Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

La classificazione UNI 8290

Problemi legati all’utilizzo di questa classificazione sono duplici:

z – le funzioni degli elementi tecnici si riflettono sui costi in maniera indiretta,

attraverso i costi dei singoli fattori produttivi afferenti alla loro realizzazione

e necessari ad ottenere il livello di prestazione richiesto.

– Interferenze che si vengono a creare nella computazione a causa della

coesistenza, nelle singole classi di elementi, di categorie di lavoro

diverse (

(es.: nelle chiusure verticali sono comprese sia le pareti

perimetrali che gli infissi esterni).

La classificazione

per materiali e lavorazioni

1

1. Opere di imprenditore edile 3

3. Impianti tecnologici

1.1.Demolizioni 3.1. Impianti idosanitari

1.2.Scavi e trasporto alle discariche 3.2. Impianti del gas

1.3.Calcestruzzo, acciaio per cementi armati, casseri 3.3. Impianti elettrici

1.4. Murature e tavolati di mattoni e conglomerati 3.4. Impianto di produzione del calore

1.5. Solai 3.5. Impianto di condizionamento

1.6. Soffittature 3.6. Impianto di comunicazione

1.7. Intonaci 3.7. Impianto di elaborazione elettronica

1.8. Isolanti e coibenti 3.8. Impianto antincendio

1.9. Tetti e coperture 3.9. Impianto di smaltimento di rifiuti e fognatura

1.10. Tubi e canne 3.10. Impianto ascensori

1.11. Caldane,

, vespai

p e sottofondi 3.11. Impianto

p di controllo e di sicurezza

1.12. Pavimenti

1.13. Rivestimenti interni e esterni Schema generale della

1.14. Posa in opera e assistenze murarie classificazione

2

2. Opere complementari per materiali e lavorazioni

2.1. Opere da lattoniere

2.2. Opere da falegname

2.3. Opere da fabbro

24

2.4. O

Opere d

da vetraio

i

2.5. Opere da verniciatore

La classificazione per materiali e

lavorazioni

E’ la p

più adatta alla codifica delle varie voci di un CME p

perché

risponde a due caratteristiche:

– realizza una corrispondenza diretta tra gli elementi della classificazione

e gli elementi fisici della costruzione;

– pone in relazione questi ultimi con i singoli fattori di produzione.

La descrizione

La stesura degli articoli (o voci) permette di descrivere l’elemento,

l elemento,

individuandone le caratteristiche tecniche, le modalità esecutive e

di misurazione

L’articolo diviene un elemento fondamentale per la corretta

definizione del CME e del Capitolato

Gli articoli sono costituiti da tre parti:

– descrizione: deve definire con precisione l’oggetto/i che compongono

l

l’articolo

articolo

– unità di misura (modalità di misurazione)

– q

quantità: esprime

p il risultato delle operazioni

p aritmetiche eseguite

g sulle

dimensioni degli elementi

Un esempio di articolo

“Controssoffitto

“C t ffitt realizzato

li t con li

listelli

t lli di alluminio

ll i i preverniciato

i i t

(ad U) delle dimensioni di 3x3x3 cm, disposti alla distanza di 5

cm (con interasse di 80 mm,

mm applicati a scatto su struttura

costituita da traversine, in acciaio preverniciato, dotate di

pp elementi di fissaggio,

gg ancorate alla soprastante

p

opportuni

struttura mediante pendinatura rigida costituita da tondino in

acciaio zincato”. La misurazione

La determinazione delle quantità degli elementi si effettua sulla

base:

– della classificazione per materiali e lavorazioni

– delle rappresentazioni grafiche esecutive

Al fine di rendere la misurazione semplice e ripercorribile ci si

avvale di:

– Tecniche di computazione condivise dagli operatori (“fuori tutto” o “linea

d’asse)

– Norme di misurazione standardizzate (es. dall’UNI)

La misurazione

Misurazione

Mi i “fuori

“f i tutto”:

” per il calcolo

l l d

delle

ll superfici

fi i si

i d

desume l

la superficie

fi i

netta di una figura dalla differenza tra la sua area al lordo di vuoti e rientranze e la

somma delle aree di questi ultimi.

1,60 Fattori Prodotti

1,00 Largh. Lungh. Positivo Negativo

5

5,50

50 6

6,00

00 33

33,00

00

1,00

6,00 2 1,00 1,60 3,20

2 1,60 1,00 3,20

Totale 26,60

1,60

5,50 La misurazione

Misurazione

Mi i in

i linea

li d’asse:

d’ l

la superficie

fi i è pari

i al

l prodotto

d dello

d ll sviluppo

il d

della

ll

linea d’asse per lo spessore Linea d’asse = (20+12)*2 = 64 m

Spessore = 0

0,40

40 m

20

0

0,40 Superficie = 0,40 *64 =25,6 m

12 Le norme di misurazione

Le norme di misurazione sono convenzioni che consentono

l’omogeneità e l’oggettività della misurazione in modo da

permettere le relazioni con il listino dei prezzi stabiliti per i

singoli elementi.

Per ciascun articolo le norme devono stabilire:

– l

la grandezza

d geometrica

t i o fi

fisica

i con cui

i l’

l’articolo

ti l viene

i misurato;

i t

– l’unità di misura adottata;

– la descrizione delle modalità di misurazione con le casistiche

particolari. Le unità di misura

Tipologia di opera Unità di misura

Scavi Volume

D

Demolizioni

li i i V

Volume

l effettivo

ff tti d

demolito

lit

Murature Volume o superficie

Strutture in cemento Volume

Solai Superficie netta

Tetti Superficie effettiva della falde

P

Pavimenti

i ti S

Superficie

fi i netta

tt

Intonaci Superficie

Lavori in pietra Volume

Impianti tecnologici:

Elettrici Punti luce

Idraulici Peso effettivo

A

Analisi

li i dei

d i prezzi

i unitari

it i

I prezzi unitari si determinano:

– sinteticamente da listini (Camere di Commercio, Ordini professionali)

– analiticamente attraverso l’analisi dei prezzi

Prezziari e listini definiscono prezzi medi con riferimento a

condizioni esecutive ordinarie:

– dimensioni cantiere

– accessibilità

– organizzazione

L

L’elenco

elenco prezzi si divide in due parti:

– elenco prezzi per opere in economia

– elenco prezzi per opere a misura

Analisi dei prezzi unitari

Principio: suddivisione della lavorazione nei singoli fattori

z produttivi ed attribuzione delle quantità di fattore con relativo

prezzo unitario

Si ricorre all

all’analisi

analisi dei prezzi unitari:

z – per condizioni straordinarie

– con tecnologie

g o materiali innovativi

I fattori produttivi considerati sono:

z – Manodopera Costo tecnico

– Materiali

– Noli e trasporti

– S

Spese generali

li e utile

til d’i

d’impresa (26

(26,6%

6% sul

l C

Costo

t t

tecnico)

i )


PAGINE

15

PESO

183.95 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in ingegneria civile e ambientale
SSD:
Università: Pisa - Unipi
A.A.: 2010-2011

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia ed estimo civile e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Pisa - Unipi o del prof Rovai Massimo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Economia ed estimo civile

Stima dei danni e assicurazione
Dispensa
Mercato immobiliare e tipologie edilizie
Dispensa
Elementi di economia - Teoria dei costi
Dispensa
Elementi di economia - Domanda e Offerta
Dispensa