Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

INQUADRAMENTO INTERNAZIONALE DELLA CONSERVAZIONE

Su richiesta di uno Stato Membro, il Centro organizza l'assistenza nella

preparazione degli elenchi preliminari e delle nomine per La Lista del Patrimonio

Mondiale; mobilita l'assistenza internazionale, organizza corsi di formazione ed

assistenza di eventuali emergenze; assiste le attività di monitoraggio e di

preparazione delle relazioni sullo stato di conservazione dei Beni del Patrimonio

Mondiale; gestisce le informazioni e le relazioni sulle minacce ai Beni del

Patrimonio segnalate dal pubblico, dagli Stati Membri e dagli Enti Consiliari e le

porta all'attenzione degli organi statutari del Patrimonio Mondiale; organizza

seminari tecnici e workshop, sviluppa materiale didattico per promuovere la

consapevolezza del concetto di Patrimonio Mondiale e per tenere informato il

pubblico rispetto alle questioni del Patrimonio Mondiale ; tiene i registri degli

Organi statutari e i documenti relativi al Patrimonio Mondiale, i film educativi, i CD-

ROM, i libri e gli altri materiali.

Lo SCUDO BLU INTERNAZIONALE (ICBS International Commitee of the Blue

Shield), fondato nel 1996, prende il nome dal simbolo specificato nella

Convenzione de L’Aja (1954) a protezione dei Beni Culturali, per la difesa dei quali

vengono promosse azioni di protezione, prevenzione e sicurezza in tutte le

situazioni rischiose, come i conflitti armati e le calamità naturali. Vede l’adesione di

un gruppo di ONG: ICA (Council of Archives) ICOM (International Council of

Museums) ICOMOS (International Council on Monuments and Sites) IFLA

(International Federation of Library Associations and Institutions). La stessa

Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO aderisce allo Scudo Blu Italiano. 6

Prof. Ing. Arch. Maurizio Di Stefano

INQUADRAMENTO INTERNAZIONALE DELLA CONSERVAZIONE

Centro Internazionale di Studi per la Conservazione e il Restauro

L’ICCROM

dei Beni Culturali è un’organizzazione intergovernativa internazionale istituita a

Roma nel 1959, per decisione della IX Conferenza Generale UNESCO del 1956;

attualmente vi aderiscono 120 Stati. In seguito alla completa attuazione dello

Statuto originario, l’ICCROM vede oggi riconosciuta la propria capacità giuridica

internazionale, quale Organizzazione indipendente, distinta dall’UNESCO, che se ne

era avvalso in un primo momento quale organo sussidiario, per raggiungere finalità

istituzionali in materia di tutela e conservazione del patrimonio culturale.

Il Centro svolge funzioni di consulenza scientifica del Comitato UNESCO per il

Patrimonio Mondiale, per la definizione e l’attuazione di progetti di recupero e

salvaguardia dei Siti iscritti nella Lista, oltre alle primarie attività di ricerca,

formazione, divulgazione e promozione nel settore del patrimonio materiale e

immateriale, in sinergia con le direttive e le Convenzioni approvate dall’UNESCO.

Il Ministero degli Esteri ne sostiene l’attività con un contributo annuale

obbligatorio, erogato dalla Direzione Generale per la Promozione e la Cooperazione

Culturale e con contributi volontari della Direzione Generale per la Cooperazione

allo Sviluppo. 7

Prof. Ing. Arch. Maurizio Di Stefano

INQUADRAMENTO INTERNAZIONALE DELLA CONSERVAZIONE

L'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN)

L'Unione Internazionale per la Protezione della Natura (IUPN) viene istituita, a

seguito della conferenza internazionale di Fontainebleau, il 5 Ottobre 1948.

L'organizzazione ha cambiato il suo nome in Unione Internazionale per la

Conservazione della Natura e Risorse Naturali nel 1956 e nel 1990 è stata

abbreviata in IUCN - Unione Internazionale per la Conservazione della Natura.

L'IUCN è un'organizzazione internazionale all'interno della quale partecipano ben

140 Paesi, con una eterogenea rappresentanza espressione di 77 Stati, 114 agenzie

governative, più di 800 organizzazioni non governative, più di 10,000 scienziati ed

esperti internazionalmente riconosciuti provenienti da più di 180 Paesi che

lavorano all'interno delle Commissioni.

Nel 1999, gli Stati Membri dell'ONU hanno accordato all'IUCN lo status di

Osservatore all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite

Gli obiettivi dell'IUCN sono quelli di "influenzare, incoraggiare e assistere le società

del mondo al fine di conservare l'integrità e la diversità della natura e di assicurare

che qualsiasi utilizzo delle risorse naturali sia equo ecologicamente sostenibile". 8

Prof. Ing. Arch. Maurizio Di Stefano

INQUADRAMENTO INTERNAZIONALE DELLA CONSERVAZIONE

L’ICOMOS Consiglio internazionale dei monumenti e dei siti, è una associazione

mondiale di professionisti che attualmente annovera circa 9.500 iscritti in tutto il mondo.

L’ICOMOS si dedica alla conservazione e alla tutela dei monumenti, degli edifici e dei siti

del patrimonio culturale. Questa è l'unica ONG internazionale nel suo genere per la

promozione di teoria, metodologia e tecnologia applicata alla conservazione, tutela e

valorizzazione dei monumenti e dei siti. Il suo lavoro si basa sui principi sanciti nella

Carta internazionale del 1964 sulla conservazione e restauro di monumenti e siti,

conosciuta come la Carta di Venezia.

Si tratta di una rete di esperti ed uno scambio interdisciplinare dei suoi membri, che

comprendono architetti, storici, archeologi, storici dell'arte, geografi, antropologi,

ingegneri e progettisti.

I membri del ICOMOS contribuiscono al miglioramento della conservazione del

patrimonio, alle norme e alle tecniche per tutti i tipi di edifici del patrimonio culturale,

città storiche, paesaggi culturali e siti archeologici. L’ICOMOS è organo consultivo

dell’UNESCO. 9

Prof. Ing. Arch. Maurizio Di Stefano


PAGINE

10

PESO

587.83 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Attorno alle tematiche derivabili dai molteplici percorsi diacronici dall’insegnamento di Storia e critica dell’architettura, Dottrina e terminologia, si collegano attraverso in tempi didattici di inquadramento, gli insegnamenti di Aspetti teoretici e tecnici della Conservazione, Normative di tutela dei beni architettonici e paesaggistici, Storia dell’Architettura nord americana, Economia e estimo ambientale.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in restauro, conservazione e valorizzazione dei beni architettonici e ambientali
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Aspetti teoretici e tecnici della conservazione e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Mediterranea - Unirc o del prof Di Stefano Maurizio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Aspetti teoretici e tecnici della conservazione

Convenzione sulla Protezione del Patrimonio Culturale e Naturale Mondiale - Parte I
Dispensa
Tutela Siti Italiani di Interesse Culturale - Legge 20 febbraio 2006, n. 77
Dispensa
Strumenti della conservazione
Dispensa
Patrimonio mondiale - Lista
Dispensa