Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Le funzioni della comunicazione:

la funzione conativa

Messaggi conativi

ordini, consigli, preghiere e

suppliche

(utilizzo dell’imperativo e

del vocativo)

“Fai presto!”

“Alzati!“

“Su, usciamo!"

Gli elementi della comunicazione:

la fonte

In senso generale,

identifica il produttore

del messaggio

(mittente)

Gli elementi della comunicazione:

la fonte

Nodi problematici:

intenzionalità

comunicativa

competenza e abilità

credibilità della

fonte/rapporto con

il canale

livelli di efficacia nella

costruzione del messaggio

Gli elementi della comunicazione:

la fonte

Importante (1)

La coincidenza tra

immagine concepita

dall’emittente

prima della codifica e

della trasmissione,

e immagine ricostruita

a seguito della

decodifica del

messaggio, è solo

Ipotetica.

Gli elementi della comunicazione:

la fonte

Importante (2)

Quando dal semplice scambio

di informazioni tra apparati

meccanici o elettronici si

passa a considerare una

situazione comunicativa più

complessa, che prevede

l’interazione di un soggetto

con un testo o di più soggetti

fra di loro, si tende a

identificare la fonte

dell’informazione con

l’emittente del messaggio

Gli elementi della comunicazione:

il canale

In senso generale,

è il mezzo fisico attraverso il quale si svolge

l’atto comunicativo.

Gli elementi della comunicazione:

il canale

è “

"Il medium il messaggio

Ogni medium influisce

anzitutto sul contenuto del

messaggio che veicola, poi

anche sul pensiero, sulla

cultura e sulla società in

virtù delle sue intrinseche

caratteristiche, tecniche e

tecnologiche.

Gli elementi della comunicazione:

il canale

Nodi problematici

Immediatezza

rapidità nel passaggio di

informazione

Capacità quantità di informazione trasmessa in un

dato tempo

Gli elementi della comunicazione:

il canale

Canali

complementari

CANALE Canale principale

Canale accessorio

Gli elementi della comunicazione:

il messaggio

Generalmente,

il messaggio

rappresenta il

contenuto

della

comunicazione

Gli elementi della comunicazione:

il messaggio

Va necessariamente inserito in un contesto.

Nonostante derivi dall’iniziale intenzione

dell’emittente, può essere modificato

dall’intervento di altri elementi:

canale attenzione

distanza tra E e R motivazioni

rumore intensità relativa

feedback valori

cultura

Gli elementi della comunicazione:

il messaggio

Nodi problematici:

strutturazione/codificazione

del messaggio

distinzione tra segno,

segnale e messaggio

livelli di efficacia

L’identificazione del segnale emanato dall’emittente non

implica automaticamente la corretta interpretazione del

messaggio da parte del ricevente

Gli elementi della comunicazione:

il messaggio

Livelli di efficacia

L’identificazione del segnale

emanato dall’emittente

non comprende automaticamente

la corretta interpretazione

del messaggio da parte

del ricevente

Decodifica aberrante

La decodifica aberrante

Incomprensione o rifiuto del messaggio

per assenza di codice

(il messaggio è segnale fisico non

decodificato o “rumore”)

La decodifica aberrante

Incomprensione per disparità dei codici

(il codice dell’emittente non è ben compreso dal

destinatario) ??

La decodifica aberrante

Incomprensione del messaggio per

interferenze circostanziali

il codice dell’emittente è

compreso dal destinatario

ma è modellato sul proprio

“orizzonte di attesa”

La decodifica aberrante

Rifiuto del messaggio per delegittimazione

dell’emittente

(il codice dell’emittente è compreso dal destinatario

ma il senso viene stravolto per motivi ideologici)

Guerriglia semiologica

decodifica intenzionalmente

divergente

Gli elementi della comunicazione:

il messaggio

Per comunicare, gli esseri umani

usano i segni: le parole, le

immagini, i gesti, i suoni, gli oggetti,

tutti gli elementi sensibili (cioè

percepibili attraverso i sensi,

soprattutto la vista e l'udito) in

grado di esprimere significati.

Ogni segno realizza l'unione di un

significante (l'elemento sensibile)

e di un significato (una cosa

concreta, un contenuto concettuale,

ecc.).

Gli elementi della comunicazione:

il messaggio

Un segno, tuttavia, può avere più di un significato.

Il significato principale (o corrente o diretto) viene

chiamato denotativo;

il significato secondario, aggiunto, particolare è

connotativo.

L'attribuzione di un "significato

secondo" ai segni è assai

frequente. Tutti noi usiamo spesso

dei segni fortemente connotati.

Gli elementi della comunicazione:

il messaggio

Quindi, ogni parola ha un significato preciso che indica

l’oggetto a cui si riferisce

Questa capacità è fissata in modo inequivocabile

dal codice della lingua che, ovviamente, varia da

una lingua ad un’altra

E’ il significato denotativo, così chiamato perché

denota (cioè indica) qualcosa.

Molte parole, però, assumono anche

significati che vanno oltre quello oggettivo.

In questo caso si dice che hanno valore

connotativo

Gli elementi della comunicazione:

il messaggio

Leone

Animale dei felini, fulvo,

col capo grosso, coperto nei

maschi da lungo pelo, formante

giubba o criniera.

Simbolo della forza e del

coraggio

(Quell’uomo si è battuto

come un leone)

Aver avuto un ruolo preminente

(Ha fatto la parte del leone)


PAGINE

47

PESO

3.62 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

La presente lezione fa riferimento al corso di Processi culturali e comunicativi tenuto dal Prof. Ciofalo. Di seguito gli argomenti qui presenti: le 5 W di Lasswell, le funzioni della comununicazione ( funzione emotiva, funzione referenziale, funzione poetica, funzione fàtica, funzione meta-linguistica, funzione conativa) e gli elementi di un processo comunicativo (fonte, canale, messaggio, codice, ricevente).


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze e tecnologie della comunicazione (POMEZIA, ROMA)
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVI e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Ciofalo Givanni.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Processi culturali e comunicativi

Media - Perché studiarli
Dispensa
Comunicazione come attività cognitivo-ermeneutica
Dispensa
Cultura - Etimologia e teorie
Dispensa
Comunicazione - Interazione mediata, visibilità e globalizzazione
Dispensa