Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

regolamenti tecnici delle diverse discipline

L’ATLETA DISABILE: sportive per gare competitive ma imparziali

CLASSIFICAZIONE MEDICA E tra atleti con diversa tipologia di disabilità,

CLASSIFICAZIONE FUNZIONALE condusse alla nascita di nuovi organismi

internazionali.

A cura di Filippo Dipasquale

Un lungo iter storico segna (1990)

l’affermarsi dello sport per disabili ed il

sistema di classificazione degli atleti alle gare 1944 Sir Ludwig Guttmann

STOKE MANDEVILLE HOSPITAL

ne è la conseguenza. 1922 (CISS) 1948 (ISMGF) STOKE MANDEVILLE GAMES

Comite International

Sports des Sourdes 1960 Iª PARAOLIMPIADE A ROMA

Le prime notizie su sport per disabili 1964 (ISOD) INTERNATIONAL SPORT ORGANISATION FOR DISABLED

compaiono nel 1888 a Berlino relativamente 1982 (ICC)

1978 INTERNATIONAL 1986 (INAS-FMH)

ad attività sportive praticate da non udenti. INTERNATIONAL

COORDINATING

1980 ASSOCIATION

COMMITEE

Mentre dopo la prima guerra mondiale la SPORT FOR PERSON

WITH MENTAL HANDICAP

fisioterapia e la medicina dello sport andarono

acquisendo pari dignità della ortopedia, nel

1924 fu costituito il CISS (Comité Questo lungo iter storico ha segnato

International Sports de Sourds), anche se i l’evoluzione di metodi di classificazione della

“silenziosi sportivi” organizzavano gare disabilità necessari a permettere di

chiuse ad altre disabilità. raggruppare in gara individui con abilità

diverse. Fino al 1990, epoca in cui fu fondato

Fu solo dopo la seconda guerra l’I.P.C. (International Paralympic Committee)

mondiale che l’attività sportiva confermò il che opera da organismo internazionale

suo indubbio valore terapeutico, e questo Sir olimpico e supervisore di regolamenti in

Ludwig Guttmann, neurochirurgo materia di sport disabili, gli atleti venivano

dell’ospedale di Stoke Mandeville, un piccolo classificati secondo un metodo tradizionale:

centro nei pressi di Londra, lo aveva ogni organizzazione stabiliva criteri validi per

sperimentato proponendo la disciplina del tiro la tipologia di “handicap”. Le gare erano

con l’arco a pazienti con lesione midollare. I composte da atleti con lo stesso handicap,

paraplegici impegnati in attività sportive comunque classificati con medesimo sistema,

recuperavano più rapidamente la forza ma spesso le manifestazioni risultavano poco

muscolare agli arti superiori ed acquisivano stimolanti sotto l’aspetto agonistico per lo

un miglior dell’equilibrio sulla carrozzina scarso numero di partecipanti.

rispetto a pazienti con analoga menomazione.

Così, nel 1944, su richiesta esplicita del L’I.S.M.W.S.F. (International Stoke

Governo britannico, lo sport per disabili fu Mandeville Wheelchair Sport Federation, nata

inserito a pieno titolo come attività dalla storica I.S.M.G.F.) garantiva le norme

riabilitativa nei pazienti con lesioni midollari: per gli atleti con lesione midollare

nasceva la sport terapia. I primi Giochi nel (tetraplegici, paraplegici) e i poliomielitici

1948 a Stoke Mandeville furono delle mini- con lesione assimilabile degli arti inferiori

paraolimpiadi cui parteciparono altri rientravano nelle 6 classi dell’ISMWSF. Un

paraplegici provenienti da diverse nazioni del sistema di punteggio utilizzato in clinica

mondo: in quell’occasione fu fondata la (scala M.R.C. - Medical Research Council)

ISMGF (International Stoke Mandeville attribuisce da 1 a 5 punti alla forza muscolare

Games Federation). Nel 1960 alle prime espressa in ogni azione muscolare e la somma

paraolimpiadi di Roma parteciparono solo dei punti per ogni azione permetteva di

atleti disabili con lesione midollare ma inquadrare nella classe specifica l’atleta. Nella

cominciarono ad avvicinarsi allo sport anche I classe i tetraplegici erano in tre sottoclassi

individui con diversa tipologia di dalla più grave alla meno grave.

menomazione. L’esigenza di adeguare i


PAGINE

3

PESO

3.74 MB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

La dispensa fa riferimento alle lezioni di Medicina fisica e riabilitativa, tenute dal Prof. Dipsquale Filippo nell'anno accademico 2006.
Il documento è dedicato agli atleti disabili.
Tra gli argomenti trattati: classificazione medica, classificazione funzionale, spina bifida, polio, tetraplegia, paraplegia.


DETTAGLI
Corso di laurea: Scienze delle attività motorie e sportive
SSD:
A.A.: 2006-2007

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher lenlauret di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Medicina fisica e riabilitativa e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Kore Enna - Unikore o del prof Dipasquale Filippo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Medicina fisica e riabilitativa

Sport per disabili
Dispensa
Idrochinesiterapia - Esercizi
Dispensa