione degli eventi 19

Economicità

Se gratuito o sulla base

del prezzo di locazione

Ideazione e gestione degli eventi

Opportunità

Relativamente ai

possibili vantaggi

diretti e/o

indiretti in termini

organizzativi,

finanziari, di

partnership

derivanti dall’uso o

meno di uno spazio

rispetto ad un

altro.

Ideazione e gestione degli eventi 20

Capienza

In conseguenza del

tipo di evento e del

rilievo della

manifestazione, del

numero di spettatori

che potrebbero

intervenire, degli

incassi previsti.

Ideazione e gestione degli eventi

Immagine

Per il prestigio

e

dell’evento

degli artisti che vi

partecipano o per

la qualità della

programmazione

che di solito vi è

ospitata.

Ideazione e gestione degli eventi 21

Disponibiltà e Compatibilità

Nelle date che ci

interessano

carattere

Con il

dell’evento

Ideazione e gestione degli eventi

In pratica

Questi criteri possono essere in contrasto tra di loro.

Esempio: Rassegna cinematografica di livello

internazionale in un luogo attrezzato e di prestigio, ma

costoso

Ideazione e gestione degli eventi 22

In pratica

È possibile che il luogo sia

obbligato in quanto un

tutt’uno con il contenuto del

progetto (es. allestimento

visivo in una piazza

deputata) o che i requisiti

tecnico-allestitivi richiedano

particolari esigenze di

spazio, superfici e volumi.

Ideazione e gestione degli eventi

Esempio rassegna cinematografica

Condizioni richieste per la scelta del luogo:

a) Spazio attrezzato che consenta proiezioni in più formati

b) Luogo riconoscibile per il pubblico

c) Possibilmente di prestigio

d) Localizzazione nel centro della città e ben servito dai

mezzi pubblici

e) Possibilità di abbattere i costi dello spazio attraverso

partner

f) Possibilità di collaborazione con l’ente locale

Ideazione e gestione degli eventi 23

Quando?

Quando

?

Al di fuori di esigenze contrattuali e date particolari,

sono da valutare:

La permanenza dello spettacolo nello spazio di debutto

e nei successivi spazi

I tempi di preparazione ed esecuzione del progetto

La disponibilità effettiva dei principali realizzatori

coinvolti (artisti, interpreti)

La concomitanza con festività o con altre manifestazioni

Ideazione e gestione degli eventi

Quando?

Quando

?

Tenendo conto di:

Festività ad ogni livello (anche locale o regionale o religioso

incluso eventuali possibilità di cosiddetti “ponti” tra festività e

week-end

Presenza a ridosso del periodo, in città o in provincia, di

manifestazioni culturali, artistiche e sportive di pari o

superiore importanza

Eventuale programmazione televisiva di avvenimenti

artistici o sportivi di rilievo

Ideazione e gestione degli eventi 24

Quando?

Quando

?

Tenendo conto di:

Presenza di possibili avvenimenti di grande rilievo legati

(fiere,

alla vita sociale, civile, politica della città

manifestazioni, scioperi, etc.)

Degli impegni e della programmazione dello spazio

scelto

Della stagione e del clima rispetto al periodo (se

parliamo di un evento all’aperto) e della situazione dello

(lavori in corso, cantieri,

spazio rispetto a possibili vincoli

limiti di viabilità, etc.)

Ideazione e gestione degli eventi

Dove?

Contesto

ambito già organizzato e

predisposto da altri, entro

cui l’evento potrebbe essere

inserito come una

manifestazione più

ampia o un progetto più

articolato.

Ideazione e gestione degli eventi 25


PAGINE

50

PESO

3.98 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Questa lezione fa riferimento al corso di Ideazione e gestione degli eventi tenuto dalla prof.ssa Panarese. Qui di seguito, gli argomenti trattati: la Swot analisys; elementi di un progetto di comunicazione; l'Estate alla Sapienza (team di progetto, analisi di contesto, competitor, obiettivi di marketing e comunicazione).


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in comunicazione de pubblicità per pubbliche amministrazioni e non profit
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di IDEAZIONE E GESTIONE DEGLI EVENTI e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Panarese Paola.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Ideazione e gestione degli eventi

Comunicazione evento - Organizzazione
Dispensa
Comunicazione evento - Ideazione e gestione
Dispensa
Eventi musicali
Dispensa
Eventi culturali - Appunti sul mondo antico
Dispensa