Che materia stai cercando?

Bilancio pubblico e distribuzione personale del reddito Appunti scolastici Premium

Materiale didattico per il corso di Economia pubblica del professor Stefano Toso. Trattasi della presentazione del Prof. Massimo Baldini dal titolo "Bilancio pubblico e distribuzione personale del reddito", riguardante i seguenti argomenti: le funzioni fondamentali dello Stato (allocazione,... Vedi di più

Esame di Economia pubblica docente Prof. S. Toso

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

• Se la redistribuzione avviene non tra molto

ricchi e molto poveri, ma tra redditi medio-alti

e redditi medio-bassi, è ragionevole che la

tolleranza per le perdite sia inferiore

• (Okun: indicativamente, <=15%).

• Però: non è scontato che tra eguaglianza ed efficienza vi sia sempre

un tradeoff.

• Vi sono molti canali attraverso cui l’eguaglianza (diseguaglianza)

può influenzare positivamente (negativamente) la crescita.

• 1) Approccio della political economy: in democrazia, vince

l’elettore mediano; se c’è poca diseguaglianza, l’elettore mediano

non è molto favorevole a politiche fortemente redistributive (alte

aliquote fiscali, ecc.), e questo può favorire l’offerta di fattori

produttivi e la crescita.

• Viceversa, elevati livelli di diseguaglianza creano una domanda

politica per la redistribuzione che può ridurre gli incentivi

• 2) Esternalità negative associate alla diffusione della povertà

(riduzione pace sociale, peggioramento generale qualità della vita…)

• 3) Sostegno alla propensione al rischio: redistribuzione come

assicurazione.

• 4) Differenze tra classi sociali nella propensione al risparmio

• 5) Diseguaglianza e mercato dei capitali: per prendere denaro a

prestito occorre avere un certo patrimonio da offrire in garanzia

alle banche

 in società molto povere e diseguali, ai poveri può essere negato

l’accesso al credito perché mancano di garanzie

 se il credito serve per: intraprendere una piccola attività

commerciale; mandare i figli a scuola; seguire un corso di

formazione; comprare input per mandare avanti la piccola attività;

ecc; allora, la mancanza di credito rallenta la crescita economica.

• 6) Diseguaglianza e investimento in capitale umano: una

distribuzione più equa della ricchezza e del reddito (anche con

borse di studio) permette ad un numero elevato di famiglie di

investire maggiormente nella qualità dei propri figli, e di mandarli

a scuola più a lungo

• aumento del capitale umano nazionale maggiore crescita

 

economica

In un contesto di second best (c’è il tradeoff),

quali sono gli obiettivi dell’attività redistributiva

pubblica?

• Fornire un’assicurazione contro i rischi sociali

(disoccupazione, malattia, invalidità…)

• Ridurre la diseguaglianza nella distribuzione del reddito

• Ridurre la diseguaglianza nella distribuzione delle

opportunità

• Redistribuire tra fasi diverse del ciclo di vita

Quanta redistribuzione: dal reddito originario al reddito finale

+ Redditi da lavoro

+ Redditi da capitale

+ Redditi da pensioni private

– Ammortamenti (per lavoratori autonomi e imprenditori)

= Reddito originario (dei fattori di produzione)

+ Pensioni

+ Altri trasferimenti monetari (anf, a3f, maternità, altre forme di ass.,

p. sociale, invalidità, borse, assegni alimentari, regali, liquidazioni, arretrati,

disoccupazione, social card)

= Reddito lordo

– Contributi sociali obbligatori

– Imposte dirette (Irpef, Ici, sost. sui redditi di capitale, imposte separate)

= Reddito disponibile

– Imposte indirette (Iva, accise)

= Reddito netto

+ Trasferimenti in kind (istruzione, sanità, edilizia residenziale pubblica)

+ Reddito imputato sull'abitazione in proprietà

= Reddito finale

Il peso delle imposte dirette sul reddito familiare:

Rapporto tra imposte dirette (Irpef e contributi a carico dei

lavoratori) e reddito familiare

60

50 T/Y

var 1995-2005

40

30

20

10

0 Zealand Italy Norway

Republic Germany

Ireland Australia Luxembourg Austria Iceland

Japan States Denmark

Kingdom Canada France Sweden

Netherlands

Korea Poland OECD-24 Finland Switzerland Belgium

Republic

-10 United New

Slovak Czech United

Fonte: Oecd, Growing Unequal? 2008

La progressività delle imposte sul reddito:

Quota delle imposte sul reddito (Irpef e cs a carico dei

lavoratori) pagate dal 10% più ricco delle famiglie

50

45

40

35

30

25

20

15

10

5

0 Zealand

Republic

Republic Netherlands

Switzerland Italy

Iceland Norway Finland Ireland

Kingdom

Luxembourg

Belgium Poland Germany

Sweden Australia States

France Japan Austria Canada

Denmark Korea OECD-24 United

New

Slovak Czech United

Quota del reddito di mercato percepito dal 10% più ricco delle

famiglie

40

35

30

25

20

15

10

5

0 Italy

Norway

Korea Switzerland Japan

Austria Finland Ireland Poland

Iceland France Germany Canada

Sweden Australia Republic

Republic OECD-24

Belgium

Denmark Luxembourg Zealand

Netherlands States

Kingdom United

New

Slovak Czech United

Progressività del sistema delle imposte dirette (Irpef + cs sui

lavoratori)

= quota dell’imposta pagata dal 10% + ricco / quota del reddito

percepito dal 10% più ricco

1.4

1.3

1.2

1.1

1

0.9

0.8 Italy

Norway Korea

Japan

Poland France Austria Ireland

Iceland Finland

Sweden Canada

Germany Australia

Switzerland Belgium OECD-24

Denmark Luxembourg Republic

Republic Zealand Netherlands States

Kingdom United

New

Slovak Czech United

Lindert 2004

L’impatto redistributivo complessivo delle imposte dirette (Irpef e

cs lavoratori):

Riduzione percentuale della diseguaglianza nel passaggio dal

reddito di mercato al reddito disponibile

50%

45%

40%

35%

30%

25%

20%

15%

10%

5%

0% NZL AUT

IRL ITA

FIN NOR

ISL

USA CHE AUS FRA LUX CZE

GBR CAN JPN NLD DNK

KOR DEU

OECD-24 POL BEL

SVK SWE

Quota dei trasferimenti cash pubblici

che va al 20% più povero delle famiglie

45

40

35

30

25

20

15

10

5

0 Republic Kingdom

Republic Zealand

States

Luxembourg Switzerland Netherlands

OECD-23 Australia

Ireland

Germany Sweden

Belgium Denmark

Japan Canada

Austria Finland

Poland France Norway

Korea

Italy United New

Slovak Czech United

• In genere, i trasferimenti monetari pubblici hanno un

effetto redistributivo in media doppio rispetto alle

imposte dirette (Irpef + cs lavoratori)

• In Italia l’impatto dei trasferimenti monetari è

inferiore alla media (per il peso molto elevato delle

pensioni, poco redistributive), mentre è superiore alla

media quello delle imposte dirette

• Gli Usa sono l’unico caso in cui le imposte sul

reddito hanno un effetto maggiore di quello dei

trasferimenti in moneta

Trasferimenti monetari vs trasferimenti

in natura

• Lo Stato esercita un’attività redistributiva anche

con i trasferimenti in natura, cioè servizi

• Meglio redistribuire trasferendo denaro o

direttamente beni o servizi?

– Ai poveri: dare denaro oppure un buono che

permetta di acquistare cibo (food stamps)?

– Ai non autosufficienti: denaro oppure case protette?

– Ai bambini appena nati: denaro oppure un posto al

nido?

• Teoria neoclassica: il trasferimento in denaro

realizza un aumento di utilità per il

beneficiario che è almeno pari a quello

conseguente al trasferimento in natura, e di

solito è maggiore.

• Allora perché si redistribuisce spesso in natura?

• 1) Garanzia per i contribuenti che il beneficiario

consumi proprio determinati b/s e non sprechi il denaro

ricevuto (sigarette / pannolini).

• 2) Servizi consentono di soddisfare bisogni più

articolati e complessi, di garantire/verificare la qualità

della prestazione

• 3) Asimmetrie informative: è più probabile che solo i

soggetti davvero bisognosi facciano domanda (es. case

popolari):

– Trasferimento in denaro: i soggetti produttivi potrebbero

fingere di essere poco produttivi per ricevere il trasferimento

– Trasferimento in natura: solo i soggetti che davvero hanno

bisogno di un certo servizio fanno domanda

• Molti servizi pubblici tendono ad essere offerti

in modo uniforme ed universale (sanità, scuola

dell’obbligo).

• Se vengono valutati al costo di produzione, il

loro effetto redistributivo è molto forte, perché

una stessa somma rappresenta una % alta del

reddito dei poveri, bassa di quello dei ricchi

L’impatto redistributivo dei trasferimenti in natura: sanità, istruzione, case popolari

Rapporto tra il reddito medio del 20% + ricco delle famiglie ed il 20% + povero,

prima e dopo i trasferimenti in natura

8

7 reddito disp

reddito disp + benefici in natura

6 differenza

5

4

3

2

1

0 Kingdom

Switzerland Zealand States

Australia

Germany

Netherlands Finland Portugal

Denmark Average

Austria

Sweden Norway Ireland Spain Italy

Canada Greece

France Japan United

New

United

Quote dei vari tipi di reddito equivalente possedute da ciascun quintile delle famiglie

1 2 3 4 5 totale

Reddito originario 0.3% 3% 15% 26% 55% 100.0%

Reddito lordo 5% 11% 16% 23% 45% 100.0%

Reddito disponibile 7% 13% 17% 23% 40% 100.0%

Reddito netto 6% 12% 17% 23% 42% 100.0%

Reddito finale 9% 14% 18% 22% 37% 100.0%

Qualche dato in più sull’Italia

Come l’intervento pubblico modifica la diseguaglianza nella distribuzione del

reddito

Indice di diseguaglianza di Gini 0.57

Prima dell’intervento pubblico: Reddito originario 0.39

Dopo le pensioni e gli altri trasferimenti monetari: Reddito lordo 0.33

Dopo le imposte dirette: Reddito disponibile 0.36

Dopo le imposte indirette: Reddito netto 0.28

Dopo i trasferimenti in natura: Reddito finale

Incidenza delle imposte sul reddito lordo,

per quintili di reddito disponibile equivalente

45.00%

40.00%

35.00%

30.00% dirette

25.00% contributi

indirette

20.00% imposte totali

15.00%

10.00%

5.00%

0.00% 1 2 3 4 5

In UK ai poveri va ancora peggio

45.00%

40.00%

35.00%

30.00% dirette

25.00% contributi

indirette

20.00% imposte totali

15.00%

10.00%

5.00%

0.00% 1 2 3 4 5

Glennerster 2009

Incidenza dei trasferimenti in natura per sanità e istruzione sul

reddito lordo delle famiglie, ordinate per quintili di reddito

disponibile

30.00%

25.00%

20.00% istruzione

15.00% sanità

10.00%

5.00%

0.00% 1 2 3 4 5

In sintesi: Incidenza di imposte e trasferimenti

sul reddito lordo delle famiglie, ordinate per quintili di reddito disponibile

60.00%

40.00%

20.00%

0.00% 1 2 3 4 5

-20.00% istruzione + sanità

trasf. In denaro

imposte e contributi

imposte - trasferimenti

-40.00%

-60.00% In Italia:

• Le imposte sono ben poco redistributive: le

indirette annullano quasi l’effetto delle dirette.

• Anche i trasferimenti monetari lo sono poco, a

causa del peso dominante delle pensioni, in

genere legate alla storia retributiva individuale.

• Forte effetto redistributivo dei trasferimenti in

natura. Problema qualità.

Le tendenze recenti nei paesi ricchi

• ampliamento della base imponibile (quindi

riduzione spazi esenzione / elusione)

• riduzione aliquote e numero scaglioni

 riduzione progressività

• aumento area esente (no tax area)

• forme di imposta negativa

La pressione fiscale sul pil

50

45 Italia

40 Usa

35 Germania

Francia

30 Uk

25

20 1970 1980 1990 2000

% famiglie incapienti per decile di reddito disponibile eq.

100%

90%

80%

70% 2002

60% 2004

50%

40% 2006

30% 2007

20%

10%

0% 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


PAGINE

63

PESO

271.88 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Materiale didattico per il corso di Economia pubblica del professor Stefano Toso. Trattasi della presentazione del Prof. Massimo Baldini dal titolo "Bilancio pubblico e distribuzione personale del reddito", riguardante i seguenti argomenti: le funzioni fondamentali dello Stato (allocazione, redistribuzione e stabilizzazione); l'economia del benessere e i suoi teoremi; la Lump sum tax; il tema in Italia e la Commissione Onofri.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in occupazione, mercato, politiche sociali e servizio sociale
SSD:
Università: Bologna - Unibo
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia pubblica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bologna - Unibo o del prof Toso Stefano.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Economia pubblica

Disuguaglianza nel mondo
Dispensa
Disuguaglianza dei redditi
Dispensa
Spesa pubblica assistenziale
Dispensa
Redistribuzione di ricchezza - Teorie ed etica
Dispensa