Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

www.judicium.it

Tribunale Cagliari, ordinanza 19 ottobre 2009

La misura prevista dall'art. 614 bis c.p.c. è funzionale, innanzi tutto, a favorire la

conformazione a diritto della condotta della parte inadempiente e, conseguentemente, ad evitare la

produzione del danno o, quanto meno, a ridurre l'entità del possibile pregiudizio; in secondo luogo,

assicura anche in sede cautelare l'esigenza di garantire un serio ristoro di fronte al perdurare

dell'inadempimento, in funzione quindi deflativa del possibile contenzioso successivo, limitato

all'eventualità che si produca un danno non integralmente soddisfatto dalla statuizione giudiziale.

Con ricorso depositato il 30 settembre 2009 la F. della Me. s.r.l. ha esposto:

aveva stipulato con la Telecom Italia s.p.a. due contratti per l’attivazione di due utenze telefoniche,

con i numeri (omissis) e (omissis);

nel mese di luglio 2009 le due utenze avevano iniziato a presentare problemi di malfunzionamento,

si erano stabilizzate ad agosto ed erano poi diventate inutilizzabili nel mese di settembre;

la linea telefonica, su entrambe le utenze, era rimasta interrotta definitivamente dal 15 settembre

2009, impedendo il traffico voce e dati in entrata e in uscita;

nonostante le ripetute segnalazioni ai numeri 187 e 191 e la comunicazione scritta tramite fax

inviato sia alla sede legale che alla direzione generale, la Telecom Italia s.p.a. non aveva ancora

provveduto al ripristino, con pericolo di gravissimi danni all’attività di commercializzazione in

Italia ed all’estero dei propri rinomati, pregiati e pluripremiati vini;

il volume di affari, infatti, era di tale dimensione da generare quotidianamente la necessità di

telefonate, mail, fax, per ordinativi di merci e richieste di informazioni da potenziali clienti, oltre

che per contatti con fornitori, banche, testate giornalistiche, società organizzatrici di eventi etc.;

clienti, fornitori, banche e altri interessati si erano già lamentati della impossibilità di stabilire un

contatto telefonico, dolendosi e stupendosi del mancato tempestivo riscontro alle loro richieste e del

ritardo nell’evasione degli ordini;

l’isolamento telefonico interessava oltre tutto un periodo commerciale importantissimo e

caratterizzato da grande fermento, quello della vendemmia, con risvolti dal punto di vista

commerciale, economico e dell’immagine gravemente negativi.

La F. della Me. s.r.l., preannunziando che nel merito avrebbe inteso domandare l’accertamento

dell’inadempimento della Telecom Italia s.p.a. e la conseguente condanna al risarcimento dei danni,

ha chiesto che in via cautelare e d’urgenza, ai sensi dell’art. 700 c.p.c., apprezzata la sussistenza del

fumus boni iuris e del pericolo di un pregiudizio imminente e non facilmente dimostrabile e

riparabile in via risarcitoria, con provvedimento adottato anche inaudita altera parte, fosse ordinata

l’immediata riattivazione delle utenze telefoniche.

Il Giudice, con decreto 2 ottobre 2009, ha ordinato alla Telecom Italia s.p.a. l’immediata

riattivazione del servizio, fissando l’udienza per la conferma, modifica o revoca del provvedimento.

La Telecom Italia s.p.a. non si è costituita malgrado la regolare notificazione della copia dell’atto

introduttivo e del decreto di fissazione dell’udienza.

La F. della Me. s.r.l., all’udienza del 16 ottobre 2009, ha indicato che dopo la notificazione del

ricorso le utenze erano state inizialmente riattivate, anche se continuavano a presentare

malfunzionamenti sia in ingresso che in uscita, e che la linea distinta con il numero 070/9240223, il


PAGINE

4

PESO

50.75 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

La dispensa si riferisce alle lezioni di Diritto Processuale Civile II, tenute dal Prof. Antonio Carratta nell'anno accademico 2011.
Il documento riporta il testo dell'ordinanza del 19 ottobre 2009 emessa dal Tribunale di Cagliari in cui si enucleano le finalità dell'art. 614 bis in merito all'attuazione degli obblighi di fare e non fare:
- conformazione della parte inadempiente a diritto evitando così il danno o riducendone l'entità
- funzione deflattiva delle controversie future


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto Processuale Civile II e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Roma Tre - Uniroma3 o del prof Carratta Antonio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto processuale civile ii

Ordinamento giudiziario
Dispensa
Esecuzione forzata - Art. 614 bis cpc
Dispensa
PCT- Vademecum Avvocati
Dispensa
Diritto processuale civile II - processo esecutivo
Appunto