Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

CARATTERISTICHE CVC

• MATERIALE: poliuretano, silicone

• CALIBRO: 4 Fr 9 Fr

• LUNGHEZZA

• LUME: singolo, doppio

• PRESENZA DI VALVOLE embolia gassosa

no back-bleeding

• TUNNELLIZZATO O NON cuffia dacron

cuffia argento

CARATTERISTICHE PORT

• TITANIO, TEFLON

• DIMENSIONI

• PROFILO: low profile

standard profile

• A DOPPIO SETTO

• A DOPPIA CAMERA

• CENTRALE O PERIFERICO

SCELTA CATETERE

ESTERNO VS PORT

• UTILIZZO: continuo

discontinuo

• INDICAZIONE: NPT

chemioterapia

• COMPLIANCE DEL PZ

• ETA’

• PATOLOGIA DI BASE

• PROGNOSI

• ESPERIENZA STAFF (gestione)

• AMBIENTE DI UTILIZZAZIONE: domicilio

ambulatorio

ospedale

MATERIALE IDEALE

• Chimicamente inerte

• Non trombogenico

• Flessibile

• Radiopaco

• Trasparente

• Rx resistente

• Non infiammabile

BIOCOMPATIBILITA’

• VASCULITI Complessi proteine sieriche

+

polimero

CAPACITA’ ANTIGENICHE

• SOLUZIONI IPEROSMOLARI

• FARMACI gruppi cromofori chemioterapici

DISSEMBLAGGIO MATERIA PLASTICA

BIOCOMPATIBILITA’

• PVC FTALATI (sostanze iperosmolari)

• PUR METILENE DI ANILINA (elastomeri aromatici)

ISOCIANATO + stabili III e IV generazione

↑ idrogenazione

• SILICONE ACIDO BENZOICO

GRAFITE ↑ cariche elettrostatiche negative

+

cariche positive proteine seriche

↑ ANTIGENICITA’

MATERIALE VANTAGGI SVANTAGGI

PVC Rigidità, resistenza ad agenti Rilascio additivi, sacrsa

chimici e fisici tolleranza ed elevata

trombogenicità (>33%)

TEFLON Resistenza ad agenti chimici e Rilascio additivi, effetto “kink-

(fluoropolimeri) fisici, scarsa adesività di memory”, elevata trombogenicità

superficie, superficie scivolosa (>33%)

POLIETILENE Resistente, scarso assorbimento Rilascio additivi, rigidità, ridotta

di soluzioni antisettiche, modellabilità

resistenza ad oli e grassi, buona

resistenza chimica

POLIURETANO I Trombogenicità discreta, rigidità

elevata, tendenza al kink-kink,

superficie non uniforme

POLIURETANO II Buona forza elastica, bouna

istocompatibilità, maggiore

uniformità di superficie,bassa

trombogenicità(<4%),ridotta

rigidià

SILICONE Maggiore biocompatibilità, Maggior costo,

relativa resistenza ad agenti morbidezza elevata

chimici e fisici, ridotta adesività di

superficie, bassa trombogenicità

INFEZIONI

CONTAMINAZIONE CATETERE

carica < 10 3

COLONIZZAZIONE CATETERE

carica 10 -10

3 5

INFEZIONE CATETERE

carica > 10 5

CAUSE D’INFEZIONE DEI CVC

• Tipo di catetere: singolo vs triplo lume

• Scelta del sito d’inserzione: femorale e giugulare

interna vs succlavia

• Posizionamento CVC: preparazione, difficoltà

all’inserzione, tecnica di inserimento

• Modalità di posizionamento: asepsi (rimuovere quelli

posizionati in emergenza)

• Modalità di infusione

• Caratteristiche del pz

• Durata di caterizzazione

• Terapie Intensive vs reparto Chirurgico vs reparto

Medico

Vie coinvolte nelle infezioni correlate

al catetere

1. Punti di discontinuità del sisitema di infusione

2. Punto d’ingresso sulla cute

3. Rete di fibrina che circonda il tratto intravascolare del catetere,

dove i microrganismi rimangono intrappolati dal torrente

circolatorio

Incidenza di colonizzazione e di infezioni

associate al catetere per durata di esposizione

Incidenza/100 episodi di cateterismo

18,1

15,4 Colonizzazione

Inf. Locale

7,4 Inf. Sistemica

4,4

3,5

2,3 2,7

1,9

1,6

< 7 gg 8-14 gg > 14 gg

Durata del cateterismo

Microrganismi isolati dalla punta del catetere

alla rimozione in relazione al tipo di infezione

% su tutti gli isolamenti

80

70

60

50 Colonizz.e Inf.

40 Locale

Inf. Sistemica

30 associata

Inf. Non associate

20

10

0 Gram + Candida

Gram - Corinebatteri

Microrganismi

Results according to clinical criteria for

evaluation

PE PEH PTFE PVC EAA SIL PUR

+ + + + + + + + + + + + + +

Thrombus

Weight

Phlebitis + + + + + + + + + + + + 0 0

Clotting of + + + + + + + 0 0 0 0

vessel

0 = absent + = middle + + = strong + + + = very strong


PAGINE

30

PESO

540.51 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Materiale didattico per il corso di ANESTESIOLOGIA del prof. Vito Aldo Peduto, in collaborazione con la Dott.ssa Simonetta Tesoro si struttura in due canali (canale A + canale B) che si interessa di: cateterismo venoso centrale; i punti di repere; tipologie di ago e funzionamento della valvola; le complicanze; sistemi venosi esterni; tecniche di posizionamento del catetere.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (ordinamento U.E. - 6 anni) (PERUGIA, TERNI)
SSD:
Università: Perugia - Unipg
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di ANESTESIOLOGIA e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Perugia - Unipg o del prof Tesoro Simonetta.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Anestesiologia

Anestesia - Prassi medica e farmaceutica
Dispensa
Emogasanalisi arteriosa
Dispensa
Anestetici locali
Dispensa
Arresto cardiaco - Tecniche di rianimazione
Dispensa