Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Secondo effetto “naturale”:

la successione nei contratti

In caso di trasferimento di azienda (art. 2558)

- successione nei contratti (deroga all’art. 1406), se

strumentali all’azienda e non personali

Ovviamente, il terzo non può esserne danneggiato:

- recesso per giusta causa entro tre mesi dalla

notizia

- il recesso, in quanto sia giustificato, impedisce il

trasferimento, e può rendere responsabile

l’alienante

- si pensi ad un contratto di fornitura e al lucro cessante

Terzo effetto, che deve essere previsto:

la più agevole cessione dei crediti

Se è espressamente previsto che i crediti vengano

ceduti assieme all’azienda:

- allora la cessione è agevolata dall’art. 2558

- deroga all’art. 1264

- tuttavia, efficacia del pagamento all’alienante,

se fatto in buona fede:

- diverso dall’art. 1189: non occorrono

“circostanze univoche”, oltre alla buona fede:

la buona fede è sufficiente

- perché?

Quarto effetto, che si produce automaticamente ed

inderogabilmente: la resp. dell’acquirente

Ovviamente, chi cede non è liberato dai debiti (2560

comma 1)

- effetto ovvio, che era già desumibile dal sistema dei

principi

In più, quando si cede un’azienda commerciale:

l’acquirente diviene responsabile dei debiti che

risultano dalle scritture contabili obbligatorie

- questo non era ovvio

- è una tecnica di tutela del creditore del tutto alternativa

alla revocatoria: si rende responsabile l’acquirente del

debito

- è evidente che questo effetto non può essere escluso

convenzionalmente….

Conseguenza: chi compra un’azienda deve valutare anche i

ma assume anche

debiti, perché non compra solo attivo,

responsabilità

- è dunque opportuna una disciplina interna fra alienante e

acquirente (comunque irrilevante per i terzi)

- Soluzione 1: “pago attivo meno passivo, e mi accollo i

debiti anteriori”

- non c’è rivalsa dell’acquirente se paga i debiti, ma

l’alienante rischia se l’acquirente non fa fronte ai

debiti di cui è divenuto responsabile

- Soluzione 2: “pago tutto l’attivo, e mi rivalgo dei debiti

per cui dovessi essere chiamato a rispondere”


PAGINE

5

PESO

39.81 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

La dispensa fa riferimento alle lezioni di Diritto Commerciale A, tenuto dal Prof. Lorenzo Stanghellini nell'anno accademico 2011.
Il documento affronta i seguenti argomenti: destinazione dei beni, trasferimento di azienda commerciale, divieto di concorrenza, successione nei contratti, cessione dei crediti, responsabilità degli acquirenti.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
Università: Firenze - Unifi
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto Commerciale A e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Firenze - Unifi o del prof Stanghellini Lorenzo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto commerciale a

Impresa e imprenditore
Dispensa
Società per azioni
Dispensa
Società semplice
Dispensa
Società di persone - Parte prima
Dispensa