Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

3

– L’evoluzione degli indici Dow-Jones,

FIG.1 S&P500 e NASDAQ

(scala logaritmica; dati giornalieri, periodo gen.1985-gen.2004)

Dow-Jones

S&P

8 NASDAQ

b o l l a d e

l

7 1987

6 b o l l

a d e

l

5 m

i

l

l

e

n

n

i

o

86 88 90 92 94 96 98 00 02 04

94

Se si osservano gli indici dei mercati tradizionali, inoltre, è palese la

bolla del 1987 e quella “del millennio”. Una

differenza tra le caratteristiche della

crescita dei prezzi seguita da un vero crollo si è avuta solo nel 1987. Nella fase

discendente della bolla “del millennio” si sono succeduti diminuzioni e aumenti,

ma un crollo improvviso non c’è mai stato, ed infatti la diminuzione dei corsi ha

richiesto circa 3 anni, contro un solo giorno nel caso della bolla del 1987 (v.

E’ quindi improbabile che la “bolla del millennio” sia stata una

ancora FIG.1).

vera e propria “bolla razionale”, come invece quella del 1987: è più probabile che

“moda”. In particolare, il fatto che il NASDAQ, l’indice delle

sia trattato di una sia l’indice con la maggiore anomalia fa propendere

imprese della new economy

per l’ipotesi di una “moda Gli investitori hanno sopravvalutato la

nelle opinioni”.

redditività prospettica delle imprese portano i prezzi a un livello irrealisticamente

elevato. riporta l’andamento giornaliero dei tre indici (fatto 100 il

La FIG. 2 che

primo giorno del 1999) rende ancora meglio le loro difformità: è il NASAQ che è

andato “in cielo” nel 2000 e che da 2001 è ritornato “sulla terra”: da quell’anno,

infatti, i suoi movimenti sono del tutto analoghi a quello dello Standard & Poor

500. Bozza del 12/02/10 alle ore 18.35

4

2 - a fine gennaio 2004 il valore dell’indice è

Nel caso del Dow-Jones, poi,

tornato al livello massimo raggiunto durante la “bolla del millennio”: si è

che non c’è più), o la bolla tutto sommato

riformata la bolla (ma tutti dicono non

era poi tanto grande? Ma se era di dimensione modesta, la crescita e la successiva

discesa dell’indice Dow-Jones negli anni 1995-2002 dovrebbe poter essere

imputabile soprattutto a un analogo andamento del fondamentale!

Purtroppo una stima approssimata del fondamentale non è agevole da

calcolare nel caso del Dow-Jones. Il calcolo è però possibile per lo S&P, di cui

esiste la corrispondente serie storica degli utili (FIG.3).

– L’andamento dello S&P500 e

FIG. 3 dei relativi utili

(scala logaritmica; dati mensili, periodo gen. 1985 - dic. 2003)

8 S&P500

7 utili

6

5

4 86 88 90 92 94 96 98 00 02

Fonte: Shiller, sito internet: http://www.econ.yale.edu/~shiller/data.htm


PAGINE

6

PESO

249.69 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Articolo del 2004 tratto dall'Osservatorio Monetario sulla razionalità della caduta dei prezzi azionari di fine millennio (la cosiddetta esplosione della bolla speculativa delle .com), considerando anche graficamente l'evoluzione degli indici Dow-Jones, S&P500 e NASDAQ su scala logaritmica di dati giornalieri nel periodo tra gennaio 1985 e gennaio 2004.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in economia e management
SSD:
Università: Parma - Unipr
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Analisi e previsioni nei mercati finanziari e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Parma - Unipr o del prof Verga Giovanni.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Analisi e previsioni nei mercati finanziari

Tassi a lunga nella zona-Euro e negli USA
Dispensa
Contabilità e bilancio - le finalità ed i principi generali del bilancio d'esercizio
Dispensa
Costi per commessa e costi per processo
Dispensa
Informativa obbligatoria
Dispensa