Che materia stai cercando?

Cittadinanza interculturale

Dispensa al corso di Sociologia delle relazioni interculturali della Prof.ssa Enrica Tedeschi. Trattasi di un'intervista al Prof. Massimiliano Tarozzi, docente di Pedagogia interculturale presso l’Università di Trento, dal titolo "Cittadinanza interculturale. Esperienza educativa come agire politico", all'interno della quale viene discusso... Vedi di più

Esame di Sociologia delle relazioni interculturali docente Prof. E. Tedeschi

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

cità di incidere realmente nei com-

SEGNALIAMO plessi contesti interculturali. Questo

senso di insoddisfazione cresce, per

l’ineffi

cacia sia in termini applicativi,

strumentali, sia in termini di inconsi-

Cittadinanza interculturale stenza pedagogica, ed è questa insod-

disfazione mi ha portato alle ricerche

Esperienza educativa come agire politico che poi hanno condotto a questo

libro. Proprio per mantenere vivo

questo stupore, che è dato anche da

Massimiliano Tarozzi, Cittadinanza interculturale. Esperienza educativa come una più rigorosa concettualizzazione

agire politico, La Nuova Italia, RCS Libri, Milano 2005, pp. 293, € 20,00. dei temi dell’intercultura, una pista

è andare a pescare nella rifl essione

L’AUTORE politica (di lunga, approfondita e con-

Massimiliano Tarozzi è docente di Pedagogia interculturale presso l’Università di solidata tradizione), e in particolare

Trento dove insegna nel corso di Psicologia Cognitiva e nella Scuola di Specializ- della fi losofi

a politica, perché credo

zazione all’Insegnamento Secondario. Collabora con la rivista “Encyclopaideia”. che su questi temi l’ambito pedago-

gico e anche l’applicazione didattica

possano trovare stimoli, suggestioni

Intervista a Tu all’inizio sostieni che la dimen- e direzioni estremamente innova-

MASSIMILIANO TAROZZI sione del pedagogico non deve con- tivi, che mettono anche in crisi certi

tare molto sui risultati, perché i

Quando parli della dimensione modelli consolidati, ma che, proprio

risultati non si vedono nell’imme-

del pedagogico accenni con molti per questo, sono ancora in grado di

diato; questo vuol dire che è dere-

esempi ad alcune dicotomie: non rigenerare e generare nuovo stupore.

sponsabilizzato, in qualche modo,

il fatto ma il potenziale, la pos- chi lavora col pedagogico. Come fa a

sibilità piuttosto che la realtà, il Infatti, tu ad un certo punto, senza

fi nalizzare il suo agire? Cosa intendi

senso piuttosto che la verità, ecc... mezzi termini, fai un’afferma-

quando dici che i risultati di chi

Questo, che è molto stimolante, non zione che sembra quasi paradossale

lavora con i ragazzi, nella dimensione

va in contrasto con una tendenza rispetto a quanto sostenuto, dici che

del pedagogico, non si vedono?

degli ultimi anni, quasi dilagante, “lo sguardo pedagogico è un agire

Voglio dire che non hanno una imme-

di mettere al primo posto, anche autenticamente politico”, cioè che

diata ricaduta: non tutti sono misu-

nella dimensione del pedagogico, questo dà più forza all’agire peda-

rabili, non si possono solamente

i compiti di realtà, il legame con gogico, o è un modo per uscire dal

valorizzare o privilegiare quegli appren-

la concretezza, con la logica, con la tecnicismo. Cosa vuoi dire?

dimenti e quelle competenze che sono

visibilità del momento? L’esperienza educativa come agire poli-

immediatamente misurabili, perché

Questo è uno dei grandi limiti del tico: questa è la tesi di fondo del libro,

fare questo signifi

ca ridurre drastica-

modello pedagogico implicito delle con una doppia valenza. Da una parte,

mente le possibilità di sviluppo delle

società liberali dell’Europa contem- come dicevi tu, è un modo per valoriz-

persone, o ridurre drasticamente quegli

poranea: non è vero che non esista zare l’esperienza educativa, ridarle una

elementi valutabili in un percorso di

un progetto pedagogico condiviso a profonda dignità, perché qui intendo

formazione a quei soli apprendimenti

livello comunitario e a livello degli l’agire politico più nobile e possibile,

che sono misurabili.

stati nazionali; esiste un progetto come una delle caratteristiche più squi-

pedagogico che si disegna e che si sitamente umane; riconoscere il valore

Chi lavora con i ragazzi, quindi, deve

rinasce molto precisamente, ed ha politico dell’esperienza educativa signi-

più misurarsi con le potenzialità,

molto a che fare con scopi e fi nalità fi

ca ritornare a nobilitarla, farla uscire

perciò mi sembra collegato non tanto

strettamente procedurali. Mi sembra da certe pastoie o tecnicismi estremi, o

con i risultati immediati, quanto con

quasi che la parte politica si aspetti da moralismi altrettanto estremi, e di

l’interculturalità a scuola, che sta

che le politiche educative e il sistema darle una collocazione nobile e attuale.

diventando, anche nella prassi educa-

istruzione formino le nuove genera- Dall’altra parte signifi

ca rivalutare la

tiva, quasi una routine noiosa, invece

zioni a compiti che sono essenzial- dimensione politica dell’agire politico,

tu dici che deve essere qualcosa che

mente ripiegati sul lato strettamente oggi limitata all’ambito puramente par-

ci stupisce continuamente. Puoi svi-

procedurale, sembra cioè che si insegni lamentare o sindacale, che in realtà può

luppare meglio questo concetto?

a immettersi nella maniera più veloce trovare una valorizzazione, un modo

Una delle esigenze da cui è nato

e più effi

cace possibile nel mondo del per essere rigenerata, soprattutto certi

questo libro era proprio l’insoddisfa- temi di scottante attualità politica,

lavoro, privilegiando quasi esclusiva- zione maturata in chi si occupa di come la cittadinanza e il multicultura-

mente i contenuti ed il sapere proce- educazione interculturale da più di lismo. Di fronte a degli impasse impos-

durale. Sono aspetti molto importanti dieci anni (anche ad alto livello). Ci sibili questa politica potrebbe trovare

nella formazione degli individui, ma si rende conto che dall’evoluzione di dagli aspetti educativi, non solamente

tutto il progetto educativo di una questo tipo di studi (in termini di degli strumenti di sostegno, ma veri e

scuola, di un’istituzione, non può elaborazione teoretica, di proposta propri spazi di agire politico; un inse-

essere ridotto solamente a questo; metodologica, di suggerimenti pratici gnante che educa alla cittadinanza

se ciò avviene, poi non ci si deve o di modelli didattici) è derivata una nella sua scuola sta facendo politica,

lamentare che gli aspetti come quelli proposta insoddisfacente, vasta, dif- e sta risolvendo problemi politici in

dell’accoglienza, dell’integrazione fusa e accettata a livello della scuola, un’ottica tipicamente e squisitamente

interculturale, della cittadinanza pas- eppure con una molto scarsa capa- politica.

sano in subordine.

didascalie

informa 36 N° 2 - febbraio 2006


PAGINE

2

PESO

1.81 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Dispensa al corso di Sociologia delle relazioni interculturali della Prof.ssa Enrica Tedeschi. Trattasi di un'intervista al Prof. Massimiliano Tarozzi, docente di Pedagogia interculturale presso l’Università di Trento, dal titolo "Cittadinanza interculturale. Esperienza educativa come agire politico", all'interno della quale viene discusso dal punto di vista pedagocico il concetto di cittadinanza interculturale.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in relazioni internazionali
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Sociologia delle relazioni interculturali e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Roma Tre - Uniroma3 o del prof Tedeschi Enrica.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Sociologia delle relazioni interculturali

Apprendere e insegnare la comunicazione interculturale - Balboni
Dispensa
Riassunto esame Sociologia delle relazioni interculturali, docente Tedeschi, libro consigliato Tra una cultura e l'altra, Tedeschi
Appunto
Teoria dell'etichettamento
Dispensa
Rappresentazione sociale dello straniero - Cipollini
Dispensa