Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

L’abuso alcolico può rappresentare una ricerca di

adattamento dotata di senso in relazione ai sistemi di

relazione (sociale, culturale, familiare e amicale) in cui

vive l’adolescente. Può quindi svolgere diverse funzioni:

SVILUPPO DELL’IDENTITA’:

Sentirsi Adulti - Fuga dalla realtà

Acquisizione e affermazione di autonomia

Trasgressione e superamento dei limiti

RIDEFINIZIONE DELLE RELAZIONI SOCIALI:

Comunicazione

Condivisione di esperienze ed emozioni

Esplorazione dei propri limiti e reazioni degli adulti

Alcuni dati di ricerca (N=2000; studenti Universitari del

Nord, Centro e Sud Italia; Baiocco et al., 2008) …

Binge Drinker: Gli episodi variano da

2 a 8 volte al mese.

32,9%. Il dato è in accordo con la

letteratura (dal 35 al 40% in USA). La

frequenza dei ragazzi è statisticamente

maggiore di quella delle femmine.

Alcuni dati di ricerca (N=2000; studenti Universitari del

Nord, Centro e Sud Italia; Baiocco et al., 2008) …

IN 1 SETTIMANA

Heavy Drinker: almeno 9 episodi

di “abbuffate alcoliche” al mese.

Venerdì, sabato + . . .

6-7% con una % maggiore nei maschi

(3,5% nelle F). 5

Quali variabili indagare?

VARIABILI DI PERSONALITÀ. Numerose sono le variabili di

personalità indagate dalla letteratura in riferimento all’abuso

alcolico. Gli individui definibili come estroversi bevono nella stessa

serata molto di più degli introversi … diversi studi evidenziano

come il disagio psichico, la solitudine, la depressione, l’ansia e lo

stress sono variabili associate al binge drinking.

Alcol come “medicina” per curare emozioni a valenza negativa, per

combattere la solitudine e per strare “meglio”.

La ricerca di sensazioni (sensation seeking) è un’altra variabile di

personalità particolarmente rilevante per lo studio di molti

comportamenti a rischio in adolescenza (Baiocco, Laghi e

D’Alessio, 2008).

Quali variabili indagare?

ASPETTATIVE NEI CONFRONTI DELL’ALCOL. L’alcol, specie nei

college americani, viene considerato a pieno diritto come parte

della vita universitaria e come mezzo per integrarsi socialmente, per

ridurre la tensione e come premio per un successo accademico.

divertimento, per stare bene,

I giovani adulti dichiarano di bere per

per essere alla moda, per sembrare più estroversi o semplicemente

per combattere la noia.

Differenze di genere: le ragazze bevono essenzialmente per la

solitudine, per evadere dai problemi, per “curarsi” da aspetti

depressivi; i ragazzi, invece, per conformarsi al gruppo e per

provare sensazioni piacevoli.

Quali variabili indagare?

GRUPPO DEI PARI E DELLA FAMIGLIA. Il gruppo dei pari può

considerarsi sia un fattore di rischio che di protezione rispetto

all’insorgenza e cronicizzazione dei comportamenti a rischio.

Una ricerca importante (Morrongiello e Daweber, 2004) ha

evidenziato come l’influenza del gruppo dei pari, e in particolare

quella del “migliore amico”, risulti avere un peso maggiore della

famiglia stessa (Zimmermann, 2004) INIZIAZIONE

A conferma di ciò importanti ricerche (Barnes e collaboratori, 1994;

1999) evidenziano che il fattore maggiormente predittivo di

comportamenti problematici susseguenti all’uso di alcol è proprio il

grado di controllo genitoriale (parental monitoring), espresso dalla

conoscenza e dall’interesse per le attività dei figli e in generale dallo

STILE DI PARENTING. 6

Quali variabili indagare?

TEMPO LIBERO E DISPONIBILITÀ ECONOMICHE. Anche alcune

dimensioni che caratterizzano lo stile di vita dell’adolescente

sembrano essere particolarmente importanti: passare molte ore

oppure avere molto tempo libero sembra predire in modo

fuori casa

significativo l’assunzione di comportamenti di abuso alcolico.

Secondo una ricerca finlandese, i ragazzi di 14 anni che ricevono

una quantità maggiore di denaro dai propri genitori riferiscono un

numero maggiore di intossicazioni da alcol rispetto ai loro coetanei.

In riferimento al contesto italiano DiGrande et al. (2000):

a) aver “incontrato” per la prima volta la sostanza alcolica la di fuori

del contesto familiare e b) bere regolarmente al di fuori della

famiglia.

Età del 1°contatto Età in cui si è iniziato a bere

con l’alcol (fuori casa) regolarmente

13,6 15,0 14,1

12,5 12,3 13,4

a a

Social> Binge = Heavy Social> Binge > Heavy

Età della prima Numero di amici

intossicazione che bevono alcol

16,0 5,4

4,7

15,1 3,6

14,4

a c

Social> Binge > Heavy Heavy> Binge > Social 7

Chi è (N=2.000; Baiocco et al., 2007) ?

Studente universitario fuorisede (% doppia rispetto a

chi lavora ma ha la stessa età) Centro Italia

Tende a reagire allo stress attraverso l’evitamento del

problema o con un coping emozionale

Ha un n. elevato di amici che bevono

Ha delle aspettative specifiche rispetto all’alcol

Attua una pericolosa scissione tra quello che viene

vissuto nella vita di tutti i giorni e la capacità di

concedersi il piacere, una completa separazione logica

tra la realtà del lavoro e il benessere.

Un’area di ricerca importante è quella relativa alla studio

delle ASPETTATIVE nei confronti dell’alcol …

A differenza del “bevitore sociale” le aspettative più

rilevanti nei confronti dell’alcol sono:

Disinibizione sessuale comportamentale

Sollievo dalla “stress” e dalla “sofferenza”

BINGE DRINKING

. . . e in PREADOLESCENZA ???

L’uso e l’abuso di alcol in preadolescenza (12-15 anni)

non è adeguatamente studiato sia a livello nazionale che

internazionale sebbene . . .

I PROGRAMMI DI INTERVENTO ED EDUCAZIONE ALLA

SALUTE PIU’ EFFICACI SONO QUELLI REALIZZATI A

PARTIRE DALLE SCUOLE MEDIE INFERIORI 8


PAGINE

10

PESO

2.04 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Le dispense indagano:
- la relazione tra adolescenza e consumo di alcol (Binge Drinking),
- nuovi stili di consumo nei preadolescenti: gli ALCOPOPS,
- gli Heavy Drinker,
- le variabili da indagare: variabili di personalità, aspettative nei confronti dell'alcol, gruppo dei pari e della famiglia, tempo libero e disponibilità economiche.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze e tecniche psicologiche per l'analisi dei processi psichici nello sviluppo e nella salute
SSD:
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Comportamenti a rischio in preadolescenza e adolescenza e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Baiocco Roberto.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Comportamenti a rischio in preadolescenza e adolescenza

Dipendenze tecnologiche e la dipendenza da Internet
Dispensa
Dipendenza e adolescenza
Dispensa
Decalogo per i genitori (alcol)
Dispensa
Tecnica del colloquio
Dispensa